Venezie a tavola 2021 El Molin ristorante dell’anno

venezie-a-tavola-2021-
el-molin-ristorante-dell’anno

Nei mesi più duri della pandemia la sensazione era che potessero crearsi le condizioni per una sorta di ecatombe. E invece, pur in un quadro di forti difficoltà, la ristorazione di qualità delle Venezie sembra aver avuto una capacità di cambiare e resistere sopra ogni aspettativa, forte anche il fatto di essere diffusa in territori dove si è tornati presto a lavorare, dove i flussi turistici internazionali incidono in maniera meno forte che in altre aree e grazie ad una massiccia presenza dei “ristoranti di montagna” dove la stagione turistica è stata molto favorevole.

Alessandro Gilmozzi - Venezie a tavola 2021 El Molin ristorante dell'anno

Alessandro Gilmozzi

Salvo qualche eccezione Luigi Costa, direttore della Guida giunta all’undicesima edizione, è stato tra i primi a sostenere la tesi che, soprattutto in un momento di difficoltà, bisognasse restare vicini ai ristoratori. Appello raccolto, pur con grandi sacrifici, dall’editore, Filiberto Zovico, e dalla maggioranza dei partner storici della guida come Lattebusche, GianniTessari, Grana Padano, Kettmeir, Berto’s, Masi, Canevel, Astoria Vini, Rigoni di Asiago, Distilleria Schiavo e Agugiaro&Figna a cui si è aggiunta PromoturismoFVG con l’intento di valorizzare ristoratori e prodotti di quel territorio.

Il risultato sarà una guida che conterrà un numero solo leggermente inferiore a quello dello scorso anno di ristoranti (circa 200), una trentina di pizzerie e quasi un centinaio tra prodotti e vini di qualità. Nei giorni scorsi sono stati dunque scelti i premiati che sono: Alessandro Gilmozzi del ristorante “El Molin” di Cavalese (Trento) che sarà premiato da Grana Padano, con il Premio “Ristorante dell’Anno”; Francesco Bruto del Ristorante “Venissa” di Venezia riceverà il Premio “Ricerca e Innovazione” da Berto’s, mentre Daniela Siviero del Ristorante “Lazzaro 1915” di Pontelongo (Padova), sarà premiata da Distilleria Schiavo, come “Donna di Spirito”.

Davide Tangari del Ristorante “Valbruna” di Limena (Padova), sarà premiato da Giannitessari Wine con il riconoscimento “Il Giovane delle Venezie”, mentre a Sara Simionato e Luca Ferrari del Ristorante “Antica Osteria Cera di Campagna Lupia” (Venezia) andrà il premio “Gusto dolce delle Venezie”, che verrà loro consegnato da Rigoni di Asiago.

GP Cremonini del “Ristorante Riviera” di Venezia sarà premiato da Astoria Vini, come miglior “Maître delle Venezie”, mentre Giovanni Mozzato del Ristorante “Chat qui rit” di Venezia sarà premiato da Kettmeir, come “Sommelier delle Venezie”; sarà Simone Menardi del Ristorante “Baita Fraina” di Cortina (Belluno) a ricevere il premio come miglior “Cantina delle Venezie” dalle mani di Masi, mentre Luigi Dariz del Ristorante “Aurelio” di Passo Giau (Belluno) sarà premiato da Lattebusche, con il Premio “La cucina che onora il territorio”. E, infine, Nicola Bacciolo del Ristorante “Ai Do Campanili” di Cavallino (Venezia) sarà premiato da Canevel, per “La miglior carta delle bollicine”; sempre a Cavallino (Venezia), anche Alvise Ballarin della “Trattoria Laguna e Lievitati”, premiato come “Pizzeria dell’Anno” da Agugiaro & Figna.

 

La cerimonia di premiazione, seppur con un numero limitato a 80 presenze massimo, si terrà lunedì 26 ottobre alla Cuoa Business School di Altavilla Vicentina, una scelta voluta dal direttore della Guida e dell’editore per sottolineare un aspetto non banale e oggi sempre più decisivo: se il cibo è cultura, ricerca e perfino arte, alla fine dei conti è anche impresa. E, per superare la crisi, la capacità dei cuochi di essere anche imprenditori è ormai un fattore imprescindibile.

L’evento del 26 ottobre sarà solo il preludio di due intense giornate alla scoperta delle eccellenze enogastronomiche delle Venezie. Sabato 31 ottobre e domenica 1 novembre, infatti, torna per la sua quarta edizione WeFood, la manifestazione promossa dalla guida Venezie a Tavola e ItalyPost e curata da Goodnet Territori in Rete. Un lungo weekend all’insegna dei sapori che permetterà a un largo pubblico di visitare 30 Fabbriche del Gusto tra Veneto, Trentino, Friuli Venezia Giulia e Emilia Romagna, tra degustazioni, laboratori e showcooking con i migliori chef della guida Venezie a Tavola 2021.

HOME
 > 
LIBRI e GUIDE
 > 
GUIDE
 > 
Venezie a tavola 2021
El Molin ristorante dell’anno – Italia a Tavola

Recommended Articles

Leave a Reply