torta-diplomatica

La torta diplomatica è un classico della pasticceria italiana, che ricorda vagamente la millefoglie. Generalmente è composta da strati di pasta sfoglia e pan di spagna, intervallati da crema pasticcera o dalla, appunto, crema diplomatica. Talvolta, come ho fatto io in questo caso, si usano i savoiardi al posto del pan di Spagna, ma sempre rigorosamente bagnati con l’alchermes, in entrambi i casi. Insomma, se volete provare a cimentarvi, questa è la versione un po’ facilitata, con i savoiardi… ma nulla vi impedisce di sostituirli con un bel pan di Spagna fatto in casa, naturalmente!

 

Procedimento per preparare la torta diplomatica

Innanzitutto preparate le sfoglie: disponete la pasta sfoglia sulla teglia rivestita di carta forno, dividetela a metà e allontanate le due parti tra di loro (in modo che non si uniscano di nuovo in cottura).
Bucherellate la superficie con una forchetta, spennellate con del latte, spolverizzate con poco zucchero a velo e cuocete per 15 minuti o fino a doratura in forno ventilato preriscaldato a 200°C.

Lasciate raffreddare le sfoglie, e nel frattempo preparate la crema: mescolate zucchero e tuorli, quindi incorporate la vaniglia, poi la farina e infine il latte, che avrete scaldato con la buccia di limone.

Fate cuocere, mescolando costantemente, fino ad ottenere una crema densa, quindi eliminate la buccia di limone, coprite con pellicola a contatto e lasciate raffreddare.

Al momento di assemblare la torta, ricordatevi di bagnare velocemente i savoiardi nell’alchermes.

Assemblate la torta: disponete una sfoglia su un piatto da portata, copritela con metà della crema e create poi uno strato di savoiardi bagnati di alchermes.
Aggiungete un secondo strato di crema e concludete con la seconda sfoglia.

La torta diplomatica è pronta: comprimete delicatamente per far aderire gli strati, decorate con zucchero a velo e conservate in frigo fino al momento di servirla.

Ricette correlate

Recommended Articles