Stoccafisso Lofoten Igp Un bollino che è una garanzia

stoccafisso-lofoten-igp-
un-bollino-che-e-una-garanzia

Doppio webinar organizzato il 19 novembre dal Norvegian Seafood Council e dal consorzio Tørrfisk fra Lofoten. In primo piano lo stoccafisso norvegese. Entrambi gli incontri sono stati moderati da Petter Johannesen, executive vicepresident di Assonorvegia, che ha subito introdotto Margit F. Tveiten, ambasciatrice di Norvegia in Italia.

Stoccafisso Lofoten Igp Un bollino che è una garanzia

Stoccafisso norvegese, un prodotto di alto profilo che va narrato alle nuove generazioni

«Lo stoccafisso – ha ricordato – interpreta un ruolo importante nell’ambito degli ottimi rapporti bilaterali tra i nostri due Paesi. Gli italiani, che lo sanno trasformare in piatti deliziosi riconoscono la qualità del nostro migliore merluzzo, un cibo sano che proviene da mari freddi e puliti, frutto di una pesca sostenibile e di una filiera che rispetta l’eccellenza della materia prima».

Le strategie per incrementare le vendite

Un pesce apprezzato, che ha visto nel biennio 2018-2019 un aumento delle esportazioni verso l’Italia. «Nel 2019 il valore dell’export – ha ricordato Trym Eidem Gundersen, direttore Italia di Norvegian Seafood Council – è stato pari a 556 milioni di corone norvegesi, oltre 56 milioni di euro pari a 2482 tonnellate ma nel 2020, causa pandemia, abbiamo registrato una flessione del 23% a volume. Un prodotto amato ma che, pur tenendo bene nei negozi di pesce e nei mercati, non fa segnare ancora alte vendite nella Gdo. È necessario quindi raccontarlo e spiegarlo, con una narrazione mirata soprattutto alle nuove generazioni che metta l’accendo anche sui valori nutrizionali. Incrementare le vendite è un obiettivo concreto per il 2021 attraverso la proposta di nuovi prodotti di pronto utilizzo e con ricette semplici da realizzare. Sul fronte della promozione Horeca, ma non solo, il nostro ambassador è Ivano Ricchebono, un stella Michelin con The Cook al Cavo di Genova. Abbiamo inoltre organizzato e promosso con il consorzio Tørrfisk fra Lofoten la mostra fotografica “Skrei (Il Viaggio)” a Milano. Si tratta di un reportage sul mondo del merluzzo norvegese di Valentina Tamborra. Un lavoro che si è tradotto anche in un volume».

Stoccafisso Lofoten Igp Un bollino che è una garanzia

Bollino Igp per lo stoccafisso del consorzio Tørrfisk fra Lofoten



Lavorare su notorietò, immagine e prezzo


Riflettori puntati sullo stoccafisso anche da Nielsen Italia che ne ha analizzato il consumo nella Gdo. Lo studio ha preso in analisi un campione in tre regioni ad alto consumo di pesce: Veneto, Liguria e Campania. Dall’indagine è emerso che un terzo del campione conosce lo stoccafisso e che tra i giovani regna un po’ di confusione. La frequenza di consumo è di 1,4 volte al mese. In particolare, la Campania si attesta quasi su un consumo quindicinale (1,8). In generale, l’indagine ha riscontrato un decremento del 15% nelle vendite, perché il prodotto risulta caro (37%), ve ne sono altri con maggiore appeal (18%), non lo si trova nei negozi abituali (18%) e perché si ritiene sia difficile da preparare. D’altro canto le motivazioni di consumo vedono privilegiare la salute (55%), il gusto (51%) e la tradizione (51%), mentre le occasioni sono giorni speciali o di festa (36%). Il canale di acquisto è prevalentemente la pescheria (41%); la Gdo si attesta al 33%. Il freno, quindi, risulta essere attivato da tre elementi: bassa notorietà, immagine non moderna e prezzo.

La reazione a questa situazione di stallo, promossa dal Gruppo Fma pandemia permettendo, mette in primo piano la formazione e contempla store promotion per coinvolgere direttamente il consumatore, abbinata a cooking show per divulgare le modalità di elaborazione culinaria e favorire la degustazione. Lo stoccafisso va spiegato, mostrato e mangiato. Una delle chiavi di volta è rappresentata dalle confezioni ready to cook: valore aggiunto e contenuto di servizio.

Stoccafisso Lofoten Igp Un bollino che è una garanzia

Le celebri rastrelliere per lo stoccafisso norvegese 

Consumatori disponibili a pagare di più uno stoccafisso con un marchio di origine

Su questa linea vento in poppa lo porta il lancio in Italia dello Stoccafisso di Lofoten Igp. Il 66% degli italiani, secondo una recente indagine Nielsen, sarebbe disposto a pagare di più uno stoccafisso con un marchio di origine. «L’Indicazione geografica protetta – ha puntualizzato Olaf Pedersen, country manager Italia per il consorzio Tørrfisk fra Lofoten – viene riconosciuta solo alle realtà consorziate e rappresenta una garanzia di filiera. In quest’ottica si rivela una fondamentale leva di marketing e di immagine. Ora siamo al pari di altri prodotti di rango nel panorama gastronomico italiano».

Il bollino Igp, abbinato a una comunicazione chiara sulla confezione in merito ai valori del prodotto e alla facilità di utilizzo in cucina, può essere la forza motrice per conquistare nuovi consumatori e innescare un processo di fidelizzazione.

Per informazioni: www.pescenorvegese.it





HOME
 > 
ALIMENTI
 > 
PESCE
 > 
Stoccafisso Lofoten Igp
Un bollino che è una garanzia – Italia a Tavola

Recommended Articles

Leave a Reply