Semplicissimi trucchi per conservare la pizza avanzata e portarla in tavola il giorno seguente sempre morbida e fragrante come appena sfornata

semplicissimi-trucchi-per-conservare-la-pizza-avanzata-e-portarla-in-tavola-il-giorno-seguente-sempre-morbida-e-fragrante-come-appena-sfornata

Inutile dirlo, la pizza piace a tutti. Tonda o al trancio, alta o bassa, semplice o riccamente farcita, nessuno riesce a resistere. Ed è deliziosa in qualunque momento, non solo come pasto a pranzo o a cena. E poi è semplice e veloce. Scaldare una pizza surgelata o acquistarne una da asporto all’ultimo momento è la soluzione ideale quando si torna a casa tardi la sera o quando si vuole improvvisare una cena con gli amici.

A fine cena, può però capitare che ne avanzi qualche fetta. E la pizza fredda non è proprio il massimo della bontà. Tende a diventare gommosa e molliccia oppure si secca. Che fare dunque? Buttare via cotanta bontà? Sarebbe un vero peccato, senza contare lo spreco di soldi. Nessuna paura, stiamo per svelare la soluzione a questo problema.

Spirulina

Ecco i semplicissimi trucchi per conservare la pizza avanzata e portarla in tavola il giorno seguente sempre morbida e fragrante come appena sfornata.

No al cartone

La pizza avanzata non va mai conservata nel suo cartone. La carta, infatti, assorbe l’umidità e in tal modo l’impasto diventerebbe secco e asciutto.

Molto meglio conservare la pizza in frigorifero, riposta all’interno di un contenitore a chiusura ermetica oppure avvolta nella carta stagnola o nella apposita pellicola per alimenti.

La fase del riscaldamento

Per riscaldare una pizza conservata a temperatura ambiente o in frigorifero possiamo utilizzare vari sistemi. Vediamoli uno per uno.

a) Il forno impostato ad una temperatura di 180-200°C;

b) la padella antiaderente a fiamma media per 6-8 minuti: utilizzare il coperchio e fare attenzione a non bruciare la base;

c) il fornetto elettrico: va preriscaldato a 200 °C e la pizza va lasciata al suo interno per almeno una decina di minuti, o comunque fino a quando non vediamo il formaggio che fila. È la soluzione ideale per piccole porzioni (1 o 2 fette di pizza).

Il microonde

Non è la soluzione ideale. Ad ogni modo, se non si hanno alternative, mettere un foglio di carta da cucina tra la pizza e il piatto, impostare il microonde alla metà della potenza e far scaldare la pizza per 1 minuto.

Ora che conosciamo i semplicissimi trucchi per conservare la pizza avanzata e portarla in tavola il giorno seguente sempre morbida e fragrante come appena sfornata, ricordare comunque che la pizza si conserva in frigorifero per 2-3 giorni al massimo. Trascorso tale termine, è meglio congelarla oppure buttarla via.

Recommended Articles

Leave a Reply