Salmone norvegese alla Wellington

salmone-norvegese-alla-wellington

Il salmone norvegese è immancabile in cucina: un prezioso alleato sia per gli chef provetti sia per chi è alle prime armi. Ecco una ricetta di media difficoltà e di sicuro successo, perfetto per ogni occasione

Il salmone norvegese è immancabile in cucina: un prezioso alleato sia per gli chef provetti sia per chi è alle prime armi. Ecco una ricetta di media difficoltà e di sicuro successo, perfetto per ogni occasione

Cucinare è una vera e propria arte, ma non tutti hanno un vero talento davanti ai fornelli e a volte c’è chi non ha neanche il tempo per imparare. Ma per fortuna ci sono degli ingredienti che diventano dei preziosi alleati per tutti, sia per chi si considera un vero e proprio chef sia per chi è alle prime armi. Il salmone norvegese, sempre più presente nelle cucine degli italiani, è proprio uno di questi alimenti: tanto amato in tutte le sue tipologie – da quello affumicato ai tranci di salmone fresco fino a quello congelato – è versatile e gustoso, protagonista di ricette gourmet ma anche facili e veloci.

E non solo. Il salmone norvegese è anche sano e sostenibile. Un valore importante garantito dal marchio “Seafood From Norway” che rappresenta il simbolo di origine e qualità di tutti i prodotti ittici norvegesi sia pescati che allevati in maniera sostenibile nelle acque fredde e limpide della Norvegia, grazie all’esperienza secolare nella pesca e nella lavorazione del pesce unita alle tecnologie più moderne.

Salmone norvegese Salmone norvegese alla Wellington

Salmone norvegese

Sono davvero tante le ricette che si possono preparare con il salmone norvegese: dall’antipasto al primo fino ai secondi, sono tutti piatti gustosi, salutari e perfetti per fare sempre una bella figura con i propri cari o con gli ospiti. Il salmone norvegese è proprio un alimento facile da cucinare e perfetto per ogni occasione. Con l’aggiunta di pochi altri ingredienti è possibile realizzare un antipasto dal gusto unico e creando un’ottima presentazione, perché si sa anche l’occhio vuole la sua parte a tavola! Ma non solo prelibati assaggi per l’aperitivo, il salmone può diventare anche il protagonista del pranzo della domenica, un secondo elaborato per stupire famigliari e amici.

Oltre a presentare piatti creativi e deliziosi, cucinando il salmone si può proporre anche un menu per un’alimentazione sana e corretta. Povero in grassi saturi, ma ricco di acidi grassi polinsaturi Omega-3, il salmone norvegese contiene proteine nobili, sali minerali e notevoli quantità di vitamine A, D, B12. Gli Omega 3, in particolare, sono acidi grassi con una struttura molecolare piuttosto complessa, dotati di una nutrita serie di effetti favorevoli sul nostro organismo.

Di seguito una ricetta di difficoltà media: Salmone norvegese alla Wellington.

Salmone norvegese alla Wellington

Salmone norvegese alla Wellington

Ingredienti (per 4 persone): 2 filetti di salmone norvegese senza pelle né lische, 2 fogli di pasta sfoglia, 200 g gamberetti crudi, 30 g farina, 1 tuorlo, 400 ml latte di soia, 150 g funghi shiitake, 100 g piselli di zucchero, 30 g cipolla, 30 g formaggio grattugiato, olio d’oliva, sale e pepe

Preparazione: sgusciare e pulire i gamberetti, tagliarli a pezzi e metterli da parte. Tagliare la cipolla e i funghi a striscioline e farli soffriggere in una padella con un po’ d’olio. Una volta cotti, aggiungere le taccole e i gamberetti a pezzetti. Regolare di sale e pepe e tenere da parte. Nella stessa padella tostare la farina e, una volta dorata, aggiungere il latte di soia a poco a poco e mescolare per formare una besciamella. Aggiungere le verdure saltate, i gamberetti e il formaggio grattugiato. Mescolare bene e mettere da parte. Preriscaldare il forno a 190ºC. Rivestire una teglia con carta da forno e spennellarla di olio d’oliva. Posizionare un foglio di pasta sfoglia sulla teglia e appoggiarvi sopra il salmone. Ricoprire con le verdure e la besciamella ai gamberetti e appoggiare sopra un altro filetto di salmone. Tagliare delle striscioline di pasta sfoglia e posizionarle sopra a zig-zag. Tagliare la pasta sfoglia in eccesso, premere i bordi e spennellarli con il tuorlo. Infornare per 18 minuti e servire.

Rinasce il Saigon, elegante angolo di Vietnam a Milano

Segui il nostro canale Telegram con tutte le ricette dei grandi chef italiani.

Recommended Articles

Leave a Reply