Panna cotta: trucchi e ricette per fare a casa questo dessert intramontabile

panna-cotta:-trucchi-e-ricette-per-fare-a-casa-questo-dessert-intramontabile

Quando si cena fuori casa e arriva il momento del dessert, di solito gli “immancabili” nella lista dei dolci sono tiramisù, tortino al cioccolato e panna cotta. Sono infatti tre dolci molto richiesti e graditi dai clienti, che i ristoranti hanno sempre a disposizione, sia pur con qualche variazione sul tema. C’è ad esempio chi propone il tiramisù alle fragole, chi il tortino al cioccolato bianco e pistacchio. Per quanto riguarda la panna cotta, invece, che varianti ci sono? E soprattutto, se uno volesse gustarla non solo al ristorante e provare a farla a casa, è difficile prepararla? Non solo non presenta particolari difficoltà, ma è anche possibile personalizzare questo dolce in mille modi diversi, perché grazie al suo gusto delicato si presta a essere preparato e accompagnato con vaniglia, cacao, caffè, caramello, cioccolato fuso o frutti di bosco…

Oggi quindi vediamo insieme come fare la panna cotta perfetta, perfino migliore di quella che potete gustare fuori casa, dandovi tutti i suggerimenti e, ovviamente, 5 ricette differenti per ingolosire i vostri ospiti!

Come fare la panna cotta: 4 trucchi per un risultato a prova di ristorante

La panna cotta è uno dei dolci al cucchiaio più conosciuti e apprezzati, proprio per la sua delicatezza e la consistenza vellutata. Ma come a cosa bisogna prestare attenzione se la si vuole preparare a casa? Ad esempio, la panna appena scaldata, la colla di pesce nelle giuste proporzioni, un bel riposo in frigo. Ma non solo, anche un po’ di accortezza per sformarla e decorarla: questi sono i trucchi principali per fare la panna cotta, vediamoli tutti!

panna cotta

Tobik/shutterstock.com

Panna fresca: mai arrivare al bollore

Per preparare questo dolce al cucchiaio a regola d’arte, l’ingrediente principale dovrà essere, appunto, la panna fresca: scaldatela su una fiamma dolce senza mai arrivare al bollore. Appena inizierete a vedere le bollicine sul bordo del tegamino, spegnete e aggiungete, se previsti, gli aromi. Se volete un prodotto vegano usate pure panna vegetale, ma sempre fresca.

Colla di pesce: non troppa né troppo poca

È l’ingrediente che conferisce un effetto gelatinoso man mano che il composto si raffredda. Si presenta sotto forma di fogli semi rigidi che vanno fatti ammorbidire in acqua fredda e poi strizzati benissimo prima di unirli alla panna. È importante che questo ingrediente sia ben proporzionato alla quantità di liquido. Mettendone poco, infatti, potreste ottenere un prodotto instabile che tende ad afflosciarsi nel momento in cui andrete a servirlo. Al contrario, se eccedete, potreste avere un dolce troppo rigido alla vista e gommoso al palato. La quantità corretta è di circa 8 grammi per ogni mezzo litro di panna, ossia 4 fogli.

La colla di pesce può essere sostituita anche con un prodotto vegetale come l’agar agar, un addensante che deriva dalle alghe: per usarla calcolate 2 cucchiaini (tra i 4 e i 5 grammi) per ogni 500 ml di panna vegetale.

L’importanza del riposo in frigo

Terminata la preparazione, versate il composto in stampini, lasciateli a temperatura ambiente per circa mezz’ora, poi copriteli con pellicola trasparente e sistemateli in frigorifero per almeno 3 ore: è il tempo necessario per fare sì che il dessert si rassodi al punto giusto. Se avete preparato la panna cotta il giorno prima, estraetela, lasciatela riposare a temperatura ambiente per qualche minuto prima di sformare.

Per sformare correttamente

Una volta trascorso il giusto tempo per il riposo, è il momento di sformare la panna cotta. Questa operazione può risultare difficile in quanto il composto potrebbe rimanere attaccato allo stampino compromettendo il risultato. Per ovviare il problema immergete per pochi secondi la base in una ciotola con acqua calda, poi sollevate e capovolgete il dolce su un piattino: scenderà molto più facilmente. Se questo non dovesse bastare, prendete un coltello a lama liscia, bagnatelo e passatelo sui bordi dello stampino, poi riprovate a sformare.

Cinque golose ricette della panna cotta

La ricetta classica, una versione al caffè, una al cioccolato, una al pistacchio e, infine, una vegana con frutti di bosco. Quale vi piace di più?

Panna cotta classica ai frutti rossi

In questo caso la panna viene servita con una salsa ai frutti rossi. Noi vi proponiamo lamponi e qualche fragola, ma voi scegliete quelli che più vi piacciono e che sono di stagione.

panna cotta classica

Francesco83/shutterstock.com

Ingredienti per 4-6 persone

  • 500 ml di panna fresca
  • 100 g di zucchero semolato
  • 1 bacca di vaniglia
  • 4 fogli di colla di pesce

Per la salsa ai frutti di bosco

  • 200 g di frutti di lamponi
  • 100 g di fragole
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 2 cucchiai di acqua

Procedimento

  1. Per prima cosa mettete i fogli di colla di pesce in una ciotola con acqua fredda e lasciateli in ammollo. Versate la panna in un pentolino e fatela scaldare a fiamma dolce. Spegnete appena vedere formarsi le prime bollicine.
  2. Con un coltellino affilato aprite la bacca di vaniglia, raschiatene i semi e metteteli nella panna. Aggiungete anche lo zucchero e mescolate.
  3. Strizzate molto bene i fogli di colla di pesce e aggiungeteli, rimestando ancora un paio di minuti. Trasferite il composto in stampini, copriteli con pellicola per alimenti e lasciateli in frigo per almeno 3 ore.
  4. Poco prima di servire occupatevi della copertura ai frutti di bosco: lavateli, asciugateli e metteteli in pentolino, tranne qualcuno che terrete da parte per la decorazione. Aggiungete zucchero e acqua, poi fate cuocere a fiamma dolce per qualche minuto, fino a che i frutti si sfideranno fino a diventare una salsa.
  5. Prendete gli stampini, lasciateli a temperatura ambiente per 15 minuti. Passate un coltello con la lama liscia sul bordo dello stampino, poi copritelo con un piattino e infine capovolgetelo. Versate sulla superficie di ogni panna cotta la salsa ai frutti di bosco e qualche lampone intero per decorare.

Panna cotta al caffè con gocce di cioccolato

Dopo avervi dato diversi suggerimenti per fare i dolci al caffè, ecco una versione alternativa della panna cotta. Perfetta per un fine pasto o per una golosa merenda.

panna cotta al caffè

Iryna Melnyk/shutterstock.com

Ingredienti per 6-8 persone

  • 2 tazzine di caffè
  • 500 ml di panna fresca
  • 80 g di zucchero
  • 4 fogli di colla di pesce
  • 4-5 cucchiaini di gocce di cioccolato per decorare
  • q.b. di granella di nocciola (facoltativo)
  • q.b. di chicchi di caffè (facoltativo)

Procedimento

  1. In una capiente ciotola versate acqua fredda e immergete i fogli di colla di pesce, lasciandoli in ammollo per 5 minuti.
  2. Nel frattempo preparate il caffè e versatelo in un pentolino con lo zucchero. Unite anche la panna e mescolate.
  3. Fate scaldare tutto a fiamma dolce senza arrivare al bollore. Quindi, spegnete e unite i fogli di colla di pesce ben strizzati e girate delicatamente fino a ottenere un composto denso.
  4. Sistematelo negli stampini, coprite con la pellicola trasparente e fate riposare in frigo per almeno 3 ore. Al momento di servire, capovolgete la panna cotta su un piattino e decorate con pezzetti di cioccolato fondente. Potete aggiungere a vostro gusto anche un po’ di granella di nocciola o qualche chicco di caffè lasciato intero.

Panna cotta al pistacchio

Con il pistacchio si può preparare un intero menù! Al dolce ci pensiamo qui, proponendovi questa golosa variante di panna cotta.

panna cotta al pistacchio

Jagoda Przybyla/shutterstock.com

Ingredienti per 4 persone

  • 500 ml di panna fresca
  • 70 g di zucchero
  • 100 g di crema al pistacchio
  • 4 fogli di colla di pesce
  • q.b. di pistacchi interi non salati

Procedimento

  1. Per prima cosa mettete in ammollo i fogli di colla di pesce in acqua fredda.
  2. In un pentolino versate la panna fresca e lo zucchero e fate cuocere a fiamma bassa, senza arrivare al bollore. Versate la crema al pistacchio un po’ alla volta, girando con la frusta per evitare la formazione di grumi.
  3. Strizzate i fogli di colla di pesce e uniteli al composto, continuando a girare e, quando sarà liscio e omogeneo, versatelo negli stampini. Lasciateli a temperatura ambiente per circa mezz’ora, quindi copriteli e metteteli in frigo per almeno tre ore.
  4. Estraete la panna cotta al pistacchio e passate un coltello a lama liscia sul bordo per facilitare lo stacco. Capovolgete ogni stampino su un piatto e aggiungete con qualche pistacchio intero come decorazione.

Panna cotta al cioccolato

Con il cioccolato, si sa, si fanno felici grandi e bambini. Ecco una versione golosa di panna cotta, decorata poi con granella di nocciole.

panna cotta cioccolato

Liliya Kandrashevich/shutterstock.com

Ingredienti per 4 persone

  • 500 ml di panna fresca
  • 100 g di zucchero
  • 150 g di cioccolato fondente al 75%
  • 4 fogli di colla di pesce
  • q.b. di granella di nocciole (facoltativo)
  • q.b. di riccioli di cioccolato (facoltativo)

Procedimento

  1. Mettete i fogli di colla di pesce in una ciotola con acqua fredda e lasciate in ammollo per qualche minuto. Fate sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria o in microonde.
  2. Nel frattempo in un pentolino scaldate la panna con lo zucchero senza portarla a bollore, mescolando spesso. Versatene metà nel cioccolato, lasciando da parte l’altra metà, e rimestate con la frusta per evitare formazione di grumi.
  3. Strizzate i fogli di colla di pesce a aggiungeteli ai due composti, continuando a mescolare. Versate quindi l’impasto bianco negli stampini o nei bicchieri, lasciateli stemperare e poi copriteli con pellicola trasparente e riponete in frigo per 10 minuti. Estraete e versate sopra la parte di panna cotta al cioccolato, livellando, poi coprite di nuovo e ponete ancora in frigo per almeno 3 ore.
  4. Al momento di servire immergete gli stampini per qualche secondo in una ciotola con acqua bollente, poi con un coltello a lama liscia staccate leggermente il bordo. Se invece avete preparato i bicchieri, potete anche servirli direttamente, decorando con qualche ricciolo di cioccolato o con granella e nocciole intere.

Panna cotta vegana con coulis di lamponi 

L’agar agar e l’uso di panna vegetale fanno sì che questo dessert sia adatto a chi segue una dieta vegata o anche semplicemente a chi è intollerante al lattosio.

panna cotta vegana

Joyce Mar/shutterstock.com

Ingredienti per 8 persone

  • 500 g di panna vegetale
  • 40 g di zucchero di canna
  • 1/2 baccello di vaniglia
  • 2 cucchiaini di agar agar

Per la coulis di lamponi

  • 250 g di zucchero di canna
  • 80 g di lamponi
  • 3-4 cucchiai di 1 limone

Procedimento

  1. Mettete un paio di cucchiai di panna in un bicchiere, unite la polvere di agar agar e mescolate fino a sciogliere bene. Versate il resto della panna in un pentolino, assieme allo zucchero e mescolate con una frusta facendo cuocere a fiamma dolce. 
  2. Quando inizia a scaldarsi aggiungete anche il resto della panna, continuando a girare. Appena iniziano a formarsi le prime bollicine, spegnete e fate riposare qualche minuto. Versate il composto negli stampini, coprite con pellicola trasparente e riponete in frigo per almeno 3 ore.
  3. Nel frattempo preparate la coulis ai lamponi: sistemateli in un pentolino con lo zucchero, il succo di limone e l’acqua e fate cuocere a fiamma dolce. Portate a bollore e, continuando a girare il composto con una frusta, fate cuocere per 5 minuti o comunque fino a quando inizia ad addensarsi. Passatelo con un colino a maglie strette per eliminare i semini e sfaldare eventuali pezzi rimasti interi, poi mettetelo in un contenitore con chiusura ermetica. Lasciatelo riposare a temperatura ambiente per mezz’ora poi mettetelo in frigo.
  4. Al momento di servire estraete gli stampini, passate un coltello con la lama liscia sul bordo, poi poggiate un piattino sopra e capovolgete tutto. La panna cotta si staccherà facilmente. Eliminate lo stampino e decorate con la coulis di lamponi.

Cosa ne pensate di queste ricette per fare la panna cotta? Vi piace la versione ai frutti di bosco o preferite quella al cioccolato?

Recommended Articles

Leave a Reply