Migliori piani cottura a induzione del 2021: classifica e guida all’acquisto

migliori-piani-cottura-a-induzione-del-2021:-classifica-e-guida-all’acquisto
I migliori piani cottura a induzione

I piani cottura a induzione sono una tipologia di fornelli da cucina che sfruttano la corrente elettrica diversi, dunque, dai piani cottura a gas tradizionali rispetto ai quali riservano numerosi vantaggi. Infatti sono facili da pulire e attraverso il loro utilizzo si limitano di molto i consumi. Inoltre, i tempi di cottura si riducono notevolmente e sono più sicuri perché non sprigionano una fiamma. Questo perché il meccanismo di funzionamento all’interno del piano cottura funziona con un induttore che, tramite la formazione di un campo magnetico, genera il calore necessario per cuocere i cibi in tutta sicurezza e con un risparmio energetico importante.

Si tratta di un sistema che promette una dispersione di calore inferiore al 10%, dal momento che si attiva esclusivamente quando la pentola è presente sul fornello. Difatti, la bobina che genera il campo elettromagnetico produce calore direttamente nel fondo della pentola. Una volta che la pentola verrà rimossa dalla superficie del piano cottura, un sensore di riconoscimento farà in modo che l’induzione di calore cessi immediatamente.

Molti sono i marchi rinomati quando si ha a che fare con piani cottura a induzione: basti pensare a Miele o Bosch, anche se sono diversi i modelli in vendita realizzati da brand altrettanto noti come Candy e Samung. Ma vediamo anche le migliori proposte in commercio su Amazon, tenendo conto dei pro e dei contro, delle offerte del momento e delle recensioni dei clienti.

Classifica dei 10 migliori piani cottura a induzione del 2021

Di seguito una classifica dei migliori piani cottura a induzione di quest’anno. Abbiamo selezionato i marchi più affidabili sul mercato, come Bosch, Miele, Samsung, Siemens o Electrolux; tenendo conto soprattutto della classe energetica, specie la classe A+++, molto ricercata tra gli utenti. Vediamo quali sono i migliori piani cottura a induzione attualmente in commercio!

1. Bosch PUE611BF1J

Il piano a induzione Bosch a quattro zone di cottura in vetro garantisce una potenza maggiore del 50%, assicurando allo stesso tempo massima efficienza e minimi consumi. Il piano di cottura è dotato di display elettronico con comandi TouchSelect: in questo modo sarà possibile regolare l’intensità del calore attraverso due semplici pulsanti + e -. Tra le altre caratteristiche della proposta della Bosch, inoltre, ci sono la funzione Timer e QuickStart: la prima assicura la possibilità di selezionare velocemente la potenza di cottura di cui si ha bisogno; la seconda, invece, di spegnere in automatico il piano. Infine, è da menzionare anche la funzione reStart attraverso la quale è possibile memorizzare le preferenze di cottura in caso di spegnimento non previsto.

Pro: la maggioranza dei commenti positivi si focalizza sull’eccellente rapporto qualità-prezzo. Stando alle recensioni, inoltre, i quattro fuochi del piano cottura sono altamente potenti e, soprattutto, salvaspazio.

Contro: essendo un piano cottura a induzione, si consigliano prodotti specifici per la pulizia in modo da non corrodere e rovinare irrimediabilmente la superficie.

Numero fuochi: 4

Bosch Elettrodomestici PUE611BF1J Piano Induzione 4 Zone di Cottura in Vetro 60 cm, 1000 W, 1 Decibel, Nero -42%

2. Miele KM 7262 FR

Il piano cottura a induzione in vetro temperato della Miele ha una potenza di 2300 Watt e un tipo di controllo digitale veloce e intuitivo. La funzione EasySelect, infatti, permette la facilità nella gestione dei comandi: attraverso questa funziona sarà possibile scegliere le zone di cottura e il livello di potenza del calore. Anche questa soluzione prevede la presenza di quattro zone cottura: tre circolari e una rettangolare. Inoltre, durante l’utilizzo, si può attivare anche l’opzione TwinBooster che assicura uno sprint iniziale efficace sui tempi di cottura; allo scopo di iniziare a cuocere più velocemente.

Pro: gli utenti che hanno acquistato questo prodotto si ritengono ampiamente soddisfatti, specie per quanto riguarda l’efficienza del piano cottura e il design essenziale e elegante.

Contro: nell’installazione di questo articolo consigliamo di seguire attentamente le istruzioni e gli schemi indicati oppure di consultare un esperto elettricista.

Numero fuochi: 4 + area rettangolare

Miele KM 7262 FR, Piano Cottura Induzione, 60 cm, 4 Fuochi, Vetroceramica, 2300 W -14%

3. Candy 33802713 Classe A+++

Quello proposto da Candy è un piano cottura a induzione classe A+++; che rappresenta l’eccellenza in termini di efficienza e risparmio energetico. Si tratta di una soluzione a quattro zone cottura, ognuna delle quali dotata di un’apposita funzione Booster per velocizzare i tempi di cottura iniziali. L’interfaccia utente è molto intuitiva perché dotata di uno Slider centrale con timer, per tenere sotto controllo i tempi nel momento in cui si cuociono i cibi, con nove livelli di potenza totali. Infine, altra caratteristica è il comando Blocco Bambino che impedisce eventuali accensioni automatiche del piano cottura e garantisce la sicurezza dei più piccoli.

Pro: la maggior parte degli utenti concorda sul valutare positivamente il prodotto della Candy in relazione ai livelli di consumo ridotti, garantiti dalla certificazione classe A+++. Anche il design e il grado di assorbenza sono apprezzati.

Contro: alcuni utenti hanno segnalato che, per rendere funzionale il piano cottura, sia necessario aumentare la potenza del contatore di energia elettrica.

Numero fuochi: 4

4. Samsung NZ64K5747BK

Il piano cottura a induzione della Samsung, con una potenza di 3300 Watt, rientra sicuramente tra i migliori sul mercato. Grazie alla Flex Zone, l’area rettangolare del piano, è possibile cuocere i cibi in padelle e casseruole di dimensioni differenti, da quelle più piccole a quelle più ampie. Tra le specifiche del prodotto è da annoverare sicuramente lo schermo LED Move Touch che consente una gestione puntuale e funzionale del piano cottura. La funzione Quick Start, invece, imposta velocemente il massimo livello di calore per una cottura veloce dei cibi, mentre l’opzione Mantieni il caldo è ideale per conservare i piatti alla temperatura che desideriamo.

Pro: gli utenti evidenziano la chiarezza dei comandi che rende agevole la gestione quotidiana del piano cottura. Inoltre, la presenza di 15 livelli di potenza permette di regolare in maniera precisa il consumo energetico del prodotto.

Contro: tra gli aspetti critici rintracciati in questo modello c’è il limitatore di potenza dove sono selezionabili solo due regolazioni, oltre alla massima potenza.

Numero fuochi: 4 + area rettangolare

5. Electrolux LIV63443

Il piano cottura a induzione della Electrolux è disponibile in due taglie: da 60cm e da 80 cm. Nonostante queste due misure differenti, la particolarità di questo modello risiede nelle zone cottura che si adattano perfettamente a tutte le dimensioni delle pentole o casseruole. Questo accade grazie anche alla funzione Bridge che crea una sorta di ponte tra zone cottura, unendole: in questo modo è possibile godere di più spazio per cucinare. Tra le altre funzioni da menzionare ricordiamo senz’altro la PowerBoost per lo sprint di calore istantaneo e la Hob2Hood, connessione cappa-piano. Questa opzione garantisce la regolazione automatica delle impostazioni di cottura da parte della cappa non appena si inizia a cucinare.

Pro: la maggior parte degli utenti dà importanza alla comodità di istallazione e di utilizzo del prodotto. Tra gli altri aspetti positivi, inoltre, ci sono l’ottimo rapporto qualità-prezzo e la facilità di pulizia.

Contro: la delicatezza del piano cottura è fattore di critiche, per cui consigliamo di porre maggiore attenzione nel poggiare e spostare le pentole.

Numero fuochi: 4 + area rettangolare

Electrolux LIV63443 Piano Cottura a Induzione Bridge, 4 Zone di Cottura da 60cm, Nero -3%

6. Whirlpool ACM795BA 5 fuochi

La nota azienda Whirlpool presenta un piano cottura a induzione a 5 “fuochi” e oltre, sicuramente da valutare. Questo perché attraverso la tecnologia FlexiCook è possibile unire e combinare le zone cottura, rendendo più fruibile la superficie per pentole e padelle di diversa dimensione. Inoltre, la funzione 6° senso permette di selezionare la temperatura in maniera automatica per qualsiasi tipologia di cottura: sia per lessare sia per bollire, fondere o friggere. Infine i comandi frontali rendono agevole la gestione generale del piano cottura, rispondendo a esigenze di comodità e flessibilità.

Pro: il prodotto della Whirlpool non tradisce le aspettative degli utenti, soprattutto in merito alle prestazioni che risultano essere molto rilevanti.

Contro: essendo realizzato in vetro è consigliabile porre una certa attenzione nel cucinare e spostare pentole e padelle sulla superficie.

Numero fuochi: 5 + area rettangolare

Whirlpool Europe PH ACM795BA Piano Cottura Induzione, Vetro, Nero, 51x86x5.6 cm -10%

7. Yaze DCL-17601 5 fuochi

Il piano cottura a induzione a 5 “fuochi” Yaze è una soluzione a incasso dalla potenza di 9300 watt. Con nove livelli di potenza facilmente accessibili tramite il controllo Touch, è possibile tenere sotto controllo la temperatura di cottura. Anche in questo caso la sicurezza è garantita, specie nei confronti dei bambini con la funzione Child Lock. Inoltre, il piano cottura a induzione della Yaze è dotato anche delle funzioni di autospegnimento, Timer, Booster e indicatore di calore residuo.

Pro: gli utenti apprezzano il design minimale e la superficie antimacchia, considerata un plus vincente. Inoltre, il punto forte di questo articolo è associato ai 5 fuochi attraverso i quali è possibile cucinare con più pentole e casseruole per volta.

Contro: è raccomandabile accertarsi di ricevere la garanzia al momento dell’acquisto del prodotto, oppure procedere con un’assicurazione aggiuntiva.

Numero fuochi: 5

8. Noxton ITS644B1/B classe A+

Il piano cottura a induzione della Noxton, con certificazione energetica A+, è interamente realizzato in vetro, con potenza di 6400 Watt. La sicurezza è garantita da funzioni multiple, come il Blocco Bambini e l’indicatore di calore residuo. Anche in questo caso la funzione Timer è presente, consentendo un controllo maggiore sui tempi di cottura. La caratteristica principale di questo piano cottura della Noxton è la possibilità di controllare con precisione la temperatura di pentole diverse: da quelle realizzate in ferro a quelle in ghisa, passando per quelle in acciaio inossidabile e in lega.

Pro: oltre al design dai bordi arrotondati molto apprezzato, il vantaggio maggiormente evidenziato riguarda la facilità di utilizzo grazie a comandi semplici e intuitivi.

Contro: alcuni utenti hanno segnalato un consumo in Watt molto potente che potrebbe compromettere il funzionamento del contatore con altri elettrodomestici accesi. Il consiglio, dunque, è quello di prestare attenzione e limitare la potenza delle zone cottura quando possibile.

Numero fuochi: 4

NOXTON piano cottura induzione 4 fuochi elettrico 60 cm con sensore Touch Control -11%

9. Amzchef 7000W

Della linea Amzchef di Amazon è il piano cottura a induzione da 4 fuochi e con una potenza di ben 7000 Watt. Il pannello di controllo intuitivo e semplice da utilizzare permette di cucinare facilmente qualsiasi ricetta, mentre attraverso la funzione Boost sarà possibile dare un input più veloce al calore durante la cottura. In questo modo, infatti, la zona di cottura selezionata arriverà alla potenza che desideriamo nel minor tempo possibile. È dotato di 9 livelli di potenza facilmente regolabili dal sensore digitale sul pannello di comando. Tra le altre caratteristiche, inoltre, c’è da specificare anche la presenza del Timer e il blocco sicurezza per bambini.

Pro: gli utenti apprezzano la velocità con cui si riscaldano le zone cottura. Inoltre, un altro aspetto positivo sottolineato da tanti è il rapporto qualità-prezzo.

Contro: per una questione di sicurezza e per comprendere bene tutte le funzionalità del prodotto consigliamo di leggere attentamente le istruzioni prima dell’uso.

Numero fuochi: 4

10. Siemens EX975LXC1E classe A+++

L’ultimo prodotto della nostra lista è il piano cottura a induzione classe A+++ della Siemens con zone di cottura flessibili. Questo significa che è possibile utilizzare pentole, casseruole e padelle di qualsiasi dimensione dal momento che le zone di cottura del piano sono facilmente adattabili. Inoltre, tra le altre funzionalità, c’è da citare sicuramente la fryingSensor Plus, che permette il controllo della temperatura della pentola in modo da non bruciare nessuna pietanza; oltre al classico Timer. Infine l’opzione PowerBoost aumenta la potenza del calore fino al 50% in più con un risparmio maggiore sul tempo di cottura degli alimenti.

Pro: gli utenti apprezzano l’efficienza e la qualità del piano cottura della Siemens, oltre alle diverse funzioni disponibili. Tra gli altri fattori da elogiare c’è anche la facilità di utilizzo grazie al display intuitivo.

Contro: consigliamo di fare attenzione alla superficie del piano durante la cottura perché, essendo realizzato in vetro, si può rigare facilmente.

Numero fuochi: presenza di zone di cottura flessibili

Come scegliere il migliore pano cottura a induzione: guida all’acquisto

Per effettuare un acquisto consapevole del miglior piano cottura a induzione sul mercato è importante tenere in considerazione alcuni fattori: vediamo quali.

Consumi e classe energetica

Nella scelta del piano cottura a induzione è molto importante tenere d’occhio i consumi. Nonostante la peculiarità di questi elettrodomestici risieda proprio in un maggior risparmio energetico, per renderli ancora più funzionali e convenienti esistono le certificazioni in merito alla classe energetica. Dalla A+++, che garantisce consumi minimi, si scende fino alla G. Inoltre, è possibile far riferimento anche alla potenza massima assorbita: ovvero ai Watt. In linea di massima è raccomandabile valutare, in relazione al wattaggio del proprio piano cottura, la capacità del proprio contatore. In questo modo sarà più semplice evitare sovraccarichi e, nel caso in cui si necessitano modifiche, proseguire con un potenziamento della capacità del contatore.

Funzioni

Le funzioni dei piani cottura a induzione sono molteplici e mancano nei piani cottura a gas tradizionali. Ad esempio opzioni come il Timer, per controllare i tempi di cottura, o come il Blocco Bambini per una maggiore sicurezza sono senz’altro da valutare. Altra funzionalità spesso comune è il Turbo Boost che consente di cuocere le pietanze in tempi record: questo permette di risparmiare ancora di più sui consumi. In alcuni piani cottura a induzione si possono ritrovare anche delle opzioni che garantiscono una flessibilità in più delle zone cottura allo scopo di poter cucinare con pentole e padelle di dimensioni differenti. Tra le tante funzionalità dei moderni piani cottura a induzione, infine, si possono rintracciare anche un selezionatore di temperatura o del livello di potenza o il pulsante di autospegnimento.

Zone cottura

Altro fattore da valutare sono le zone cottura: da due a cinque nella maggior parte dei casi. In realtà molti piani cottura a induzione, oltre ai “fuochi”, presentano anche una zona rettangolare sulla superficie. Mediante l’utilizzo dell’area rettangolare è possibile cucinare contemporaneamente con più padelle o casseruole; anche di diversa dimensione. In questo modo si vanno a combinare i diversi “fuochi” presenti sul piano cottura, incrementandone la funzionalità.

Dimensioni

Le dimensioni sono importanti se si vuole cambiare il proprio piano cottura tradizionale con uno a induzione. Solitamente quelli a quattro zone cottura, che sono i più comuni, variano dai 40 ai 60 cm di larghezza. Mentre quelli a cinque e più “fuochi” potrebbero arrivare fino ai 90 cm di larghezza. Anche le zone cottura possono variare di diametro, proprio per rendere più fruibile la cottura con pentole di grandezze differenti.

Sicurezza

La sicurezza quando si tratta di cucina è fondamentale. Per tale motivo è raccomandabile scegliere un piano cottura a induzione anche per le sue funzionalità associate alla sicurezza, come ad esempio il Blocco Bambini. Altre opzioni potrebbero essere dei dispositivi di sicurezza che evitano l’accensione casuale del piano, oppure la funzione di autospegnimento. Utile, in questo senso, è anche la possibilità di trovare una funzione contro le fuoriuscite che consente di spegnere il piano cottura nel momento in cui i liquidi fuoriescono dalle pentole e si riversano sulla superficie del piano.

Prezzo

Il prezzo è probabilmente il primo elemento sul quale si riflette se si decide di acquistare un piano cottura a induzione. Nonostante la spesa sia comunque più alta rispetto ai classici fornelli a gas, in questo caso il costo è direttamente proporzionale al consumo ridotto in termini di energia e, quindi, a un risparmio in bolletta. I prezzi variano in base alle funzionalità, alle dimensioni e al numero di “fuochi” presenti. Generalmente i modelli più essenziali si aggirano intorno ai 300 euro, mentre quelli più elaborati possono arrivare anche oltre i 1000 euro.

Marca

Quando si ha a che fare con gli elettrodomestici e, in questo caso, con uno di quelli necessari per la vita in cucina, la marca rappresenta un criterio di valutazione fondamentale. I brand che si occupano della produzione di modelli affidabili e sicuri sono diversi, tra quelli più famosi ricordiamo Bosch, Miele, Samsung, Candy, Siemens, Smeg, Whirlpool, Electrolux e molti altri.

Manutenzione

Conservare funzionante e pulito un piano cottura a induzione significa non dimenticarsi di una corretta manutenzione, che prevede senz’altro una pulizia adeguata associata a buone abitudini quotidiane. In primis è importante considerare detergenti specifici e pulire la superficie ogni giorno con detersivi non aggressivi. Non utilizzare spugne particolarmente elaborate o raschietti per la pulizia, dal momento che potrebbero rovinare l’aspetto del piano, rigarlo o graffiarlo. Altri consigli per una manutenzione perfetta del piano cottura sono:

  • utilizzare pentole e casseruole ideate appositamente per l’utilizzo su piano cottura a induzione
  • evitare di posizionare pentole calde sul pannello di controllo o sulle aree dedicate agli indicatori
  • non appoggiare oggetti pesanti, ruvidi o affilati sulla superficie del piano
  • non sfregare le pentole sulla superficie del piano cottura
  • utilizzare degli appositi tappetini in fibra di vetro e PFOA free per diminuire il rischio di blocchi di sistema durante l’utilizzo del piano cottura

Come funziona un piano cottura a induzione

Diversamente da un piano cottura tradizionale a gas, il piano cottura a induzione funziona con la corrente elettrica. La superficie piatta e lucida del piano cottura, grazie a una bobina posta al suo interno, riscalda in maniera omogenea solo la pentola. Questa, infatti, permette la creazione di un campo magnetico e, di conseguenza, la generazione di calore.

È il calore a riscaldare la pentola e non la fiamma. In questo modo sarà più veloce cucinare i cibi allo scopo fare economia sui tempi di cottura; con il risultato di un risparmio energetico maggiore. Si tratta di una soluzione alternativa al classico modo di cucinare perché più vicina alle politiche green e a tematiche direzionate verso la sostenibilità.

Come utilizzare un piano cottura a induzione

Per utilizzare un piano cottura a induzione è importante prima di tutto assicurarsi che l’istallazione dell’elettrodomestico sia stata effettuata nel modo corretto. Quindi seguire i successivi step:

  • tenere premuto il tasto di accensione del piano cottura fino all’apparizione dell’indicatore luminoso
  • posizionare correttamente la pentola sulla zona di cottura che abbiamo deciso di utilizzare
  • sul pannello di controllo premere il comando di accensione della zona cottura prescelta
  • scegliere il livello di potenza con i tasti + e presenti sul pannello di controllo
  • una volta che le pietanze sono pronte, spegnere la zona di cottura prescelta e attendere lo spegnimento eventuale dell’indicatore con simbolo H. Questo sta a indicare che l’area cottura è ancora calda e c’è il rischio di scottarsi. Non tutti i modelli sono dotati di questo indicatore di sicurezza, nella maggior parte dei casi comunque potrebbe essere presente una funzione di spegnimento automatico per questioni di risparmio energetico.

Piano cottura a induzione: pro e contro

Ma quali sono i pro e i contro di un piano cottura a induzione? Per capire se faccia effettivamente al caso nostro possiamo elencare una serie di vantaggi e di svantaggi che potranno aiutarci nella scelta. Tra i vantaggi bisogna ricordare:

  • Facilità e rapidità di pulizia
  • Risparmio energetico
  • Zero dispersione termica
  • Distribuzione uniforme del calore
  • Design moderno e essenziale
  • Sicurezza maggiore contro eventuali perdite di gas dei piani cottura tradizionali

Per quanto riguarda gli svantaggi possiamo affermare che siano davvero ridotti. Possiamo però chiarire che, nella maggior parte dei casi, acquistare un piano cottura a induzione significa andare incontro a una spesa iniziale elevata rispetto alle cucine tradizionali. Anche per quanto riguarda, ad esempio, l’acquisto di pentole specifiche per l’induzione.

Recommended Articles

Leave a Reply