Migliori multicooker: classifica, modelli e guida all’acquisto

migliori-multicooker:-classifica,-modelli-e-guida-all’acquisto

I multicooker sono degli elettrodomestici multifunzionali di ultima generazione, che consentono di cucinare automaticamente una serie di cibi tramite dei programmi preimpostati e delle ricette pre-programmate. Sono una via di mezzo tra vari elettrodomestici normalmente utilizzati in cucina, come dice il nome stesso, ma presentano anche funzioni tipiche di un robot da cucina.

I multicooker sono pensati per condensare in un unico prodotto elettrico gran parte dei metodi di cottura esistenti: a vapore, a forno statico o ventilato, fritto, ad aria e cotto sui fornelli. Grazie alle sue dimensioni salvaspazio e al suo costo salvaportafoglio molto ridotto è l’articolo ideale per chi non vuole dedicare tempo alla cucina. La sua semplicità d’utilizzo inoltre è a prova di principiante.

Esistono moltissimi modelli di multicooker, che differiscono per funzioni, programmi e accessori, ma il meccanismo di base è lo stesso: si serve di una o più resistenze, che avviano il processo di cottura dei cibi a temperature elevate; il calore non si disperde grazie al coperchio, così i tempi di cottura si dimezzano e i costi si abbassano.

Alcune versioni presentano una ventola che contribuisce alla distribuzione omogenea del calore all’interno del recipiente di cottura: il movimento del calore serve per varie modalità di cottura, quale quella a forno ventilato o per la frittura ad aria. I multicooker più avanzati possiedono anche una pala per la mantecatura, che consente di girare costantemente le pietanze in cottura in modo da non farle attaccare al supporto. Con questi modelli si possono anche impastare gli ingredienti in caso di dolci e lievitati.

Quale marca scegliere per il nostro multicooker? La De’Longhi, l’Ariete, la Kenwood, la Moulinex e la Russel Hobbs producono degli ottimi dispositivi, e affidarsi a questi brand è sempre una saggia scelta. Per quanto riguarda il modello invece, vi consigliamo di seguire le dritte contenute nella guida all’acquisto che troverete più giù; per ispirarvi e valutare quale sia la scelta migliore per voi, abbiamo preparato un listato dei migliori multicooker in commercio, scelti all’interno della sezione dedicata su Amazon.

Non esiste un multicooker migliore in assoluto, ma la scelta del prodotto dipende dalle vostre esigenze, dall’uso che ne farete e dal prezzo che siete disposti a spendere.

I 12 migliori multicooker del 2021

Per farvi un’idea di quale possa essere il modello più adatto a voi, vi lasciamo una lista dei migliori multicooker in commercio su Amazon, selezionati in base alla marca, alla resa e alle recensioni degli utenti.

1. Moulinex Companion XL HF80CB

1550 W, 16000 giri/min e un range di temperatura 30°-150° per il Companion XL HF80CB della Moulinex, il multicooker che più si avvicina a un robot da cucina. Ha 6 differenti modalità di cottura e inoltre trita, impasta, amalgama, cuoce. L’intero processo di preparazione non richiede neanche un momento di attenzione: il dispositivo è assolutamente autonomo. Grazie alle 12 funzioni, assolve alle mansioni di qualsiasi altro elettrodomestico da cucina; l’interfaccia ridisegnata del display permette di selezionare con facilità le opzioni e i programmi.

Il recipiente interno è in acciaio inossidabile lucidato e ha una capienza di 4,5 L, che consente di cucinare comodamente fino a 10 porzioni. Il coperchio di sicurezza si blocca automaticamente all’avvio, per garantire una cottura senza rischi. In ultimo sono da citare i numerosissimi accessori che si trovano nella confezione, tutti in acciaio inossidabile: pala per mescolare, impastatrice, spatola, frusta, cestello per vaporiera. Tutti gli elementi sono lavabili in lavatrice.

Pro: è il prodotto perfetto per chi cerca un aiutante in cucina che faccia tutto, o quasi; molto apprezzato il ricettario regalato all’acquisto.

Contro: non è tra i più economici, ma la qualità ne giustifica il prezzo.

2. Moulinex Cookeo CE9028

Un modello di multicooker più compatto del precedente, ma altrettanto rivoluzionario è il multicooker Cookeo CE9028 della Moulinex. È un dispositivo dotato di connessione Wi-Fi che consente di collegare il cellulare al supporto per un controllo da remoto tramite app My Cookeo. Sullo smartphone si possono anche creare ricette personalizzate, in aggiunta alle numerosissime alternative pre-programmate. La struttura in acciaio inossidabile presenta uno schermo touch screen per regolare le impostazioni e i programmi; il recipiente interno ha una capienza di 6 L e ha un rivestimento in ceramica, per prevenire l’attaccatura dei cibi in cottura.

La potenza da 1600 W supporta qualsiasi tipo di cottura. Un wattaggio così alto è richiesto dalle 13 modalità di cottura che il modello della Moulinex offre: tra le altre anche la cottura a pressione, possibile grazie al dispositivo di sicurezza, che pochi articoli presentano. La facilità d’utilizzo e l’interfaccia intuitivo sono i due punti di forza di questo modello: grazie ai filtri è possibile selezionare le ricette in base ai tempi di cottura (10 – 20 – 30 minuti) e agli ingredienti a disposizione, nonché il tipo di pasto (antipasto, primo, secondo, dolce). La presenza del timer è utile per un avvio ritardato della macchina; inoltre il mantenimento in caldo delle pietanze permette di consumare cibi sempre caldi.

Pro: è un modello compatto, perfetto per chi ha poco spazio in cucina.

Contro: il prezzo potrebbe sembrare elevato agli occhi di molti, ma è giustificato dall’eccezionalità del prodotto.

3. Moulinex Cookeo Grameez CE8598

Un modello di poco precedente al primo è il Cookeo Grameez CE8598, sempre marcato Moulinex. È dotato di connessione bluethoot che consente di collegare il dispositivo sia allo smartphone sia alla bilancia, inclusa all’acquisto: questa trovata permette un ricalcolo delle ricette in base all’esatto quantitativo di ingredienti disponibili. Il controllo da remoto è utile per verificare la cottura dei cibi direttamente dall’app; grazie al timer è possibile attivare l’avvio ritardato e cucinare comodamente mentre si è fuori casa; il sistema di mantenimento del calore preserva i cibi dal raffreddamento.

Le 200 ricette pre-programmate sono una garanzia di semplicità e si servono delle 6 modalità di cottura. Il recipiente interno può essere comodamente lavato in lavastoviglie, senza temere di danneggiare il rivestimento antiaderente in ceramica.

Pro: è un multicooker molto valido, esattamente come i modelli precedenti, ma disponibile a un prezzo inferiore.

Contro: può semprare un po’ ostico, ma acquisirete dimestichezza con il dispositivo con un po’ di pazienza.

Moulinex Cookeo + Grameez Connect CE8598 Multicooker, Interfaccia Digitale, Bilancia Connessa, 6 Modalità di Cottura, 200 Ricette Pre-programmate, App My Cookeo, Pentola 6 Litri Antiaderente, Nero -14%

4. De’Longhi

La De’Longhi propone il suo Multicooker FH1394/2, un multicooker che integra la funzione della friggitrice ad aria, grazie alla potente ventola installata sul coperchio. Le resistenze sono da 2400 W, per supportare fino a 4 livelli di potenza e 7 programmi di cottura (stufato e risotto; pizza; friggitrice low-oil, torta, griglia ad aria, foro, padella). L’oblò presente sul coperchio consente di controllare la cottura dall’esterno, evitando le dispersioni inutili di calore; il pannello di controllo digitale serve ad impostare potenza e tempi di cottura in modo semplice e veloce; tramite una manopola è possibile selezionare il programma prescelto.

La pentola interna con capacità di 8 L presenta un rivestimento di ceramica antiaderente, si può rimuovere con facilità e lavare in lavastoviglie. Il dispositivo è corredato di timer e di pala mescolatrice rimovibile; l’azienda ha messo a disposizione anche un’app per smartphone dalla quale si possono scaricare una serie di ricette pre-programmate, per uno sfruttamento ottimale del multicooker.

Pro: il sistema multifry assicura una frittura perfetta, che nulla ha da invidiare alle migliori friggitrici ad aria.

Contro: la capienza notevole potrebbe occupare un po’ più di spazio rispetto a modelli più piccoli e di capacità inferiore.

5. Russell Hobbs

Tra i multicooker di fascia di prezzo bassa, il migliore è il Cook@Home Multi Cooker 21850-56 della Russell Hobbs. La sua pentola con capacità da 5 L è in acciaio inossidabile rivestito di teflon, tra i migliori materiali antiaderenti. Il coperchio anticondensa evita che l’acqua si accumuli a cada sui cibi in cottura, che perciò rimangono croccanti e saporiti. La potenza di 900 W alimenta gli 11 programmi (cottura a vapore, slow cook, stufato, zuppa, riso, porridge, pane, torte,  carne, pesce, yogurt) e il display LED del pannello di controllo; è presente anche un timer per l’avvio ritardato con un limite massimo di 24 ore. Tra gli accessori sono inclusi una spatola, un mestolo, un misurino e un cestello per la cottura al vapore, tutti in plastica dura.

Pro: a un prezzo molto basso è possibile avere un elettrodomestico che spesso costa parecchi soldi.

Contro: il prezzo competitivo comporta la rinuncia a piccole funzioni extra, ad esempio l’assenza di ventola.

6. Ariete 2945 Multicooker Twist

Il Multicooker Twist 2945 della Ariete è un dispositivo multifuzionale dotato di pala mescolatrice, con 30 funzioni, per una cottura dei piatti pratica, che potrebbe stupire anche i più inesperti in cucina. La temperatura minima è di 35° e la massima si 180° è in grado di assolvere a tutte le tipologie di cottura, dalla normale bollitura, alla frittura, alla cottura a vapore; la modalità yogurt permette inoltre di preparare un ottimo yogurt casalingo, evitando così le confezioni di plastica del supermercato.

La pala interna rimovibile permette di impastare (pizze, focacce, dolci e lievitati in generale), ma anche di preparare risotti e paste risottate, senza che questi si attacchino alla pentola interna, rivestita di ceramica. Il display esterno LCD consente un settaggio delle impostazioni senza intoppi. Il modello è corredato di spatola e mestolo, misurino per i dosaggi e cestello per la cottura a vapore.

Pro: l’Ariete offre a un prezzo piuttosto economico una versione di multicooker per tutti; il ricettario incluso è inoltre molto comodo perché fornisce temperature e tempi ideali per le varie pietanze, misurati in funzione delle caratteristiche del prodotto.

Contro: alcuni utenti considerano un po’ difficoltoso imparare a leggere il display, perché riporta molte informazioni; una volta presa la mano tuttavia, riferiscono che utilizzare il multicooker è molto semplice.

Ariete 2945 Multicooker Twist Pentola Multifunzione Cuocivivande con Pala Mescolatrice, Display LCD, 30 Programmi Preimpostati, Cestello 5 L, Ricettario, Bianco/Grigio -12%

7. Philips

Il Philips Airfryer XXL HD9652/90 è un multicooker e friggitrice ad aria di ultima generazione: la tecnologia twin turbo star sfrutta una ventola allocata sul coperchio, che crea una corrente di aria calda molto potente, alimentata da un motore da 2225 W. Il meccanismo è perfetto per friggere, arrostire e grigliare, ma anche per la cottura in forno, soprattutto ventilato, con quantità di olio minime: si parla di una riduzione del 90% di olio.

La capacità del cestello XXL di 7,3 L consente di cucinare anche molte porzioni (tra le 6 e le 8); il sistema fat removal rimuove in cottura il grasso in eccesso, per piatti salutari, perfetti anche per la dieta. Dal display è possibile accedere ai 5 programmi perimpostati; l’app permette di studiare nuove ricette e prendere spunto per i vostri esperimenti. Una nota di merito va al design raffinato ed elegante, minimalista e salvaspazio: questo elettrodomestico è adatto a qualsiasi cucina.

Pro: l’ottima resa nella cottura dei fritti e la possibilità di cuocere con il 90% in meno di olio rende questo prodotto adatto a chi cerca soprattutto una friggitrice ad aria, ma non disdegna qualche funzione in più.

Contro: alcuni utenti hanno reclamato l’assenza di accessori, che vanno acquistati a parte in un secondo momento a poco prezzo.

8. Kenwood

Dalla Kenwood con furore arriva il kCook Multi CCL401WH, un prodotto a metà tra un multicooker e un robot da cucina, quasi una cooking machine, con bilancia integrata. Con questo dispositivo è possibile non solo cuocere i cibi, ma anche sminuzzare, tritare e tagliare, per una preparazione delle pietanze a 360°. I 6 programmi automatici consentono di preparare le portate principali (primi e secondi), le salse, di cuocere al vapore, di preparare zuppe e dessert; la modalità wok-sautè è perfetta per rosolare carne e verdure.

È inoltre un modello super accessoriato: lama in acciaio inox per tritare, pala per mescolare, la frusta per montare, un cestello in plastica dura per la cottura al vapore e infine un direct prep per affettare e sminuzzare le verdure. Il display di controllo posizionato sulla base consente di settare le opzioni con semplicità, in base alle indicazioni scaricabili sull’app ricettario gratuita.

Pro: il multicooker della Kenwood è apprezzato da chi cerca un aiuto realmente multifunzionale in cucina.

Contro: questo multicooker è piuttosto grande, quindi si sconsiglia l’acquisto nel caso cerchiate un prodotto più compatto per cucine piccole.

9. Bosh

La Bosh offre il Multicooker MUC28B64FR, un articolo del famoso brand tedesco dalle molteplici funzionalità. Con una potenza di 900 W e una capienza di 5 L, è un modello che consuma poco e consente di cucinare fino a 4-6 portate. Ha ben 17 modalità di cottura e 48 funzioni differenti, che possono essere selezionate e impostate tramite l’ampio display LCD.

Il programma autocook consente un avvio ritardato fino a 12 ore, regolabile tramite il timer; lo spegnimento automatico a fine cottura non brucia le pietanze e la funzione scaldavivande tiene in caldo i cibi fino al momento di portarli in tavola. All’acquisto sono inclusi nella confezione anche un mestolo, una spatola, un cestello per la cottura a vapore a due strati e un cestello per la frittura.

Pro: gli utenti apprezzano molto il sistema cooltouch, che isola l’esterno della macchina e mantiene la superficie fredda: questo meccanismo rende il prodotto ideale per chi ha bimbi in casa, che potranno aggirarsi per la cucina in tutta sicurezza.

Contro: il libretto di istruzioni e i programmi della macchina sono disponibili in lingua tedesca, ma è talmente intuitivo che non avrete problemi.

9. Instant Pot

La Instant Pot DUO è un multicooker elettrico a pressione interamente in acciaio inox, con pentola interna di 3 L di capienza e potenza di soli 700 W. I 12 programmi che offre sono descritti chiaramente sul display e possono essere facilmente selezionati grazie all’interfaccia dalla grafica pulita e lineare.

È tra i modelli più venduti, grazie alle sue dimensioni ridotte e al peso contenuto, perfetti se si è in due, o anche da soli. La cottura a pressione è un’aggiunta sempre gradita nelle multicooker, ma in molti modelli non è inclusa; inoltre la presenza dell’allarme di sicurezza consente una cottura del tutto sicura.

Pro: piccola e compatta, è tra le alternative che occupano meno spazio e consumano meno energia.

Contro: non è indicata se si deve cucinare per più di 2 persone, ma se vi interessa lo stesso modello è disponibile anche di dimensioni maggiori, per famiglie numerose.

10. Aigostar

Il Panda Aigostar è multicooker in acciaio inox con capienza di 5,5 L e voltaggio di 1000 W, per 14 programmi di cottura preimpostati. Le sue 7 funzioni e il controllo manuale consentono di spaziare tra le ricette: sperimentare è facile, grazie alla guida del ricettario.

È possibile figgere con poco olio e bollire, cuocere a fuoco lento o con modalità espressa; il coniglio in umido diventerà il vostro cavallo di battaglia; carne e pesce possono essere grigliati, cotti in padella o passati in forno; è disponibile anche una modalità di cottura per pane, pizze e dolci. Il timer permette di impostare un avvio ritardato fino a 24 ore. La confezione include anche un misurino e due mestoli.

Pro: il design misurato è molto apprezzato da chi ha acquistato questo articolo; inoltre gli utenti elogiano la semplicità di lettura del display.

Contro: è un modello privo di ventola, pertanto non consente la frittura ad aria.

Aigostar Panda 30 Hgz – Pentola a pressione multifunzione e cottura lenta, 14 funzioni programmabili con pannello LED, contenitore in acciaio inox da 6 litri, 1000 W. Ricettario in PDF -35%

11. Klarstein

Il cuoci-vivande multicooker della Klarstein è un elettrodomestico piccolo, salvaspazio, con motore da 950 W. Il punto di forza di questo articolo è sicuramente il design tondeggiante, che unito al pannello touchscreen rende questo multicooker un prodotto molto sofisticato.

I programmi disponibili sono 23, possono essere scelti tramite l’interfaccia digitale, che offre anche la possibilità di un’opzione DIY (do it yourself, fai da te), tramite la quale si può personalizzare la cottura. Il timer ha un range di 24 ore, dotato anche di funzione di avvio ritardato; la temperatura può essere impostata fino a un massimo di 160°. Questo modello è dotato di ventola.

Pro: alcuni utenti, controllando il consumo, hanno constatato che si aggira intorno agli 870 W: un ulteriore risparmio molto ben visto.

Contro: questo multicooker molto accessoriato è sprovvisto soltanto di pala mantecatrice, una macchia nera dal punto di vista degli acquirenti.

12. Crock-Pot

Velocità è la parola magica che contraddistingue il Express MultiCooker CSC051X della Crock-Pot. È un dispositivo che consente di risparmiare fino al 70% di tempo in più nella preparazione di qualsiasi piatto, grazie al coperchio ermetico che previene la dispersione di calore. La pentola interna da 5,6 L è composta da materiale antiaderente idoneo ai lavaggi in lavastoviglie; la potenza di 1000 W è perfettamente equilibrata: grantisce una cottura veloce, ma allo stesso tempo pesa meno sulla bolletta. Le 8 funzioni pre-pogrammate sono accessibili tramite pannello LCD. La confezione include anche una pratica griglia sia per la cottura a vapore sia per la modalità grill.

Pro: la modalità di mantenimento in caldo e lo spegnimento automatico sono graditi da chi spesso lascia la macchina in funzione; inoltre la cottura a pressione ha una resa tra le migliori.

Contro: alcuni modelli sono arrivati lievemente danneggiati nell’estetica, ma è da dire che il venditore ha prontamente effettuato una sostituzione, anche grazie ai vantaggi dati dal servizio Amazon Prime.

Crock-Pot CSC051X-0 - Express MultiCooker da 5.6 l, Programmabile 12-in-1, Cottura a Vapore e a Pressione, Funzioni Pre Impostate, Argento/Nero -7%

Vantaggi e svantaggi del multicooker

Il multicooker è un elettromestrico che consente di svolgere più processi di preparazione di una pietanza al suo interno, e sembra avere molti vantaggi e pochissimi svantaggi.

Tra i pro dati dall’acquisto di questo articolo vi è sicuramente la semplicità della cottura: con un multicooker in cucina sarà possibile preparare piatti in maniera completamente automatica. Ma grazie alla funzione di programmazione manuale sarà allo stesso tempo possibile dilettarsi in ricette nuove. Per di più è un articolo economico, che svolge funzioni di più elettrodomestici contemporaneamente, ma consuma molto meno: il costo iniziale del prodotto verrà quindi ammortizzato con il passare del tempo.

Hanno la multifunzionalità dei robot da cucina, ma consentono di bollire il riso come i cuociriso elettrici; inoltre grazie alla pala per la mantecatura preparano anche degli ottimi risotti. I modelli dotati di ventola fungono inoltre da friggitrici ad aria e in base alle impostazioni consento una cottura lenta tipica delle slowcooker.

Per di più le funzioni di cottura che evitano la dispersione degli aromi e dei succhi consente di utilizzare pochissimi grassi, per un cucina magra e salutare.

Tra gli svantaggi invece bisogna far presente che nel multicooker non si possono cuocere più cibi insieme, poiché si può utilizzare solo un cestello alla volta. Inizialmente l’utilizzo di questo elettrodomestico potrebbe non essere facile: ci vorrà un po’ per prendere la mano, imparare i programmi e conoscere perfettamente il funzionamento, così da poter sperimentare anche in maniera autonoma. Si sconsiglia l’acquisto ai veri amanti della cucina, poiché l’utilizzo di un dispositivo che fa tutto al posto tuo potrebbe non essere gradito: toglierebbe al cuoco gran parte del divertimento.

Come si usa il multicooker?

L’utilizzo del multicooker è veramente semplice e dipende dalle resistenze elettriche (anche dette resistori) contenute al suo interno, tipiche dei forni elettrici tradizionali. Queste sono costituite da due elementi di nichel separati da una piastra di ceramica e legati da una pellicola di carbonio, che consente il passaggio del calore. I resistori raggiungono temperature elevate in poco tempo (dai 40-50° ai 180° circa), grazie anche al coperchio ermetico che impedisce la dispersione di calore. A seconda del modello, si potranno avere 1, 2 o più resistenze.

L’attivazione è elementare: è sufficiente scegliere la ricetta sui vari ricettari (le aziende consentono di scaricarli online, su app o, in alcuni casi, forniscono anche versioni cartacee) e seguire le indicazioni che vi consentiranno di scegliere un programma preimpostato.

Una volta inseriti gli ingredienti all’interno della pentola antiaderente, basterà azionare il meccanismo e il multicooker inizierà a funzionare in maniera autonoma. Quando acquisirete la giusta dimestichezza con questo elettrodomestico, potrete sperimentare le vostre ricette tramite il setting manuale delle impostazioni. Vi consigliamo di non sperimentare subito, perché ogni multicooker ha delle proprie caratteristiche che è bene imparare a conoscere per un buon risultato.

A fine cottura il multicooker vi avviserà tramite un allarme sonoro. Dopo qualche minuto si attiverà il meccanismo di sbloccaggio del coperchio; a questo punto potrete aprire la pentola e portare in tavola il risultato. Nel caso in cui non siate in casa quando il multicooker termina la cottura, il sistema di mantenimento in caldo eviterà il raffreddamento della pietanza.

Come scegliere il miglior multicooker

Partiamo dal presupposto che nella scelta del multicooker sono importanti le vostre esigenze. È inutile spendere molti soldi in un modello superaccessoriato, se ritenete che non sperimenterete molte funzioni fornite. Il consiglio è di valutare bene ciò di cui avete bisogno e scegliere il modello che vi sembra più adatto. Tutte le alternative proposte nel listato sono ugualmente valide.

Struttura

Il multicooker si presenta come una pentola posta all’interno di un supporto più grande. Su questo supporto si trova generalmente il display (con i tasti o touch screen) che funge da pannello di controllo per regolare le impostazioni e il meccanismo di funzionamento. Composto solitamente in plastica o in acciaio inox funge anche da elemento di isolamento.

Sopra il corpo principale si trovano le resistenze elettriche, le stesse barre che si trovano all’interno dei forni tradizionali e costituiscono il vero e proprio meccanismo di riscaldamento. A seconda della potenza del dispositivo possiamo trovare una o più resistenze, regolate tramite un sensore di temperatura.

Il supporto da sostegno alla pentola interna rimovibile, il contenitore a diretto contatto con gli ingredienti, costituita di materiale antiaderente per evitare che i cibi si attacchino all’interno.

La pentola è chiusa da un coperchio, che in alcuni modelli è ermetico e in altri no; ha la funzione di sigillare il calore in modo da ridurre i tempi di cottura e garantire un mantenimento omogeneo della temperatura. Evita inoltre la dispersione degli aromi, per pietanze più saporite e autentiche. Intorno alla pentola si trova un dispositivo di raccoglimento della condensa, per evitare che l’acqua coli lungo gli elementi elettrici e faccia danni consistenti.

Accessori

Come sottolineato, non tutti i modelli sono ugualmente accessoriati. A seconda del prezzo che si è disposti a investire, si potrà avere un multicooker più o meno equipaggiato.

Tutti i modelli in commercio sono forniti di cucchiai appositi per mescolare senza danneggiare la superficie antiaderente e di misurini per dosare.

Alcuni modelli presentano una ventola, che ha la funzione di far circolare il calore all’interno dell’ambiente, in modo da assicurare una modalità di cottura simile al forno ventilato; questi modelli consentono anche la frittura ad aria.

Un altro strumento che può essere utile, ma non fondamentale, è la pala per la mantecatura, che permette di cucinare quei cibi che hanno bisogno di essere mescolati continuamente, come i risotti.

Molto comuni sono i modelli con cestello per la cottura a vapore, ideali per le verdure, ma anche per cucinare carne e pesce dietetici e salutari. Un altro cestello che può essere utile è il cestello per friggere, che consente di operare sia una frittura tradizionale, sia una frittura ad aria. La capienza dei cestelli dipende dalla capienza originaria della pentola.

Uno strumento raro ma molo utile per rendere il multicooker estremamente versatile è la griglia, per cuocere a modalità grill qualsiasi tipologia di cibo esattamente come nel forno.

Valutare la struttura del multicooker può essere un ottimo indizio per capire quello di cui si ha bisogno. Un plus che alcune marche prevedono è un ricettario, che consente di muovere i primi passi nell’utilizzo del multicooker.

Funzioni

Le funzioni del multicoocker sono molteplici e consentono di far risparmiare molto tempo e spazio in cucina. Anche in questo caso è importante tener conto dell’uso che vorrete fare di questo elettrodomestico, per scegliere quello più adatto. Le modalità di cottura che può svolgere sono:

  • forno statico: la tipica cottura a forno statico, ideale per torte, focacce, pizza e pane, sfrutta entrambe le resistenze (superiore e inferiore);
  • forno ventilato: perfetto per cuocere crostate, biscotti, verdure e arrosti, utilizza una ventola che tiene in movimento costante il calore;
  • grill o alla piastra: la modalità che consente di creare pietanze croccanti a base di carne, pesce o verdure; funziona tramite il riscaldamento massimo della resistenza superiore e l’intiepidimento della resistenza inferiore;
  • frittura: può essere ad aria (nei modelli provvisti di ventola) o ad olio (per un fritto più tradizionale);
  • al vapore: tramite l’apposito cestello che consente di sopraelevare la superficie di cottura e la chiusura ermetica del coperchio, si può creare un ambiente umido che consente la cottura a vapore;
  • bollitura: la tradizionale bollitura dell’acqua sui fornelli per cucinare riso e pasta;
  • risottatura: nei modelli forniti di pala mantecatrice, è possibile risottare sia il riso che la pasta, per delle pietanze cremose, che non si attaccano alla pentola;
  • cottura lenta: perfetta per gli alimenti che hanno bisogno di una cottura lunga, lenta, a basse temperature, come gli stracotti;
  • cottura espressa: una modalità di cottura veloce per preparare cibi semplici o surgelati.

I modelli più equipaggiati sono dotati anche di:

  • Timer, che consente di impostare un avvio ritardato del programma, molto utile per far funzionare multicooker anche quando voi non siete in casa;
  • Setting manuale: nel caso in cui le vostre pietanze richiedano delle impostazioni diverse da quelle dei programmi preinstallati, potrete regolare il multicooker a vostro piacimento tramite il settaggio manuale delle impostazioni;
  • Sistema di mantenimento in caldo: permette di tenere le pietanze in caldo una volta cotte, così da evitare piatti freddi in tavola;
  • Collegamento bluethoot o Wi-Fi, che garantisce la possibilità di gestire comodamente il dispositivo tramite app dallo smartphone.

Programmi

La comodità del multicooker consiste nel poter preparare le pietanze anche tramite una serie di programmi preimpostati: questi elettrodomestici sono dotati di varie ricette con tempo, temperature e dosi già calcolati, in modo da cuocere in automatico pietanze diverse. A seconda del modello si trovano dai 3 ai 10 o più programmi preimpostati: vi consigliamo quindi di valutare di quanti programmi avrete bisogno per poter sfruttare al meglio il vostro multicooker. I più comuni sono:

  • In padella: è un programma che simula la cottura di carne, pesce e verdure in padella;
  • Alla piastra: è la modalità che consente di grigliare qualsiasi pietanza, necessita della piastra apposita che solo alcuni modelli hanno;
  • Zuppe e stufati: è un programma ideale per la cottura lenta di minestroni e stufati, ma consente anche di preparare ottimi spezzatini di carne;
  • Dolci e lievitati: serve per cuocere tutti quegli alimenti che necessitano di un tempo di lievitazione, come pane e torte;
  • Fritto: una modalità che consente di friggere le pietanze sia ad olio che ad aria; rende molto bene per le patatine fritte;
  • Pilaf: è una cottura molto particolare, che non tutti i multicooker hanno; è una via di mezzo tra di bollitura e cottura al forno, per creare dei perfetti sartu di riso;
  • Yogurt: con un multicooker è possibile preparare un ottimo yogurt in casa;
  • Multicook: il settaggio manuale del dispositivo che permette di creare qualsiasi tipo di ricetta.

Dimensioni

Come sempre quando si valuta l’acquisto di un nuovo elettrodomestico, può essere d’aiuto sapere per quante persone verrà utilizzato. Per una coppia sarà sufficiente un modello piccolo e compatto, dalla capienza di circa 3 L: questi modelli occupano poco spazio e sono estremamente comodi da posizionare in cucina senza sottrarre superfici.

Se invece il multicooker deve soddisfare le necessità di un nucleo familiare di 4-6 persone, allora meglio rivolgersi a un modello più grande: in questo caso le opzioni da 5 o da 6 L possono essere quelle giuste, che vi permettono anche di arrivare a 10 piccole porzioni. Bisogna tuttavia tener presente che la capienza interna della recipiente di cottura influisce anche sulle dimensioni dell’intero multicooker, che sarà più grande e occuperà più spazio.

Motore

Per tenere sotto controllo la bolletta, è bene valutare anche la potenza del motore. E anche in questo caso dovete valutare le vostre necessità. I modelli più economici hanno una potenza di circa 900 W e reggono solitamente al massimo un paio di resistenze. Gran parte dei multicooker in commercio hanno una potenza che si aggira intorno ai 1300-1600 W, che sono più che idonei ad alimentare adeguatamente un multicooker di qualsiasi capienza. Una potenza superiore (2000 W e più) è richiesta solo dai modelli più professionali, che reggono più modalità di cottura, supportano numerosi programmi e funzionano tramite il riscaldamento di più resistori.

Materiali

I materiali sono molto importanti, come sempre quando si parla di dispositivi destinati a un uso alimentare. Bisogna porre particolare attenzione alla composizione della pentola interna, che sta a contatto diretto con il cibo e, pertanto, deve rispettare una serie di criteri. Il materiale più utilizzato per il recipiente di cottura è la ceramica, antiaderente naturale per eccellenza e molto resistente all’usura; altri modelli possono essere in teflon, il rivestimento antiaderente tipico delle padelle: meglio non usare spugnette abrasive, per preservare l’antiaderenza del contenitore. Qualsiasi altro materiale che non presenti una superficie antiaderente deve essere escluso, poiché si rischierebbero spiacevoli esperienze con cibi incollati e difficili da gestire.

Il supporto esterno è solitamente costituito da plastica dura, alluminio o, nei modelli più professionali, acciaio.

Marca

Tra i nomi dei brand produttori di multicooker vanno citati sicuramente la Moulinex e la Russel Hobbs, specializzate nella produzione di articoli per la cucina; tra i produttori di elettrodomestici più generici per la casa abbiamo la De’Longhi e la Philips. Nel mercato delle multicooker rientra anche la Kenwood, regina dei robot da cucina.

Prezzo

Il multicooker non è molto economico, almeno se si guarda ai prodotti di qualità: i modelli più avanzati costano dai 300 euro in su e sono degli articoli eccezionali perché svolgono tutte le funzioni che in cucina sono assolte da elettrodomestici diversi. Se siete alla ricerca di un multicooker economico, sappiate che minore è il prezzo, minori saranno i programmi e le modalità supportate: gli articoli di fascia media si aggirano intorno ai 100 euro, ma è possibile trovare prezzi ancora più bassi. Attenzione al risparmio eccessivo: la scelta di prodotti troppo economici può implicare programmi poco accurati e funzioni scadenti, con la conseguente perdita di guadagno in termini di tempo e di denaro.

Dove comprare il multicooker

Il multicooker si può trovare su Amazon, dove nella sezione riservata potrete selezionare tra molte varietà di modelli, di marche, resa e prezzo differenti. In alternativa, in qualsiasi negozio di articoli ed elettrodomestici per la cucina si possono trovare valide alternative, come da Unieuro o alla Lidl.

Recommended Articles

Leave a Reply