Migliori forni pirolitici da incasso: recensioni e guida all’acquisto del forno autopulente

migliori-forni-pirolitici-da-incasso:-recensioni-e-guida-all’acquisto-del-forno-autopulente

migliori forni da incasso pirolitici

La pulizia del forno può rivelarsi un’attività lunga e faticosa perché rimuovere lo sporco e le incrostazioni dalle pareti dell’elettrodomestico richiede tempo e fatica. La soluzione è il forno pirolitico, o autopulente, da incasso che è capace di pulirsi autonomamente attraverso la pirolisi, un processo di decomposizione termochimica che riduce in cenere tutti i residui e neutralizza gli odori.

Uno dei vantaggi del forno pirolitico da incasso è quello di pulire in poco tempo tutto il forno senza gravare sui consumi perché i modelli più moderni appartengono tutti a classi energetiche alte (A+ o A). Inoltre, è una scelta ecologica perché non richiede l’ausilio di detergenti chimici.

Quale forno autopulente scegliere? In commercio sono disponibili diverse tipologie che si differenziano per il tipo di alimentazione e la varietà di funzioni di cottura: ci sono i forni a gas, quelli elettrici, a vapore o a cottura integrata. Sono utilizzati per qualsiasi pietanza e sono molto apprezzati, oltre che in ambito domestico, anche dai cuochi più esperti.

Scopriamo quali sono i migliori forno pirolitici disponibili attualmente su Amazon prodotti dalle migliori marche come Electrolux, Bosch, Smeg e Candy.

Cosa significa forno autopulente e cos’è la pirolisi

Un forno pirolitico è un forno che si pulisce da solo grazie ad un processo chiamato pirolisi. Infatti, il forno autopulente è in grado di raggiungere temperature elevatissime, oltre i 500°, e di ridurre in cenere residui di cibo, grasso, incrostazioni e tutto ciò che è rimasto nella cavità del forno e incrostato alle pareti. Questo processo di ossidazione, che interessa anche eventuali accessori sporchi come le teglie o le leccarde, permette di utilizzare un semplice panno umido per spazzare via le briciole.

I vantaggi del forno pirolitico da incasso

Scegliere di acquistare un forno pirolitico da incasso può avere diversi vantaggi in cucina. Vediamo quali sono i principali:

  • il forno autopulente permette di risparmiare tempo ed energie fisiche che si impiegano per pulire manualmente la cavità;
  • è una scelta ecologica a favore dell’ambiente perché non richiedere l’utilizzo di detergenti inquinanti;
  • rispetto agli altri sistemi di pulizia, come l’idrolisi e la catalisi, non rovina le pareti del forno e pulisce più in profondità.

Classifica dei migliori forni pirolitici e autopulenti del 2021

Partiamo subito con la classifica dei migliori forni pirolitici autopulenti disponibili attualmente su Amazon selezionati in base alla capacità, all’efficienza energetica, al numero dei programmi di cottura e al rapporto qualità/prezzo.

1. SAMSUNG NV75N5671RS/EC

forno pirolitico a vapore

Il primo modello della nostra classifica è il forno autopulente a vapore di Samsung, un modello elegante ed efficiente. Infatti, grazie alla tecnologia Dual Cook permette di cuocere nello stesso momento due pietanze diverse garantendo ad ognuna il proprio spazio nel forno. Lo sportello è diviso in due parti ed è possibile aprire anche solo la parte superiore per controllare i cibi che stanno cuocendo sopra così da evitare la dispersione del calore. Questa modalità vi permetterà di risparmiare fino al 21% sul consumo di energia elettrica. Inoltre, il sistema di pulizia pirolitica riscalda l’intera cavità del forno bruciando qualsiasi traccia di grasso e residui di cibo trasformandoli in cenere. Questa cenere potrà essere raccolta con un panno alla fine della combustione: la cavità del forno risulterà completamente pulita e tirata a lucido. Il forno che ha una capacità di 75 l, permette di cuocere anche con il sistema di ventilazione garantendo una cottura più omogenea.

Pro: la tecnologia Dual Door e Dual Cook consente di risparmiare tempo ed energia cuocendo diverse pietanze contemporaneamente sfruttando due resistenze diverse.

Contro: gli utenti hanno apprezzato molto le prestazioni di questo elettrodomestico e non hanno segnalato nessuna criticità.

Potenza: 1200 watt

Classe energetica: A+

Dimensioni: 59,5 cm x 59,5 cm x 57,5 cm

2. Electrolux KOFDP60X Serie 600

forno pirolitico

Il forno pirolitico elettrico Electrolux da 60 cm è predisposto con ben due programmi di pulizia: uno breve ed uno lungo per eliminare qualsiasi residuo di grasso e ridurlo in cenere così da poterlo eliminare senza difficoltà. Grazie alla tecnologia SurroundCook il forno è in grado di cuocere uniformemente sui tre livelli della cavità perché il sistema di circolazione permette al calore di diramarsi in maniera circolare. Il funzionamento del forno è molto intuitivo grazie anche al display a LED che ti suggerisce la giusta temperatura in base alla funzione di cottura selezionata, ma puoi comunque regolare la temperatura manualmente e impostare l’ora di inizio e di fine.

Pro: la tecnologia SurroundCook consente di cuocere nello stesso momento più pietanze risparmiando tempo ed energia elettrica.

Contro: alcuni utenti avrebbero gradito che sul display, oltre a comparire la temperatura, comparisse anche la funzione di cottura selezionata.

Potenza: 2950 watt

Classe energetica: A+

Dimensioni: 58.9 cm x 59.6 cm x 56.9 cm

3. Smeg SFP6604STNX

forno pirolitico

Continuiamo la nostra classifica con il forno pirolitico ad incasso Smeg SFP6604STNX che ha un design molto elegante che si abbina molto bene alle cucine moderne. Si tratta di un modello senza dubbio innovativo e tecnologicamente avanzato, infatti, sulla facciata non troviamo nessuna manopola ma tutte le funzioni possono essere gestite direttamente con lo schermo touch screen. La cavità interna ha una capacità di ben 70 l e offre la possibilità di suddividere lo spazio in 5 ripiani differenti. Inoltre, con le 10 differenti modalità di cottura che possono essere impostate è possibile cuocere qualsiasi alimento in maniera uniforme. Questo elettrodomestico consente di scegliere tra due modalità di pulizia della cavità: una standard ed una ecologica.

Pro: offre la possibilità di usufruire nello stesso momento della cottura tradizionale combinata con quella al vapore.

Contro: per i meno tecnologici la gestione touch potrebbe rivelarsi un po’ complicata per le prime volte.

Potenza: 2000 watt

Classe energetica: A+

Dimensioni: 59.2 cm x 59. 7 x 54.8 cm

4. Bosch HRG675BS1

migliori forni da incasso

Bosch HRG675BS1 è un forno autopulente a vapore da 60 cm con un efficiente sistema di pulizia che porta il forno a scaldarsi fino a 450° e a ridurre in cenere il grasso o qualsiasi residuo di cibo ci sia al suo interno. La cavità interna ha una capacità di 71 l e la porta è realizzata con una chiusura ammortizzata SoftClose e SoftMove che grazie ad un meccanismo di ammortizzazione intelligente, le permette di aprirsi e chiudersi delicatamente e silenziosamente. Oltre alle normali funzioni di cottura, questo elettrodomestico ha anche delle funzioni specifiche per la lievitazione dei cibi e per la loro rigenerazione. Inclusi nel prezzo ci sono anche una leccarda profonda, una leccarda bassa e una griglia.

Pro: offre ben 16 modalità di cottura differenti per cuocere in maniera uniforme tutte le pietanze.

Contro: alcuni utenti hanno notato che l’anello che serve per scegliere le funzioni di cottura a volte è un po’ duro e si fa difficoltà a maneggiarlo.

Classe energetica: A+

Dimensioni: 59.2 cm x 59. 7 x 54.8 cm

5. AEG BPE535120M

forno autopulente

AEG propone questo forno autopulente multifunzione con ventola per l’areazione XXL che permette una cottura omogenea delle pietanza senza dover girare la teglia nel forno. Questo forno offre la possibilità di scegliere tra 10 funzioni di cottura tra cui cottura convenzionale/tradizionale, scongelamento, riscaldamento rapido, gratinatura, funzione pizza, pulizia pirolitica, turbo e grill turbo. Con soli due cicli di pirolisi è in grado di eliminare tutto lo sporco ed il grasso riducendolo in cenere e con lo schermo touch screen è possibile regolare il timer. Insieme al forno verrà spedita anche una leccarda con la quale è possibile dividere la cavità da 71l in due aree di cottura differenti.

Pro: grazie al formato extra large della ventole è possibile cuocere i cibi su tutti i ripiani senza dover spostare te teglie durante la cottura.

Contro: nessun utente ha segnalato dei malfunzionamenti o aspetti da migliorare.

Potenza: 3500 watt

Classe energetica: A+

Dimensioni: 59.5 cm x 59.4 cm x 56.9 cm

6. Hisense BI5323PG

forno pirolitico

Il forno pirolitico a vapore Hisense ha una capacità di 63 l e ben 11 funzioni di cottura. Il vero punto di forza di questo forno da incasso è la sicurezza, infatti, ha uno sportello realizzato con 4 vetri isolanti, che evitano che la porta si surriscaldi, e un sistema che alla sua apertura blocca la ventosa e la resistenza, in questo modo chi aprirà lo sportello per controllare lo stato di cottura non avrà tutto il calore sul viso. Con le elevate temperature di pulizia ( 500 ºC) il forno sarà pulito, privo di grasso o schizzi e quando il forno sarà freddo, basterà rimuovere le ceneri semplicemente con un panno umido.

Pro: è uno dei forni da incasso più sicuri perché grazie alle nuove tecnologie riduce il rischio di ustioni o scottature.

Contro: al momento è disponibile sono nero ma il suo stile semplice gli permette di adattarsi a qualsiasi cucina.

Potenza: 3300 watt

Classe energetica: A+

Dimensioni: 59.7 cm x 59.5 cm x 54.7 cm

7. Whirlpool AKZ9 6270 IX

migliori forni autopulenti

Continuiamo la classifica con il forno pirolitico elettrico Whirlpool che utilizza una tecnologia autopulente con un ciclo ad alta temperatura che trasforma in cenere i residui di cibo, consentendo di pulirli facilmente con una spugna. Inoltre, la tecnologia elettrica avanzata permette di cucinare risparmiando energia. All’interno della cavità da 73 l, c’è una comoda lampada alogena per verificare lo stato di cottura dei cibi ma con un basso consumo energetico. Questo elettrodomestico ha un’ampia varietà di ricette pre-programmate, infatti, il forno può regolare automaticamente temperatura e tempi di cottura per un risultato perfetto. Infine, con la funzione Cook3, è possibile cucinare fino a tre piatti diversi contemporaneamente senza il rischio di mescolare gli aromi.

Pro: grazie alla funzione Cook3 è possibile cuocere più pietanze insieme senza il rischio che perdano il loro sapore, in questo modo si avranno anche dei risparmi sul consumo.

Contro: il forno ha un funzionamento elettrico e non può essere convertito in un forno a gas.

Potenza: 3650 watt

Classe energetica: A+

Dimensioni: 56.4 x 59.5 x 59.5 cm

Whirlpool AKZ9 6270 IX forno Forno elettrico 73 L Acciaio inossidabile A+ -5%

8. Hotpoint FA2 840 P IX HA

forno pirolitico

Hotpoint propone questo forno pirolitico da incasso con sistema touch control che consente di impostare le funzioni semplicemente con un dito. I comandi sono molto semplici e per questo il suo funzionamento risulta molto intuitivo anche per chi non ha dimestichezza con la tecnologica. La cavità del forno ha una capacità di 66 l e può essere suddivisa in ben 5 vani per cuocere nello stesso momento diversi cibi. Per quanto riguarda la funzione autopulente, Hotpoint propone due diversi cicli da scegliere in base al grado di grasso e sporco presente nel forno, infatti, il forno è in grado di raggiungere una temperatura massima di 420° per ridurre in cenere qualsiasi residuo. Insieme al forno sono inclusi anche 2 leccarde ed una griglia.

Pro: è tra i forni da incasso più intuitivi e facile da utilizzare perché è molto intuitivo.

Contro: alcuni utenti hanno notato che la ventola potrebbe dare alcuni problemi durante alcune funzioni di cottura.

Potenza: 3300 watt

Classe energetica: A+

Dimensioni: 59.5 x 59.5 x 55.1 cm

9. Siemens HB573ABR0

Andiamo avanti con il forno elettrico autopulente Siemens HB573ABR0 che è dotato anche del sistema di ventilazione. Il forno è in grado di raggiungere una temperatura di cottura di 275°, ha 5 funzioni tra cui scegliere per cuocere i diversi alimenti e 10 programmi automatici. La vera novità è il sistema di autopulizia ActiveClean che riduce in cenere qualsiasi residuo di cibo o grasso riuscendo comunque a mantenere bassi i consumi.

Pro: il sistema di pulizia integrato permette di avere ottimi risultati con un bassissimo consumo di energia.

Contro: è un forno versatile, ottimo per l’uso domestico quotidiano ma non è paragonabile ad un forno professionale.

Classe energetica: A

Dimensioni: 59,5 x 59,4 x 54,8 cm

10. Candy FCPKS816X

forni pirolitici

Concludiamo la nostra classifica con il forno combinato Candy FCPKS816X  che integra la funzione di cottura elettrica ventilata con quella a vapore. Le funzioni del forno possono essere regolate tramite il display touch e le due manopole con le quali impostare la modalità di cottura e la temperatura desiderata. Nonostante si tratti di un modello di fascia media, include anche una comoda app Simply-Fi dove poter trovare tantissime ricette e gestire al meglio tutte le funzionalità del forno. A differenza dei modelli sopra descritti, questo forno offre una doppia modalità di pulizia: una è la pirolitica con la quale raggiunge fino a 500° per ridurre in cenere il grasso e lo sporco e l’altra modalità è la funzione idrolisi Acquactiva per una pulizia quotidiana con bassi consumi.

Pro: il doppio sistema di pulizia permette di avere una cavità del forno sempre pulita senza incidere sul consumo di energia.

Contro: il design non è tra i più eleganti ma è un ottimo prodotto considerato il suo prezzo.

Potenza: 1800 watt

Classe energetica: A

Dimensioni: 55 x 59.5 x 59.5 cm

Come scegliere il miglior forno pirolitico da incasso

Scegliere un forno pirolitico da incasso è una soluzione molto intelligente per risparmiare tempo e spazio. Infatti, questa tipologia può essere installata comodamente in un vano sotto il piano cottura o in una colonna verticale a lato della cucina. Prima di scegliere il forno, però, bisogna valutare alcune caratteristiche per essere sicuri che sia adatto alla nostra cucina. Tipologia di forno, dimensioni, potenza e funzioni di pulizia sono solo alcuni dei fattori che andremo ad analizzare nella nostra guida all’acquisto, vediamole nel dettaglio.

Tipologia di forno

La prima cosa da sapere per fare una scelta, è che i forni si differenziano per il tipo di alimentazione con cui sono predisposti che influenza il modo in cui generano il calore che poi cuoce i cibi. La distinzione classica è quella tra forni elettrici e forni a gas. In entrambi i casi è possibile che siano a cottura ventilata, convenzionale o entrambe.

Oltre a questa distinzione, possiamo trovare anche forni a vapore, che rappresentano la soluzione ideale per chi ama cucinare ma, allo stesso tempo, vuole seguire un’alimentazione sana e genuina. Questa modalità di cottura, infatti, garantisce il giusto sapore ai cibi senza l’aggiunta di olio, burro o altri grassi.

Dimensioni

Le dimensioni di un forno ad incasso sono, generalmente, standard e sono un aspetto molto importante da valutare perché, per l’appunto, si tratta di un elettrodomestico che deve essere installato all’interno di uno spazio ben preciso. I forni si distinguono in forni piccoli, medi e grandi e dalle dimensioni dipende anche la loro capienza, che si misura in litri. I piccoli sono larghi 45 cm ed hanno una capienza di 35 l, quelli medi sono larghi 60 cm con una capienza di circa 65 l e, infine, i più grandi sono larghi circa 90 cm e hanno una capacità media di 90 l.

Funzioni di pulizia

I forni pirolitici sono denominati anche autopulenti proprio perché sono in grado di pulirsi da soli attraverso la pirolisi che è il processo che, grazie alle alte temperature, trasforma tutti i residui di sporco e grasso in cenere. In questo modo, non servirà più strofinare con forza per pulire le incrostazioni ma basterà passare un panno umido per eliminare la cenere residua. Oltre a questo metodo, talvolta, ne sono presenti altri due: l’idrolisi e la catalisi. Il primo deve essere effettuato con l’aggiunta di acqua e sapone liquido per piatti, per questo motivo, è il meno sicuro perché il detergente potrebbe rimanere sulle pareti del forno e trasferirsi poi sugli alimenti in fase di cottura. La catalisi, invece, riduce i residui di sporco in gas grazie ad un particolare smalto microporoso che ricopre le pareti della cavità del forno.

In genere, nei forni pirolitici sono presenti 3 diversi lavaggi tra cui poter scegliere con una differente potenza. Il ciclo più breve è quello da un’ora che serve per una pulizia veloce però elimina anche gli odori. Poi, c’è il ciclo da un’ora e mezza che elimina anche l’unto e le briciole e, infine, quello di 2 ore per trattare lo sporco più ostinato. In genere, spetta a noi scegliere il tipo di ciclo che vogliamo avviare, tranne nei forni intelligenti dove l’elettrodomestico è in grado di capire da solo quel è il livello di pulizia necessario per le condizioni delle pareti interne.

Classe energetica

La classe energetica di un forno pirolitico da incasso è molto importante perché ci indica quanto consumerà l’elettrodomestico. Infatti, oltre al consumo previsto per la cottura dei cibi ad alte temperature, bisogna considerare anche quello relativo al processo di pirolisi. Se la fascia energetica è tra le prime, allora il consumo sarà minore. In generale, comunque, un processo di pirolisi assorbe tra i 2,80 ed i 3 kW.

Da sempre siamo abituati a leggere la classificazione con le lettere A+,A++ o A. Da marzo 2021, l’etichettatura cambia e andrà da A a G, eliminando i + e i vecchi apparecchi delle classi G  ed F non esisteranno più.

Molti si chiedono se sia conveniente usufruire di questa funzione pirolitica  e si domandano quanto consuma un forno autopulente. Il consumo in termini di soldi è di pochi centesimi, circa 80 cent, per ciclo e si riduce per gli elettrodomestici di fascia A++,A+ o A.

Programmi di cottura

Oltre all funzioni di pulizia, vale la pena dare un’occhiata anche alle funzioni che offre il forno per cuocere i diversi alimenti che intendiamo preparare. Generalmente, i forni elettrici offrono una varietà maggiore di funzioni di cottura rispetto a quelli a gas. Tra le funzioni presenti in quasi tutti i modelli c’è il grill che permette di cuocere i cibi creando quella crosticina dorata e croccante sul lato superiore, la funzione vapore, che come abbiamo già detto, è molto utile per chi vuole cucinare cibi sani ma non vuole rinunciare al gusto, la funzione microonde e quella scongelamento che permette di preparare la cena anche all’ultimo minuto perché è in grado di scongelare i cibi in poco tempo senza alterarne il gusto. Meno diffuse ma altrettanto utili sono la funzione lievitazione perfetta per gli impasti come la pizza o il pane e la doppia camera di cottura che consente di dividere il forno in due camere separate dove impostare due temperature differenti e cuocere separatamente due alimenti.

Accessori

La presenza di molteplici accessori amplia la versatilità del forno permettendo la cottura di diversi preparati ed impasti. Anche per i forni pirolitici ci sono i soliti accessori: leccarde, griglie e teglie che possono essere fornite in dotazione da parte della stessa azienda oppure bisogna comprarle separatamente.

Considerato che durante il processo di pirolisi il forno raggiunge temperature molto elevate, è il caso di capire se questi accessori resisteranno a tali temperature oppure se bisogna tirarli fuori prima di avviare il ciclo di pulizia.

Prezzo

Il prezzo di un forno da incasso pirolitico varia a seconda di alcune caratteristiche quali la marca, le funzioni che offre ed il modello. In commercio è possibile trovare forni economici che si aggirano tra i 200 e i 300 euro e forni molto costosi, più all’avanguardia, che superano i 1000 euro. Il consiglio, però, è sempre quello di optare per un buon compromesso tra qualità e prezzo e magari scegliere un forno da incasso di fascia media che possa garantire le giuste prestazioni senza richiedere un investimento iniziale spropositato.

Migliori marche

La marca del forno è molto importante così come lo è, in generale, per tutti i grandi elettrodomestici. Infatti, le migliori marche, che solitamente combaciano anche con le aziende più grandi, sono in grado di garantire un ottimo rapporto qualità/prezzo e un’assistenza al cliente pre, durante e post- vendita. Quando acquistiamo un elettrodomestico che è destinato a durare per diversi anni, dobbiamo considerare che potremmo aver bisogno di assistenza per un malfunzionamento o un ricambio di pezzi: è in quest’ottica che diventa importante scegliere un brand affidabile che possa garantirci il giusto sostegno. Tra le migliori marche in commercio segnaliamo Whirlpool, Candy, Elctrolux, Bosch e Smeg.

Dove acquistare il forno da incasso pirolitico

Il forno pirolitico può essere acquistato in tutti i negozi di elettrodomestici come Unieuro, Ikea e Euronics oppure sugli e-commerce come Amazon. Nella sezione dedicata ai grandi elettrodomestici è possibile confrontare i diversi modelli disponibili, leggere le recensioni degli utenti che ne hanno già acquistato uno e capire qual è quello più adatto alle proprie esigenze e alla propria cucina.

Recommended Articles

Leave a Reply