Le migliori tecniche per sfilettare ed eliminare le spine da ogni tipologia di pesce

le-migliori-tecniche-per-sfilettare-ed-eliminare-le-spine-da-ogni-tipologia-di-pesce

In cucina esiste sempre una fase preparatoria fondamentale per la buona riuscita di un piatto. In questa fase trova collocazione anche una perfetta pulizia e preparazione dei filetti di pesce, fondamentale per evitare di trovare fastidiose lische in bocca. La Redazione intende quindi mostrare quali sono le migliori tecniche per sfilettare ed eliminare le spine da ogni tipologia di pesce. Sapere queste cose è fondamentale per pulirlo alla perfezione e gustarlo in tutto il suo sapore.

Gli strumenti necessari

Per pulire ogni tipo di pesce sono necessari almeno due strumenti: un coltello per sfilettare e una pinzetta alimentare. Il primo servirà a sezionare il pesce e a ricavarne i filetti, la seconda a eliminare ogni fastidiosa spina dalla polpa. Il coltello deve essere ben affilato, elastico e sottile in modo da agevolare la pulitura. Consigliamo di prestare sempre tanta attenzione a questa fase per scongiurare sfortunati tagli o quant’altro. Ecco allora come procedere e quali sono le migliori tecniche per sfilettare ed eliminare le spine da ogni tipologia di pesce.

Spirulina

Sfilettare del pesce

Bisogna precisare che esistono delle differenze tra sfilettare un pesce tondo e di quello piatto. In pesci tondi come triglie, salmoni o branzini, dopo aver eliminato la testa, le pinne e le squame è possibile procedere a sfilettare in questo modo.

Eliminare anche la pinna dorsale con l’aiuto delle forbici da cucina e anche quelle pettorali e ventrali nello stesso modo. Praticare un taglio lungo il ventre ed eliminare ogni interiora. Incidere quindi la parte dorsale con la punta del coltello. Partire dalla testa fino alla fine del pesce. Tagliare dalla testa e dalla coda il filetto ed eliminare la lisca centrale.

Pesci piatti e spine

Ecco prima come sfilettare e pulire i pesci piatti e poi come spinare entrambe le tipologie. Rombi o sogliole vogliono che la pelle sia eliminata prima della preparazione dei filetti e della rimozione della lisca centrale. Per il resto il procedimento per ricavare i filetti è esattamente uguale a quello prima descritto.

Per spinare pesci piatti e tondi consigliamo di usare una pinzetta per gli alimenti. Basterà far scorrere i polpastrelli delle dita sulla polpa dei filetti. Una volta individuata la lisca afferrarla saldamente con la pinzetta e tirare nel verso opposto a quello della spina.

Questo serve a non far spezzare le spine dentro il pesce. Le lische più piccole come ad esempio quelle della alici scompariranno invece direttamente con la cottura. Per sapere invece tutti i trucchi per addensare salse e sughi anche di pesce ecco un altro articolo.

Recommended Articles

Leave a Reply