Le erbe che favoriscono il sonno: quali sono le tisane che aiutano a rilassarci

le-erbe-che-favoriscono-il-sonno:-quali-sono-le-tisane-che-aiutano-a-rilassarci

Spesso le abbiamo già in casa ma non sappiamo di poterle usare così: sono erbe aromatiche che ci aiutano a rilassarci e a godere di un sonno ristoratore. Nei cambi di stagione, infatti, o nei periodi di particolare tensione, tutte le energie negative si accumulano e spesso si liberano di notte, nell’unico momento di relax che ci concediamo, “regalandoci” l’insonnia: ma, come sempre, esistono dei rimedi naturali che aiutano a risolvere il problema. Posto che è necessario allontanare il più possibile le cause di stress e abituarsi a una dose di attività fisica quotidiana, anche a tavola – e in questo caso particolare – dopo cena è possibile alleviare nervosismo e stress mentale con una tisana rilassante. Ecco quali sono le erbe aromatiche da avere sempre in casa per una tisana che contrasti l’insonnia.

1. Salvia

Una delle erbe aromatiche più comuni in cucina, protagonista di varie ricette, come ad esempio quelle a base di pasta fresca ripiena. Oltre alle sue proprietà antisettiche e astringenti,  la salvia è uno tra i rimedi naturali più efficaci per combattere l’insonnia, ma anche per aiutare e alleggerire la digestione, oltre che per rinforzare il sistema immunitario. Con fiori e foglie si possono preparare dei decotti da usare dopo cena: basterà a mettere le foglie in acqua calda e portarle a ebollizione; fatto bollire 1-2 minuti spegnete e attendete iuna decina di minuti, quindi filtrate e aggiungete a piacere limone e/o miele. La tisana alla salvia può essere consumata sia calda sia tiepida, o anche fredda, come bevanda dissetante estiva.

2. Maggiorana

Nota per il suo profumo delicato ma deciso, la maggiorana è ottima sui piatti di carne o pesce, oppure sulle uova: ma è anche molto conosciuta per le sue proprietà calmanti e sedative. La maggiorana, infatti, è in grado di agire sul sistema nervoso con un’azione calmante e sedativa dovuta soprattutto al magnesio, sale minerale che stimola la trasmissione degli impulsi tra le cellule neurali. È efficace nel ridurre nervosismo e ansia, agisce sui livelli di serotonina e adrenalina e regola il ciclo-sonno veglia; assumetela sotto forma di tisana, dopo cena: per farlo, sbriciolate le infiorescenze di maggiorana in acqua bollente, lasciando riposare per 10 minuti; quindi filtratela e bevete la vostra tisana tiepida.

3. Dragoncello

Il dragoncello, oltre a essere uno degli elementi essenziali della salsa bernese, si sposa bene con carne e pesce, ma viene usato anche per condire tartare, carpacci e insalate. Allo stesso tempo, il dragoncello è ricco di benefici: antibatterico e sedativo, è utile per ridurre infiammazioni intestinali e dolori muscolari. Naturalmente, agisce anche sui nervi, stimolando un rilassamento, favorisce il sonno e la digestione. Preparare un infuso di dragoncello è davvero semplice: mettete 15-20 grammi di foglie secche in mezzo litro di acqua bollente e fate riposare per 15 minuti; poi filtrate la tisana e bevetela, sia calda sia tiepida, anche durante la giornata.

4. Camomilla

Sembrerà scontato ma non lo è: la camomilla, come molti sanno, è una delle erbe più efficaci nel favorire il rilassamento psicofisico. Questo lo deve alla sua azione calmante, rilassante e lenitiva: delle proprietà che aiutano a distendere i muscoli, favorendo il relax. In realtà molti scientifici non confermano le proprietà sedative di questa pianta, ma piuttosto un’azione antinfiammatoria e antispastica a livello di stomaco e intestino: sarebbe questa, quindi la funzione rilassante della camomilla che, stimolando una distensione gastrointestinale, favorisce anche il rilassamento.

5. Passiflora

Non solo l’azione calmante sul sistema nervoso, la passiflora agisce anche sullo stomaco e sull’intestino: sono note, infatti, le sue proprietà rilassanti e sedative, tanto da essere considerata l’erba più efficace in tal senso. A svolgere queste funzioni è la vitexina, una sostanza contenuta in questa erba che agisce sul sistema nervoso centrale, interagendo positivamente con l’area del midollo spinale, incaricato di controllare i movimenti e i centri del sonno. Per questo, la passiflora è spesso un componente di molti integratori naturali per il sonno: voi potete usarla, chiedendola in erboristeria, anche sottoforma di tisana o decotto.

6. Lavanda

Anche in questo caso, un’erba che svolge diverse funzioni utili al buon riposo. La lavanda, infatti, vanta proprietà detergenti, antinfiammatorie, analgesiche, antibatteriche e decongestionanti ma, soprattutto, rilassanti e calmanti sul sistema nervoso; in caso di stress, quindi può essere utile, ma anche in caso di insonnia, ansia e apprensione: spesso viene usata sottoforma di tisana o decotto, ma anche il suo olio essenziale ha grandi capacità distensive.

7. Valeriana

È vero, la valeriana puzza, e anche molto: ma, per rilassare mente e corpo, è davvero efficace. La valeriana ha infatti grandi proprietà ansiolitiche e sedative, per cui è molto conosciuta, fornite dagli acidi valerenici: questi composti sono infatti i responsabili della sua azione sedativa, rilassante e ipnoinducenti; si tratta dunque di un rimedio naturale molto utile in caso di all’ansia, agitazione e insonnia.

8. Malva

La malva è una pianta con grandi funzioni antinfiammatorie, lenitive ed emollienti che agiscono su tutto il corpo, dal sistema nervoso a quello intestinale; inoltre, svolge un’azione calmante e sedativa, in particolare sui nervi, cosa che la rende utile a favorire il relax e a conciliare il sonno. Un’erba indicata anche in caso di irritazioni della bocca e del cavo orale e infiammazioni intestinali, coliche e stipsi.

9. Tiglio

Spasmolitico e sedativo, il tiglio ha effetto distensivo sul sistema nervoso, calma la pressione sanguigna ed è in gradi di contrastare ansia, nervosismo e tachicardia; ideale come tisana serale, il tiglio ha anche proprietà diuretiche e disintossicanti, perché favorisce la sudorazione. Per usare al meglio il tiglio, prendete una tisana o un decotto un paio di ore prima di andare a dormire.

10. Papavero o escolzia

L’escolzia, o papavero della California, viene associata alla melatonina, uno dei principali regolatori del ciclo sonno-veglia: ha grandi effetti calmanti, sedativi e rilassanti, oltre a ridurre il risvegli notturni. I semi di papavero  sono conosciuti anche per la buona dose di calcio e vitamina E, oltre che per l’effetto sedativo e calmante sul sistema nervoso: ideale per un sonno lungo e rigeneratore.

Recommended Articles

Leave a Reply