La gustosissima e amatissima frittura alla napoletana che mette d’accordo tutti soprattutto in estate

la-gustosissima-e-amatissima-frittura-alla-napoletana-che-mette-d’accordo-tutti-soprattutto-in-estate

Non può mancare nel tradizionale menù estivo questo peccato di gola a cui pochi sanno resistere. La gustosissima e amatissima frittura alla napoletana che mette d’accordo tutti soprattutto in estate.

La frittura è un’arte culinaria che non tutti amano, chi per la dieta, chi per la preparazione o altro ancora. Ma questa pietanza chiamata, cuoppo fritto o napoletano di sicuro ha già conquistato o conquisterà tutti per il suo sapore e originalità.

Spirulina

Per limitare l’odore di fritto durante la preparazione di questa pietanza si potranno seguire dei semplici consigli nella guida qui riportata.

Come preparare uno dei piatti più gettonati dell’estate

Ingredienti per la frittura di pesce

  • filetti di baccalà
  • bianchetti
  • gamberetti e gamberi
  • anelli di calamaro o di totano
  • polpo
  • sardine
  • alici
  • altri pesciolini misti
  • farina q.b.

Ingredienti per la frittura di verdure

  • verdure miste
  • pastella densa di acqua, farina, un pizzico di sale, un pezzettino di lievito di birra

La gustosissima e amatissima frittura alla napoletana che mette d’accordo tutti soprattutto in estate

Gli errori da non commettere

Per ottenere un ottimo fritto di pesce, sia per l’estetica che per la riuscita, questi dovranno essere di piccolo taglio. Il pesce dovrà essere fresco a temperatura ambiente per non alterare il risultato durante la frittura, come quella di assorbire molto olio.

Un altro errore comune è quello di salare il pesce che per effetto osmotico estrae i liquidi dal cibo con il risultato di una frittura non croccante e umida. Inoltre il pesce deve essere asciugato con cura prima di passare alla preparazione.

Durante la frittura bisogna utilizzare il quantitativo di olio giusto che occorrerà per immergere completamente il pesce. E per ottenere una frittura uniforme è fondamentale friggere pochi pezzi alla volta.

Anche per le verdure valgono le stesse regole. Quindi dovranno essere tagliate piccole, ad esempio la cipolla e le melanzane a rondelle, le zucchine con le carote a listarelle e così via.

Asciugare le verdura con della carta assorbente e passare alla pastella densa mescolando con l’aiuto di una frusta ad occhio acqua, farina e un pizzico di sale. Infine aggiungere un quinto di un cubetto di lievito di birra che basterà per far lievitare la pastella per circa un ora.

Proseguire con la frittura avvolgendo con le dita un ogni pezzo alla volta che dovrà essere avvolto dall’olio bollente per un’ottima frittura.

Alla fine tutto, prendere il pesce e le verdure fritte e dopo averle lasciate assorbire olio in eccesso sulla carta assorbente, passare infine un pizzico di sale e pepe.

Recommended Articles

Leave a Reply