Il nuovo menu autunnale (e sostenibile) di Moltivolti a Palermo, ristorante etico

il-nuovo-menu-autunnale-(e-sostenibile)-di-moltivolti-a-palermo,-ristorante-etico

Ecco le proposte autunnali del ristorante nel cuore di Ballarò

di Alessandra Favaro

Ultima Modifica: 11/11/2021

Moltivolti è un ristorante di Palermo molto speciale: si definisce infatti ristorante sociale ma è anche co-working, che lavora in prima linea a favore dell’integrazione culturale ed economica.

La sua cucina si basa su ingredienti mediterranei interpretati in chiave contemporanea,  dove la materia prima a km zero del mercato si traduce in piatti sostenibili, etici e solidali, in una parola: buoni.

Anche nel menu autunnale. 

Il menu autunnale di Moltivolti

zucca

Moltivolti si rinnova con un menù dove protagonisti sono piatti buoni da gustare ma anche da pensare, simbolo dell’incontro tra culture diverse, legate a doppio filo da una comune idea di cucina mediterranea internazionale.

Ispirazioni che derivano dal Senegal alla Tunisia, dall’Afghanistan alla Palestina, senza tralasciare tocchi mediorientali che si alternano a proposte di carne, pesce, ma soprattutto verdure e ortaggi di stagione.

Le vicinanza con il mercato di Ballarò e la precisa volontà del ristorante di guardare a piatti sempre più sostenibili e al consumo etico di carne fanno di Moltivolti un luogo naturalmente vicino alle esigenze del pubblico vegano e vegetariano.

Ci sono anche piatti a base di carne, alcuni diventati simbolo del ristorante come il Mafè Senegalese, goloso spezzatino di carne, verdure e voluttuoso burro di arachidi, o la Doppiaza Afghana un corroborante stufato di vitello con riso e cipolla caramellata, a farla da padrone in autunno sono creazioni gastronomiche affascinanti dove tutto il Mediterraneo sembra incontrarsi a Palermo.

tajine vegetariana
Tajine di verdure

Tra i piatti a base di verdure, troviamo la morbida zucca arrosto con salsa allo yogurt e tahina, le golose Polpette di cavolfiore o il croccante Brick tunisino che si arricchisce della presenza del peperoncino habanero e della salsa raita, tipico condimento indiano con yogurt, cetrioli e pomodoro.

Non possono mancare per un goloso pranzo di lavoro le coloratissime insalate, dove gli ortaggi di stagione come funghi e cavolfiore incontrano le eccellenze dei formaggi locali e la nota dolce della frutta.

Il cous cous, simbolo di integrazione

cous cous

Imperdibile signature dish di Moltivolti rimane il cous cous di pesce, vincitore della medaglia d’argento alla Cous Cous World Championship 2021, l’ambito premio che si tiene ogni anno a San Vito Lo Capo.

Autentica specialità della casa, il cous cous è il piatto simbolo di integrazione per antonomasia, diffuso in tutto il Mediterraneo in mille differenti varianti, qui viene proposto nella sua versione trapanese, ovvero con pesce e verdure fritte a parte. Ideale piatto unico, dove il goloso brodo di pesce fa da preludio ad una frittura di pescato di piccolo taglio, da tenere rigorosamente a parte, per alternare una croccantezza perfetta alla morbida carezza del cous cous in brodo.

Sulle note dell’autunno il cous cous di Moltivolti arriva anche nella sua versione di stagione: con agnello, menta e zafferano, da non perdere per le sue calde e inconfondibili note mediorientali.

Nel nuovo menù di Moltivolti tanto spazio è dedicato alle verdure di stagione. Come il classico siciliano, il cremoso  Macco di fave con verdure amare, o dalla delicatezza delle Orecchiette con verdure in foglia e ricotta salata, oppure ancora dalla Moussaka preparata con ortaggi variabili in base alla disponibilità del mercato.

Non mancano alcuni piatti iconici della tradizione siciliana come la Frittura di pesce, affiancate da proposte che guardano a suggestioni lontane tra cui il Kofta di agnello con patate dolci speziate, ayran e pita.

Per chiudere in dolcezza immancabile la rassicurante Cassata al forno, per chi invece ama provare sempre nuove strade del gusto arriva la Lemon curd con frutti rossi, anche se il dolce più consigliato dallo stesso chef si rivela il Cous cous dolce mediorientale, dove l’uvetta, le spezie, la frutta secca e a guscio diventano imprescindibili ingredienti di golosità abbracciati da un invitante cous cous di semola di grano duro incocciato a mano.

L’impegno di Moltivolti per una cucina sostenibile, etica e solidale

Lo staff di Moltivolti
Lo staff di Moltivolti

Moltivolti conta uno staff formato da oltre trenta persone provenienti da dieci paesi differenti, ognuno con la sua storia.

Anche i piccoli produttori e commercianti di qualità sono protagonisti sulla tavola di Moltivolti, chiamati a pieno titolo con i loro ingredienti a far parte di un gioco di squadra in cui il buono incontra la solidarietà e la sostenibilità ambientale.

Il mercato di Ballarò

La materia prima che Moltivolti sceglie consapevolmente ogni giorno per offrire tutta la freschezza e la genuinità dei prodotti a km zero è infatti frutto di uno scambio continuo con il mercato di Ballarò. Uno scambio sostenibile che va ben oltre l’acquisto della materia prima, ma che da qui parte per creare occasioni reali di sostegno e sviluppo della micro economia locale.

Moltivolti integra tra i suoi lavoratori e dipendenti richiedenti asilo e rifugiati politici e coinvolge in percorsi di avvio al lavoro soggetti in giustizia ripartiva dell’area penale.

Infine, il ristorante si impegna, dal reperimento delle materie prime a creare reti economiche di lungo termine, eque e sostenibili per agricoltori, allevatori e trasformatori siciliani, chiamati insieme ai clienti a diventare co-produttori di un nuovo stile di vita più solidale e partecipare allo sviluppo di un modello ristorativo, sociale ed economico più giusto.

Condividi L’Articolo

L’Autore

Recommended Articles

Leave a Reply