Grano saraceno: una torta soffice e squisita

grano-saraceno:-una-torta-soffice-e-squisita
grano saraceno
Foto di Luca Colombo



La torta di grano saraceno è una golosità molto apprezzata in Alto Adige, e racchiude tipici sapori delle cucine nordiche. In più è anche naturalmente priva di https://www.cucina-naturale.it/glossario/glutine/”>glutine

Diffusa dalla Bassa Renania fino al nostro Alto Adige, è conosciuta con più nomi, ad esempio Buchweizentorte, semplicemente la versione tedesca di “torta di grano saraceno”. Insomma, vi portiamo in montagna con questo dolce estremamente semplice ma irresistibile, talvolta arricchito da una cucchiaiata di panna e una spolverata di cannella. Il gusto intenso della farina di grano saraceno e delle nocciole rendono questa torta friabile e squisita. Creando, inoltre, un piacevole contrasto con l’acidulo della composta di mirtilli rossi, in un trionfo di sapori perfettamente equilibrati che fanno venire voglia di mangiarne un’altra fetta e poi un’altra ancora… Un ulteriore pregio di questa torta è l’essere anche adatta ai celiaci poiché il grano saraceno non contiene glutine.

Così il risultato è garantito

La farina di nocciole è l’altro elemento fondamentale per il gusto e la consistenza di questa torta. L’aroma intenso di questo pseudocereale si sposa alla perfezione con quello della frutta secca, specie con le nocciole.

Nonostante si tratti di un dolce estremamente semplice da realizzare, qualche piccola accortezza permette di ottenere i migliori risultati. Innanzitutto, il burro deve essere tirato fuori dal frigo con un po’ di anticipo, in modo da risultare morbido e montare alla perfezione (ma non bisogna mai fonderlo!). Altro suggerimento: anche se alcune ricette prevedono di lavorare le uova intere, il risultato migliore si ottiene montando separatamente tuorli e albumi, per una torta più alta e soffice.

Variazioni di gusto

Una farcia che cambia

La scelta tradizionale per la farcitura è la composta di mirtilli rossi, dal gusto intenso e acidulo che tanto bene contrasta con il sapore ricco dato da grano saraceno, nocciole e burro. In mancanza, il consiglio è di sostituirla con un prodotto dalle caratteristiche simili, come una composta o confettura di ribes rossi, oppure di lamponi.

Frutta fresca nella pasta

Sempre a proposito di frutta, alcuni aggiungono all’impasto una mela grattugiata (privata di buccia e torsolo) conferendo più morbidezza e sapore, e talvolta scorza di limone grattugiata, per maggiore profumo e freschezza.

Non solo nocciole

Alcune versioni della ricetta prevedono l’utilizzo delle mandorle, ricavando un gusto leggermente più delicato. In ogni caso, l’ideale è utilizzare una farina di frutta secca il più fresca possibile o, meglio ancora, realizzarla in casa, macinando finemente le mandorle o le nocciole, magari leggermente tostate.

Ecco la ricetta della torta di grano saraceno!



Recommended Articles

Leave a Reply