È incredibile come questo gesto inaspettato e semplicissimo farà tornare il pane secco come appena sfornato

e-incredibile-come-questo-gesto-inaspettato-e-semplicissimo-fara-tornare-il-pane-secco-come-appena-sfornato

Vero e proprio sinonimo dell’ingegno umano il pane caratterizza le nostre tavole praticamente da sempre.

Le sue origini risalgono a più di 14.000 anni fa. Nato probabilmente per esigenze di creare un cibo che avesse una durata più lunga di quello che si trovava in natura. Nacque dall’impasto di cereali schiacciati a pietra, impastati con l’acqua e cotti su pietra. È solo successivamente con gli Egizi che si utilizzò la tecnica di fermentazione. Il pane lievitato nacque in realtà casualmente dopo che un pezzetto di pane azzimo venne dimenticato per qualche tempo e iniziò a fermentare. Successivamente cotto si mostrò soffice e facile da digerire.

Nella nostra società esso ha avuto un ruolo impattante sia a livello religioso che a livello sociale. Da sempre è considerato il riscatto alla fame.

Spirulina

Oggigiorno c’è ancora un forte legame con questo alimento tanto che “fare il pane” è considerata un’arte vera e propria.


Ma quante volte è capitato di comprarne più del necessario e che restasse lì per giorni? Come poter ovviare a questo fastidioso inconveniente?


Il dilemma è sempre lo stesso: che farne una volta indurito? Cestinarlo sarebbe uno spreco per il portafogli ma anche per evitare uno spreco alimentare. Con il pane raffermo è possibile dare origine a mille ricette, la trasformazione più banale è trasformarlo in pane grattato da utilizzare in numerose ricette.

Tuttavia oggi il metodo che vogliamo prendere in esame ci permetterà di dare praticamente una seconda vita al pane stesso, rendendolo nuovamente morbido e soffice come appena sfornato.


Servono solo due semplici ingredienti: pane e acqua q.b.. Basterà passare il pane raffermo sotto l’acqua corrente per ammorbidirlo.


Riporlo poi su teglia rivestita con carta da forno. E infornarlo ad alte temperature per circa 6 / 10 minuti. A metà cottura girare il pane così da far disperdere il calore in maniera uniforme.

Et voilà, il pane è pronto fresco e profumato. Ed è incredibile come questo gesto inaspettato e semplicissimo farà tornare il pane secco come appena sfornato. Se il consiglio è stato utile è possibile cliccando qui trovarne degli altri.

Recommended Articles

Leave a Reply