Dopo un anno difficile, è ora di guardare avanti

dopo-un-anno-difficile,-e-ora-di-guardare-avanti

Sebbene il 2020 sia stato un anno molto difficile, nel mondo della cartoleria, dove l’epidemia di Covid 19 ha colpito a causa soprattutto dei negozi chiusi, non mancano le note positive.

Alberto Mazza Stabilo Italia
Alberto Mazza, general manager di Stabilo Italia

“A fine anno abbiamo raggiunto un più 5% e considerata la situazione generale si può definire un buon risultato”. Afferma Alberto Mazza, general manager di Stabilo Italia. “Nei tre mesi del lockdown abbiamo avuto un calo che poi è stato recuperato a partire da giugno, e comunque fino a febbraio viaggiavamo con una crescita a doppia cifra. Alla fine, siamo riusciti ad assorbire gli effetti negativi della pandemia”.

La ripresa dipende, ovviamente, dalle condizioni esterne: “Ma io sono abbastanza ottimista da ritenere che ci sarà un boom dei consumi nel momento in cui l’epidemia sarà sconfitta o fortemente ridimensionata. Certo, sarà necessario tenere presente i danni subiti dall’economia: quanti negozi chiuderanno, quanti saranno i disoccupati. Tuttavia, resto convinto della ripresa che alla fine di questa situazione ci sarà e sarà anche significativa”.

“Nel 2020 abbiamo tenuto i conti del gruppo in ordine e siamo riusciti a sopperire con costanza e determinazione ai guasti causati dall’emergenza sanitaria – dichiara Angelo Rioli, ceo di RiPlast-. Abbiamo anche cercato di aiutare gli ospedali lombardi, producendo con la stampa 3D le valvole di respirazione per le terapie intensive”.

Angelo Rioli RiPlast
Angelo Rioli, ceo di RiPlast

I consumatori, bambini e adulti, hanno trovato nella creatività una risposta per affrontare le lunghe giornate in casa. “Nonostante una flessione fisiologica degli articoli più strettamente legati al consumo scolastico e di ufficio – conferma Orietta Casazza, marketing director di Fila -, abbiamo visto crescere in modo significativo la domanda di tutti gli articoli per dipingere e modellare. Creatività che l’azienda ha voluto sostenere in modo incisivo anche con diverse campagne social partite a febbraio 2020 e proseguite tutto l’anno, come le ultime dedicate al Natale, con video, spunti, idee e call to action che hanno unito le famiglie di tutto il mondo in uno spazio virtuale dedicato proprio alla creatività”.

A differenza del back to school che impatta in modo trasversale su tutte le linee di prodotto, il Natale è un momento importante in modo particolare per alcune linee, soprattutto quelle dedicate ai più piccoli.

Orietta Casazza Fila
Orietta Casazza, marketing director di Fila

“Come Didò, la pasta per giocare naturale – precisa Casazza di Fila -, le confezioni regalo di Giotto, Giotto be-bè e tutti i set per gli appassionati delle belle arti come le valigette in legno firmate Lyra o Maimeri”.

E Alberto Mazza conferma: “Alcune delle nostre referenze, come le scatole di metallo dei pennarelli o delle matite, i set da scrivania degli evidenziatori e i pennarelli Point 88, vanno bene sotto le feste”. Non si tratta di vere e proprie confezioni natalizie, ma nel tempo hanno guadagnato il favore del pubblico che le ricerca soprattutto come piccolo regalo, con una spesa tra i 15 e i 30 euro.

Molte previsioni e analisi economiche sono concordi nell’indicare per il 2021 un rimbalzo della produzione e dei consumi. Eppure il mercato uscente sarà diverso e cambiato in profondità. C’è stata infatti una forte accelerazione della presa di coscienza dell’intera filiera (produttori, distribuzione e consumatori) sulla rilevanza dei temi ambientali e dell’economia green. Niente di strano, quindi, nel vedere un’offerta sempre più aperta alla sostenibilità.

“La nostra azienda ha intrapreso negli anni un cammino che oggi assume sempre più forza, contribuendo alla stesura del green project Fila – racconta Orietta Casazza-. Contiene l’impegno del Gruppo verso uno sviluppo sostenibile, tassello imprescindibile del nostro futuro, di cui è possibile conoscere i dettagli online”.

Per esempio è stato intrapreso uno studio sulle bio-plastiche che ha portato a industrializzare l’utilizzo di quella bio-based, per realizzare oggetti semi-durevoli e sostituire quelli precedentemente prodotti con plastica da fonte fossile. La plastica bio-based è riciclabile e nasce dalla trasformazione della canna da zucchero, una risorsa totalmente rinnovabile che contribuisce a ridurre l’impronta carbonica.

“Questa è utilizzata, ad esempio, per creare contenitori-gioco per i piccoli come gli ovetti per la prossima Pasqua 2021 Giotto be-bè Stick&Color e il nuovo Tic Toc Didò, una new entry in quattro soggetti, ognuno dedicato a un animaletto da modellare” spiega Casazza.

Novità green arrivano anche nel mondo della scrittura con Tratto 1 Green Plastic di Fila, eco-friendly, con corpo e cappuccio nel colore dell’inchiostro. Una referenza realizzata sia con plastica riciclata che con plastica da riutilizzo industriale, ovvero da recupero di rifiuti derivanti da scarti industriali pre-consumo e da residui, sfridi e scarti industriali plastici riutilizzati, senza ulteriori trattamenti. Sulla prima copertina di carta al mondo (Colorosa Green) di RiPlast si rimanda all’articolo “RiPlast è pronta ad aprire un nuovo mercato” anch’esso pubblicato nel fascicolo 2 – febbraio 2021 – di Gdoweek.

Ovviamente non mancano le novità più tradizionali. “Per il 2021 – spiega Alberto Mazza di Stabilo -, abbiamo una serie di nuovi prodotti, primo fra tutti un set da scrivania con tutti e 23 i colori della linea degli evidenziatori Stabilo Boss: una collezione realizzata per festeggiare i 50 anni del brand, un vero oggetto di design, pratico ed elegante con un colore di evidenziatore tutto nuovo, il grigio polvere. Il prodotto si aggiunge al precedente set da 15 pezzi che è diventato uno dei nostri top seller. Nel campo delle matite in grafite lanciamo delle confezioni con punte più dure del tradizionale HB, un po’ più tecniche. Sono confezioni pensate in particolare per la grande distribuzione, dove tradizionalmente questo tipo di prodotti è poco presente”.

FILA

Tratto 1 Green Plastic

Fila Tratto 1 Green PlasticSi tratta di biro bella ed eco-friendly, con corpo e cappuccio nel colore dell’inchiostro. Una novità realizzata sia con plastica riciclata sia con plastica da riutilizzo industriale, ovvero da recupero di rifiuti derivanti da scarti industriali pre-consumo e da residui, sfridi e scarti industriali plastici riutilizzati, senza ulteriori trattamenti: materiali accuratamente selezionati per garantire un prodotto di qualità.

STABILO

Set di evidenziatori, gamma completa

Per festeggiare i 50 anni dei suoi famosi evidenziatori, Stabilo propone un nuovo set da scrivania contenente tutti i 23 colori della linea Stabilo Boss Original e Stabilo Boss Original Pastel: 9 colori fluorescenti e 14 pastello, di cui 4 nuovi colori Pastel in esclusiva assoluta. Tra questi la nuova tonalità grigio polvere.

RIPLAST

Colorosa Green

RiPlast Colorosa GreenColorosa Green di RiPlast è una copertina di carta molto innovativa, sia per le caratteristiche di durata e di resistenza sia per la costruzione del prodotto

(la tecnologia della carta “saldata” è una grande innovazione). La Collezione ha un ottimo design e una palette di ben 10 colori pastello, che affascineranno non solo i piccoli ma anche le mamme.

Recommended Articles

Leave a Reply