Dare nuova vita a un tagliere di legno rovinato con questi piccoli trucchi

dare-nuova-vita-a-un-tagliere-di-legno-rovinato-con-questi-piccoli-trucchi

Di grande aiuto in cucina, il tagliere ne vede di cotte e di crude. Coltelli affilati, coltelli smussati, carne e verdure. E con l’usura del tempo ovviamente si può rovinare. Ma esiste qualche trucco per recuperare anche il tagliere più maltrattato di tutti.

ProiezionidiBorsa TV

Si sta parlando del tagliere di legno ovviamente. Purtroppo, per quelli di plastica c’è poco da fare. Se gli intagli sono diventati troppo profondi e la superficie troppo irregolare vanno solo buttati. Ma al contrario, per i taglieri di legno si può fare qualcosa. Si possono eliminare bruciature, macchie di olio. Chi più ne ha più ne metta.

Prima di tutto, bisogna sapere che con un po’ di manutenzione periodica e costante si può fare molto. Se ci si prende cura del tagliere ogni volta che viene usato, non si arriverà al punto di essere disperati. Tipo evitare di lavare il tagliere di legno in lavastoviglie. Meglio lavarlo a mano con acqua bollente e sapone. Fare un risciacquo con dell’aceto ogni tanto per eliminare residui e odori. E un po’ di olio di semi di lino sula superficie per farlo tornare splendente.

Smartwatch

Ma ora vediamo come restaurare un tagliere di legno rovinato nel tempo. Basterà procurarsi due pezzi di versi di carta abrasiva. Una dalla grana fine e una dalla grana grossa. E dell’olio vegetale, va bene quello d’oliva. Si riempie un recipiente con dell’acqua calda, da tenere sempre a portata di mano. Si comincia a levigare la superficie del tagliere con la carta abrasiva a grana grossa. Inumidendo il tagliere con l’acqua per eliminare i residui. Bisognerà occuparsi di entrambi i lati. E farlo su una superficie ben salda per avere maggior presa.

Dopodiché servirà solo un po’ d’olio di gomito e spariranno tutti i tagli e bruciature. Mi raccomando, seguire sempre le venature del legno. Ora va passata la carta abrasiva a grana fine. Per dare gli ultimi ritocchi e rifinire il tagliere. Se ci sono ancora residui di legno, si può ripassare con l’acqua. Ultimo passaggio, oliare il tagliere. Così da sigillare il lavoro e ridare nuova vita al legno. Usando l’olio d’oliva, si passa su tutta la superficie e si lascia così per almeno un’ora. Se necessario questo passaggio si può ripetere più volte. L’importante è passare un panno asciutto per eliminare l’olio in eccesso dopo ogni passaggio.

Ed ecco quindi come dare nuova vita a un tagliere di legno rovinato con questi piccoli trucchi. In questo modo si eviterà di spendere altri soldi per un tagliere nuovo!

Approfondimento

Ecco perché abbiamo sempre sbagliato a tagliare il pollo sul tagliere

Recommended Articles

Leave a Reply