Dal Gambero Rosso 600 indirizzi per il miglior street food d’Italia

dal-gambero-rosso-600-indirizzi-per-il-miglior-street-food-d’italia

Arrivata alla sua settima edizione, la Guida Street Food di Gambero Rosso ha aggiornato la lista dei 20 campioni regionali e consegnato due premi speciali alla migliore rivisitazione e alla migliore proposta itinerante

Arrivata alla sua settima edizione, la Guida Street Food di Gambero Rosso ha aggiornato la lista dei 20 campioni regionali e consegnato due premi speciali alla migliore rivisitazione e alla migliore proposta itinerante

Lo street food è un fenomeno che non accenna a perdere terreno. Nonostante la pandemia, il “cibo di strada” ha dimostrato la propria resilienza riuscendo ad adattarsi alle varie limitazioni sull’attività economica del foodservice. Per definizione d’asporto, lo street food infatti è riuscito a ritagliarsi un posto al sole durante la pandemia. Certo, chi vive questo settore nella modalità food truck ha dovuto far fronte all’annullamento di eventi, sagre e festival. Ma con delivery e lo sfruttamento degli ampi parchi cittadini, qualcosa si è riusciti a recuperare. Da tutto questo muove la Guida Street Food di Gambero Rosso.

La Guida Street Food di Gambero Rosso Dal Gambero Rosso, 600 indirizzi per il miglior street food d'Italia

La Guida Street Food di Gambero Rosso

600 indirizzi per un fenomeno che non teme la crisi

Arrivata alla sua settima edizione, la Guida presenta molte novità tra format, offerta etnica e grandi cuochi sempre più coinvolti nel settore. «Qualità dell’offerta e tradizione: anche quest’anno presentiamo il meglio del panorama del cibo di strada italiano. Una tendenza enogastronomica in continua evoluzione che coinvolge sempre più spesso anche le cucine più rinomate con continue contaminazioni, ma senza dimenticare la nostra cultura e la nostra storia» ha dichiarato Paolo Cuccia, presidente di Gambero Rosso. «Una guida che celebra uno dei patrimoni della nostra tradizione enogastronomica. Un settore che si sta evolvendo anche grazie alla continua e costante attenzione ai prodotti di qualità made in Italy», gli ha fatto eco l‘ad Luigi Salerno.

La guida contiene 600 indirizzi, 20 nuovi campioni regionali e due premi speciali: lo Street Food da Chef (vinto da Matias Perdomo, ristorante Empanadas del Flaco) per la rielaborazione inedita di un piatto tipico dello street food nell’alta cucina e lo Street Food on the Road, dedicato alla migliore proposta di cibo di strada intinerante (andato a Mollica’s in Toscana).

I 20 campioni regionali

Come detto, fra gli indirizzi segnalati dal Gambero Rosso, ci sono anche 20 “campioni” regionali. Ecco l’elenco:

  • Valle d’Aosta – Alpanino (Aosta)
  • Piemonte – Mollica (Torino)
  • Liguria – O Boteco do Bonde Amarelo (Genova)
  • Lombardia – Alvolo Cibi da Strada (Pavia)
  • Veneto – Amburgheria (Mestre)
  • Trentino-Alto Adige – Gusto Giusto (Trento)
  • Friuli-Venezia Giulia – Al Ciketo (Trieste)
  • Emilia-Romagna – ViaSaffi32 (Santarcangelo di Romagna)
  • Toscana – Firenzen Noodle Bar (Firenze)
  • Marche – Il Chiosco (San Benedetto del Tronto)
  • Umbria – Prosciutteria del Corso (Spoleto)
  • Lazio – Il Maritozzo Rosso (Roma)
  • Abruzzo – Venditti Porchetta (Luco dei Marsi)
  • Molise – Eattico (Termoli)
  • Campania – Sciuè Il Panino Vesuviano (Pomigliano d’Arco)
  • Puglia – Cime di Rapa Urban Street Food (Lecce)
  • Basilicata – Pier39 (Potenza)
  • Calabria – BOB Alchimia a Spicchi (Montepaone)
  • Sicilia – Umbriaco Tavola Calda e Bottega (Enna)
  • Sardegna -Cibum (Oristano)

Recommended Articles

Leave a Reply