Crescionda, la torta di Spoleto

crescionda,-la-torta-di-spoleto

La crescionda è un dolce tipico della città di Spoleto e viene preparato soprattutto nel periodo di Carnevale, ma è ottimo in tutti i periodi dell’anno. La crescionda è un dolce che ha origini molto antiche; la versione originale era diversa da quella che abbiamo preparato. Il nome infatti, deriva da crescia unta, una focaccia diffusa nella tradizione umbra e marchigiana. La crescionda oggi viene preparata con pochi e semplici ingredienti, tra cui amaretti, cacao e cioccolato fondente. È un dolce molto semplice e piuttosto veloce da preparare, la cui caratteristica principale è la consistenza: durante la cottura, infatti, si creano degli strati diversi, simili a un budino. Potete servire la crescionda come dessert ed è ottima da sola, altrimenti potete accompagnarla con una sfera di gelato alla vaniglia o un ciuffo di panna montata e scaglie di cioccolato fondente. Fate riposare il dolce in frigorifero almeno 2 – 3 ore prima di servirlo; potete prepararlo anche il giorno prima e lasciarlo riposare un’intera notte in frigorifero.

Preparazione Crescionda

  1. Rompete le uova in una ciotola, aggiungete lo zucchero, un pizzico di cannella e la scorza grattugiata del limone. Lavorate gli ingredienti con una frusta. Nel frattempo tritate finemente 140 g di amaretti fino a ridurli in farina; tritate non troppo finemente il cioccolato.

  2. Aggiungete al composto di uova gli amaretti sbriciolati e il cioccolato tritato, quindi mescolate.

  3. Incorporate anche il cacao e 60 g farina, continuando a mescolare.

  4. Aggiungete infine il latte, poco alla volta, mescolando fino a ottenere un composto abbastanza liquido. Trasferite il composto ottenuto in una tortiera del diametro di 24 cm, imburrata e infarinata o rivestita di carta forno. Cuocete nel forno preriscaldato a 180°C per circa 35 – 40 minuti. Il dolce risulterà ancora un po’ morbido; fatelo raffreddare completamente prima di toglierlo dallo stampo, quindi ponetelo in frigorifero almeno 2 – 3 ore prima di tagliarlo. Decorate con gli amaretti rimasti.

Variante Crescionda

Potete aggiungere un po’ di scorza d’arancia grattugiata.

Recommended Articles

Leave a Reply