Coriandolo, ideale per insaporire piatti tipici asiatici e messicani

coriandolo,-ideale-per-insaporire-piatti-tipici-asiatici-e-messicani

Erba aromatica, il coriandolo è chiamato anche prezzemolo cinese, spesso conosciuta con il nome spagnolo “cilantro”, è una pianta erbacea annuale originaria delle zone del Mediterraneo, famiglia delle Apiaceae (o Umbelliferae) di cui fanno parte anche il cumino, l’aneto, il finocchio ed il prezzemolo.

Il coriandolo, simile visivamente al prezzemolo - Coriandolo, insaporitore naturale in ricette tipiche tra Asia e Messico

Il coriandolo, simile visivamente al prezzemolo

Citato nella Bibbia, alcune tracce ne sono ritrovate in Israele, datate 6000 a.C.; gli Egizi lo utilizzavano per aromatizzare il vino e nelle tombe viene raffigurato come offerta rituale agli dei, apprezzato dai Romani per la conservazione dei cibi. Il nome deriva dal greco koris “cimice” per il particolare odore emanato dalla pianta fresca che ricorda quello delle cimici verdi e ne pregiudica a tratti la gradevolezza.

Le proprietà nutritive

Secondo alcuni studi la percezione del gusto dipende da una componente genetica che non ne fa apprezzare il suo aroma. Ricco di sali minerali come potassio, ferro, calcio e fosforo, contiene carotenoidi e vitamina A, vitamina C e vitamina K.

Le ricette tipiche orientali

Si tratta di un insaporitore naturale molto utilizzato nella cucina orientale che assomiglia visivamente al prezzemolo a foglia piatta, ma da cui si discosta molto in quanto a gusto. Dall’Asia al Messico compare in tante ricette tipiche, utilizzato fresco, da tritare e aggiungere a cottura ultimata per insaporire piatti di verdure, carne, pesce soprattutto crostacei, fondamentale nella preparazione del guacamole, salsa messicana a base di avocado.

I semi di coriandolo

I semi di colore giallo chiaro e simili nell’aspetto a chicchi di pepe hanno un sapore differente rispetto alle foglie con un sentore di scorza di agrumi; vengono utilizzati per aromatizzare insaccati (la mortadella e la salsiccia di Monte San Biagio nel Lazio), sottaceti, dolci come il Panforte di Siena, liquori e digestivi (gin, Chartreuse), birra e nei Balcani sono aggiunti all’impasto del pane.

Le proprietà del coriandolo

L’olio essenziale ricavato dai semi viene impiegato in cosmesi e profumeria. Insieme ad altre spezie, poi, i semi vanno a formare il curry e il garam masala. Le proprietà del coriandolo si prestano a differenti usi non solo di tipo alimentare, ad esso la scienza riconosce diverse caratteristiche di depurazione dai metalli pesanti. Combatte l’azione dei radicali e i danni dell’invecchiamento precoce, protegge il cuore, contribuisce a mantenere sotto controllo la pressione sanguigna e stimola la risposta del sistema immunitario.

Il coriandolo nella storia, tra eventi e letteratura

Il nome coriandolo proviene da un’antica tradizione di epoca rinascimentale, dove per festeggiare i lieti eventi venivano lanciati in aria semi di coriandolo glassati di zucchero, usanza che nel tempo si è trasformata sostituendo i semi di coriandolo con pezzettini di carta colorata.

Nella raccolta di novelle “Le mille e una notte” il succo delle sue parti fresche è citato come afrodisiaco capace di provocare uno stato di ebbrezza simile a quello del vino.

HOME
 > 
ALIMENTI
 > 
FRUTTA e VERDURA
 > 
Coriandolo, ideale per insaporire piatti tipici asiatici e messicani – Italia a Tavola

Recommended Articles

Leave a Reply