Coniglio in tegame alla genovese: come prepararlo

coniglio-in-tegame-alla-genovese:-come-prepararlo

Stampa

Descrizione

Il coniglio con olive alla ligure è un prelibato secondo piatto dal sapore rustico e invitante, dal profumo di erbe aromatiche e vino rosso. Una calda specialità da gustare nelle fredde sere d’inverno con del pane tostato, resa ancor più squisita dall’aggiunta dei pinoli e e nel soffritto di cipolla. Scoprite come cucinarlo secondo la ricetta tradizionale.


Ingredienti

  • 1 coniglio disossato;
  • 100 g di olive nere denocciolate;
  • 50 g di pinoli;
  • 1 cipolla dorata;
  • 2 foglie di alloro;
  • 1 rametto di rosmarino;
  • 1 rametto di timo;
  • 34 bacche di ginepro;
  • q.b. olio extravergine d’oliva;
  • q.b. sale e pepe.

Istruzioni

  1. Tritate finemente la cipolla e soffriggetela all’interno di un tegame e attendete che sia ben appassita, dopodiché unite il coniglio tagliato e pezzi e fatelo rosolare a fuoco vivace.
  2. Non appena il coniglio ben rosolato in ogni sua parte, sfumatelo con il vino rosso e attendete che l’alcol evapori. Unite le bacche di ginepro, l’alloro e un battuto di rosmarino e timo.
  3. Insaporite il coniglio con sale e pepe, coprite il tegame e proseguite la cottura per 30 minuti circa. Aggiungete le olive nere denocciolate e i pinoli a metà cottura e mescolate.
  4. Cuocete il coniglio alla ligure a fuoco dolce, bagnandolo gradualmente con del brodo di carne caldo. Servitelo ancora caldo insieme al suo sughetto, in cui intingere il pane casereccio.

Recommended Articles

Leave a Reply