Come eliminare la puzza di fritto con metodi naturali

come-eliminare-la-puzza-di-fritto-con-metodi-naturali

La frittura è uno dei metodi di cottura più amati: semplice, veloce e soprattutto golosissima. Una tecnica di base che, se eseguita bene, viene usata spesso nelle cucine italiane, per realizzare una serie di prelibatezze a base di carne, pesce o verdure. Ma a volte il fritto viene messo da parte per una serie di ragioni: non solo l’aspetto calorico delle pietanze, ma anche il problema degli schizzi di frittura o la spiacevole conseguenza della puzza. Ma se anche voi amate la frittura, niente paura: oggi vi raccontiamo come eliminare velocemente la puzza di fritto dagli ambienti della casa, con metodi naturali e pratici, per avere sempre un fritto croccante e una cucina profumata.

La prima regola: la scelta dell’olio

Naturalmente, una frittura fatta bene ha bisogno del giusto olio: primo perché un olio con un punto di fumo basso, che tende a bruciarsi, compromette non solo il sapore ma anche la salubrità del fritto che mangiamo; secondo perché la puzza di fritto, naturalmente, aumenterebbe di conseguenza alla bruciatura, diventando molto sgradevole.

Friggete sempre con un olio dal punto di fumo elevato: l’olio di semi di arachidi è perfetto, ma anche l’olio extravergine d’oliva, benché abbia un sapore più marcato del primo. Evitate l’olio di semi di soia, di sesamo o di altri semi, che potrete usare in modi diversi, ma decisamente non per la frittura.

Metodi naturali per eliminare la puzza di fritto

Ecco qualche metodo per eliminare la puzza di fritto con ingredienti e prodotti naturali che si possono trovare comunemente in casa.

1. Acqua e aceto

cavolfiore sott'aceto

Un binomio che ci aiuta a risolvere diverse cose, la soluzione di acqua e aceto può essere usata sia per pulire a fondo pentole e stoviglie, sia per eliminare da casa velocemente la puzza di fritto. Utile soprattutto a contrastare l’odore della frittura di pesce, per utilizzare questo metodo dovrete mettere a bollire una pentola con acqua e aceto accanto a quella in cui state friggendo: potete usare aceto di vino bianco, o aceto di mele per un odore meno pungente e più dolce.

2. Scorza di limone nell’olio

crema al limone scorza

Se in casa avete limoni biologici, potete mettere qualche scorzetta direttamente nell’olio della frittura, oppure in una pentola d’acqua che farete bollire: in questo secondo caso, per un’azione più intensa, potete anche aggiungere delle gocce di limone. Una volta fatta bollire l’acqua, spegnete e lasciate la pentola in una zona ventilata della casa.

3. Prezzemolo o fettine di mela nell’olio

Anche il prezzemolo può essere usato esattamente come la scorza di limone: mettete un piccolo mazzetto nella pentola della frittura per attenuarne  l’odore, basteranno anche solo i gambi. Se invece state friggendo dei dolci, per non dare alla frittura un aroma diverso da quello che volete ottenere, potete usare delle fettine di mela da immergere nell’olio: scegliete sempre delle mele biologiche, per evitare sostanze chimiche nei vostri alimenti.

4. Aceto e caffè per assorbire gli odori

Per eliminare la puzza di fritto dagli ambienti anche dopo la frittura, potete lasciare sul tavolo una ciotola con dell’aceto bianco o del caffè per tutta la notte: due ingredienti utili ad assorbire gli odori dell’ambiente circostante, che elimineranno i residui della puzza di fritto dalla cucina.

5. Cappa sempre pulita alla perfezione

Forse è utile ricordare che, il metodo principale per evitare che la puzza di fritto si accumuli e invada la vostra casa, è quella di tenere sempre la cappa della cucina pulita al meglio, effettuando periodicamente una pulizia profonda e cambiando i filtri ogni due o tre mesi. Una cappa pulita e ben funzionante, infatti, farà metà del lavoro: al contrario, se la cappa non riesce ad aspirare bene gli odori, il problema della puzza di fritto aumenterà a dismisura.

Recommended Articles

Leave a Reply