Biotina: ecco la vitamina che sostiene il metabolismo degli sportivi

biotina:-ecco-la-vitamina-che-sostiene-il-metabolismo-degli-sportivi

La biotina o vitamina B8 è fondamentale per chi ha una vita attiva, tanto che il suo fabbisogno per gli sportivi semi-professionisti è il doppio del normale

Maria Elena Perrero

Biotina: un altro nome per intendere la vitamina B8, una delle tante vitamine del prezioso gruppo B. Ma perché la biotina è particolarmente importante? “Si tratta di una vitamina molto utile soprattutto per chi pratica sport, perché partecipa al metabolismo proteico e alla sintesi del glucosio e dei grassi”, spiega a Gazzetta Active la dottoressa Emanuela Russo, dietista presso l’INCO dell’IRCCS Policlinico San Donato e dell’Istituto Clinico S. Ambrogio di Milano e presso il Marathon Center di Palazzo della Salute – Wellness Clinic.

Quindi ha un ruolo nell’utilizzo dell’energia?

“Sì, come del resto tutte le vitamine del gruppo B, in particolare la B6, la B8 e la B12, che entrano in gioco nei processi enzimatici di tipo energetico. Ma per gli sportivi è particolarmente importante, tanto che per le persone che si allenano con una certa intensità, sportivi professionisti o agonisti, il fabbisogno può anche raddoppiare”.

Quali sono le altre proprietà della vitamina B8 o biotina?

“E’ utile per il trofismo di pelle e capelli: insieme allo zinco è uno dei nutrienti più importanti da questo punto di vista, tanto da essere indicata anche per il trattamento dell’acne soprattutto nei più giovani”.

Quali sono le fonti principali di vitamina B8?

“Prevalentemente la biotina è presente in alimenti di origine animale come carne, pesce, tuorlo d’uovo, latte e derivati, lievito di birra”.

E’ facile avere una carenza di vitamina B8?

“In realtà è piuttosto difficile se si ha una alimentazione varia. A rischio di carenza è però chi segue una dieta vegana, perché la vitamina B8 è contenuta principalmente negli alimenti di origine animale”.

Quali possono essere i sintomi di una carenza di biotina?

“Stanchezza, affaticamento, mancanza di concentrazione, crampi”.

Ci sono rischi per un eventuale eccesso di vitamina B8 nella dieta?

“No. Si tratta di una vitamina idrosolubile: non può quindi essere immagazzinata nell’organismo, dal momento che viene veicolata dall’acqua e quindi, se in eccesso, viene espulsa attraverso le urine”.

Seguici sui nostri canali social! 

Instagram –  Facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Recommended Articles

Leave a Reply