Unieuro, la strategia Omni-Journey perno del piano strategico 2026

unieuro,-la-strategia-omni-journey-perno-del-piano-strategico-2026

La destinazione di Unieuro nel percorso di evoluzione sul mercato verso il 2026 è per l’amministratore delegato Giancarlo Nicosanti Monterastelli quella molto chiara di “market setter”, cioè di gruppo/catena che fissa/stabilisce i nuovi paradigmi/parametri del mercato eldom. Il veicolo per raggiungere questo nuovo traguardo è la “Omni-Journey Strategy” con la quale Unieuro si propone di completare la trasformazione digitale, già in atto, divenendo nell’arco di piano un retailer compiutamente omnicanale mettendo in atto una strategia (la “Omni-Journey”, appunto) finalizzata ad anticipare e rispondere alle esigenze del cliente in tutte le fasi della sua esperienza, prima, durante e dopo l’acquisto.

Giancarlo Nicosanti Monterastelli, Ad Unieuro SpA

La nuova strategia parte da un presupposto fondamentale e se vogliamo quasi stupefacente per i non addetti ai lavori: anche nel periodo “new normal” la crescita dell’online non si fermerà, anzi è previsto che l’online arrivi a una penetrazione di mercato del 30%. Solo al raggiungimento di questa quota si può ipotizzare una parziale convergenza in termini di prezzi tra canale offline e online, un tema cruciale per i retailer delll’eldom.

Da qui i forti investimenti, tra 245 e 265 milioni di euro, pari in media a oltre 50 milioni di euro all’anno, sui quali la digital transformation assorbirà almeno 145 miliardi.

Nella prosecuzione del suo percorso evolutivo, Unieuro continuerà a guadagnare anno dopo anno quote di mercato, accrescendo il proprio fatturato fino ai 3,2/3,3 miliardi di euro previsti nell’esercizio 2025/26 rispetto ai 2,4 miliardi ante-Covid. La crescita media ponderata è dunque stimata intorno al 4/6% annuo a fronte di una crescita più contenuta del mercato, attesa intorno al +1/2% annuo.

Il mercato di riferimento

Il mercato dell’elettronica di consumo ed elettrodomestici in Italia ha registrato un andamento storicamente stabile, con una significativa crescita nel corso del 2020/21 (circa +8%) legata all’emergenza Covid19. Sul breve periodo, Unieuro stima che l’esercizio in corso sarà in buona parte influenzato dalla velocità e dagli esiti della campagna vaccinale. Un altro fattore importante sulle vendite al dettaglio è la migrazione allo standard Dvb-T2 Hevc che impatterà positivamente sulla categoria Brown, in particolare sul segmento TV. Monterastelli considera il 1° settembre la data ancora ufficiale di switch off, ma non esclude variazioni regionali negli slittamenti del digitale terrestre.

“Proprio in vista dello switch off potremmo arrivare al primo settembre con un magazzino più alto per ovvie ragioni di domanda” aggiunge Marco Pacini, Cfo di Unieuro, ma questo non dovrebbe impattare molto sulle stime attuali relative ai ricavi e al gross margin.

La pandemia ha condizionato i consumi e gli stili di vita degli italiani, accentuando alcuni macro-trend rilevanti per il settore di riferimento di Unieuro, alcuni dei quali già comparsi negli anni precedenti:

  • rifocalizzazione dei consumi in termini di budget e mix di spesa, con molti consumatori alla ricerca di convenienza, laddove altri si concentrano sul valore;
  • spostamento della vita in casa, nuovo baricentro attorno al quale ruotano lavoro, socialità e tempo libero;
  • spinta verso la digitalizzazione, con nuove abitudini e aumento delle aspettative legate agli acquisti online;
  •  crescente importanza della sostenibilità, in particolare della ricerca dell’efficienza energetica tra i parametri rilevanti nelle scelte di acquisto.

I vantaggi competitivi costruiti negli anni hanno permesso a Unieuro di rafforzare la leadership omnicanale, facendo meglio della media del mercato sia online sia offline. Nei prossimi anni, si attende una moderata crescita, in parte per il consolidamento delle nuove abitudini acquisite nell’anno Covid e in parte grazie all’avvicinamento in termini di spesa media pro capite ai più maturi Paesi europei, rispetto ai quali l’Italia registra tutt’oggi un ritardo.

Il tasso medio ponderato di crescita del mercato tra l’esercizio 2019-2020, l’ultimo prima dell’emergenza Covid, e il 2025-2026 oscillerà nella banda 1-2% annuo. Nell’arco di Piano Unieuro prevede che il canale online, partendo dai livelli raggiunti nel 2020/21, continui la sua crescita a ritmi annuali comparabili alle aspettative pre-Covid, arrivando a registrare un’incidenza pari a circa il 30% del totale mercato. Gli operatori multicanale manterranno comunque un ruolo centrale, grazie alla valorizzazione della prossimità e alla crescente integrazione tra i canali di vendita.

Bruna Olivieri, general manager di Unieuro

La strategia “Omni-Journey”

Unieuro è già oggi il leader di mercato (elettronica di consumo ed elettrodomestici) in Italia. Con il nuovo Piano Omni-Journey, intende aprire un nuovo capitolo della propria storia, diventando Market Setter, cioè operatore che guida l’andamento del settore, anticipa i trend di mercato e influenza il resto della catena del valore, con l’obiettivo ultimo di consolidare il proprio ruolo di destinazione naturale per gli acquisti tecnologici in ogni fase dell’esperienza cliente. Per Unieuro le persone sono sempre al centro di un ecosistema omnicanale che, grazie all’integrazione di negozi diretti, affiliati e web, offre vicinanza e servizio, a beneficio di un’esperienza di consumo distintiva e personalizzata.

L’approccio Omni-Journey poggia su quattro pilastri strategici che accompagnano il cliente durante tutta la sua esperienza, prima, durante e dopo l’acquisto:

  • Omni-Choice: anticipare le esigenze di ogni persona, offrendo i migliori consigli personalizzati con competenza e servizio;
  • Omni-Purchase: offrire la miglior proposta, garantendo disponibilità del prodotto giusto, nel posto giusto e al prezzo giusto;
  • Omni-Experience: garantire il miglior livello di servizio, distintivo e personalizzato, all’interno dell’ecosistema Unieuro;
  • Responsible Innovation: mirare alla sostenibilità lungo l’intera catena del valore, con passione e impegno e influenzando comportamenti responsabili durante l’intero processo di acquisto.

Rafforzamento del Core Business

Unieuro intende consolidare la leadership di settore conquistando ulteriori quote di mercato, anche in nuove categorie di prodotto. Questo obiettivo richiede un rafforzamento della proposta omnicanale, con crescente peso dell’eCommerce e un’evoluzione del ruolo dei negozi fisici, che non smetteranno di essere centrali e distintivi all’interno del processo di acquisto omnicanale. In questo ambito si dirigono gli investimenti in trasformazione digitale dell’azienda, per potenziare gli strumenti a disposizione del management, rendendo le strategie data-driven e garantendo un’estrema personalizzazione dell’offerta (in termini di assortimento, prezzo, promozioni, comunicazione) e dell’esperienza del cliente in tutte le sue fasi.

Evoluzione del modello operativo e del livello di servizio

Unieuro adotterà un piano di mobilitazione strutturato per raggiungere risultati tangibili: come il consolidamento dell’infrastruttura tecnologica gestionale da realizzarsi attraverso investimenti in cybersecurity che garantiscano la continuità gestionale in sicurezza rispetto ad attacchi informatici. Non da ultimo, si punterà allo sviluppo dell’attuale modello operativo di customer care per migliorare il livello di servizio offerto e ottimizzare la comunicazione, anche proattiva, verso il cliente.

Nuove fonti di business e redditività

Per sostenere e diversificare la crescita nell’arco di Piano, Unieuro intende sviluppare tre nuove direttrici che ne diversifichino e sostengano la crescita profittevole:

  • Miglioramento e innovazione continua della gamma di servizi e del livello di assistenza per offrire un’esperienza al cliente che sia sempre più completa, personalizzata, omnicanale;
  • Estensione delle categorie di prodotto offerte, anche tramite ampliamento dell’ecosistema di partnership, per intercettare i bisogni tecnologici del cliente e di miglioramento della vita in casa;
  • Sviluppo di brand esclusivi, con un posizionamento distintivo rispetto a qualità e prezzo.

Innovazione responsabile (Responsible Innovation)

La sostenibilità sarà uno dei pilastri della nuova strategia Unieuro, con l’obiettivo di creare valore sostenibile per tutti gli stakeholder e garantire un’esperienza sempre positiva con la tecnologia nella vita quotidiana, ottenendo un importante vantaggio competitivo oltre al miglioramento delle metriche economiche e finanziarie. La strategia ESG di Unieuro, attraverso iniziative concrete già individuate, si articola in quattro aree: Comunità, Talenti, Innovazione responsabile e Cultura. A sostegno di tale impegno e in attesa di presentare, già nei prossimi mesi, un articolato piano di sostenibilità, Unieuro ha fin da ora introdotto un nuovo obiettivo di performance Esg relativamente al 2° ciclo del piano di performance share 2020-2025 del management aziendale.

    Recommended Articles

    Leave a Reply