Una lunga storia dal sapore unico

una-lunga-storia-dal-sapore-unico

Furono già i Celti più di due millenni fa, prima dei Romani, a diffondere tra le valli friulane la lavorazione e la stagionatura del maiale.
Fu subito chiaro che l’aria delle Alpi, il clima propizio del fiume Tagliamento e un affaccio naturale verso il mare avrebbero dato vita a salumi unici. In questa regione di confine verso il cuore dell’Europa il sale serviva a conservare e l’affumicatura a proteggere, e i due metodi sono ancora oggi il marchio distintivo del territorio.

La tradizione dei salumi unici

Morgante da oltre un secolo e da quattro generazioni tramanda questa tradizione rinnovandola nel suo Prosciutto di San Daniele, con una Riserva del Fondatore di oltre 20 mesi di stagionatura.
A Romans d’Isonzo invece vengono prodotti prosciutti cotti, speck, con un fumo lieve che ne enfatizza il gusto senza mai nasconderlo; arrosti legati a mano; salami, pancette e wurstel. Anzi “Salsicce di Vienna”, come si chiamavano negli anni Sessanta, quando tra i primi cominciarono a produrli in Italia.

La ricetta moderna

Oggi è tutto diverso ? Non la loro ricetta.

Morgante ha una missione: promuovere la genuinità, ricercare il gusto e l’equilibro, tutelare la salute e il benessere in un’alimentazione moderna e garantire così un’evoluzione costante della qualità del nostro patrimonio agroalimentare… e quando parliamo di salumi il patrimonio (sappiamo bene) è di carattere nazionale.

 

 

Recommended Articles

Leave a Reply