Tenuta La Mondina, 4 eccellenze per rilanciare il consumo di riso in cucina

tenuta-la-mondina,-4-eccellenze-per-rilanciare-il-consumo-di-riso-in-cucina

Due risi (Artemide Gran Riserva e Carnaroli Gran Riserva) e due farine (bianca e nera) compongono l’offerta del brand Riso Buono. Ideali per risotti e panificazione, come ha dimostrato la chef stellata Marta Grassi

Due risi (Artemide Gran Riserva e Carnaroli Gran Riserva) e due farine (bianca e nera) compongono l’offerta del brand Riso Buono. Ideali per risotti e panificazione, come ha dimostrato la chef stellata Marta Grassi

La Tenuta La Mondina si trova a Casalbeltrame (Novara): 200 ettari, di cui 120 a riso, di proprietà della famiglia Guidobuono Cavalchini. Vanta una lunga tradizione nella risicoltura: alla fine del Seicento quando la nobile famiglia dei Gautieri, lasciata la contea di Nizza, si stabilisce in queste terre novaresi, introduce metodi d’irrigazione e forme di coltivazione innovative. La tenuta era stata abbandonata nel 1911 e le terre affittate, così da un decennio un “pezzetto alla volta” Cristina Cavalchini ha iniziato a ristrutturare la  splendida struttura quadrata con 122 finestre. Poi, è stato «un amore a prima vista per queste terre».

La farina bianca di Riso Buono Tenuta La Mondina, 4 eccellenze per rilanciare il consumo di riso in cucina

La farina bianca di Riso Buono

Dal recupero della tenuta alla nascita del brand “Riso Buono”

Ciò che colpisce è l’entusiasmo di Cristina che riesce a dividersi tra Roma, i figli e l’azienda di famiglia. Tutto è stato risistemato con cura e passione: i mobili abbandonati restaurati, alcuni affreschi perfettamente intonati ai tendaggi anni Settanta trovati in un angolo, vecchie carrozze lucidate come ai vecchi tempi, vasi, fiori e l’orto con le galline…  Cristina non si era mai occupata di riso, invece con un piglio spiritoso e allegro è riuscita a creare “Riso Buono”, un marchio di eccellente qualità, che ha conquistato anche l’estero. La sua disponibilità ha fatto trasformare la tenuta in un luogo ideale per alcune lezioni dell’Università di scienze gastronomiche di Pollenzo.

Rinasce il Saigon, elegante angolo di Vietnam a Milano

Le varietà del riso esistenti al mondo sono tante, basti pensare che ne sono registrate oltre 140mila, ma per una azienda come La Mondina, è stato utile concentrarsi solo su alcune qualità selezionate. Il riso Artemide Gran Riserva e Riso Carnaroli Gran Riserva si presentano in una elegante confezione di vetro  a chiusura ermetica, perché  La Mondina è una azienda che ha sempre pensato alla sostenibilità.

Carnaroli Gran Riserva

Il riso Carnaroli Gran Riserva è stato fatto invecchiare un anno da grezzo, un procedimento praticato anche in passato. Conservato, invecchiato bene aumenta il volume e crea meno dispersione dell’amido, è ideale per tenere la cottura e apprezzato per la preparazione dei risotti.

Tenuta La Mondina Tenuta La Mondina, 4 eccellenze per rilanciare il consumo di riso in cucina

Tenuta La Mondina

1/4

Operazione di raccolta del riso Tenuta La Mondina, 4 eccellenze per rilanciare il consumo di riso in cucina

Operazione di raccolta del riso

2/4

I silos Tenuta La Mondina, 4 eccellenze per rilanciare il consumo di riso in cucina

I silos

3/4

La dispensa Tenuta La Mondina, 4 eccellenze per rilanciare il consumo di riso in cucina

La dispensa

4/4

Previous Next

Artemide Gran Riserva

Il riso Artemide è stato voluto fortemente da Cristina: deriva da un incrocio naturale tra il riso Venere con pericarpo nero e un riso di tipo Indica con pericarpo bianco. È stato creato dalla Cooperativa di sementi Sapise (Vercelli) e poi dato in esclusiva per l’Italia alla tenuta La Mondina.  È nato un riso dall’aroma intenso, non solo dall’alto contenuto di selenio, ferro, ricco di vitamine B e antociani: un prodotto sano che fa bene all’organismo. Un riso che sta avendo successo in Italia e all’estero, come in California. Le mattonelle sottovuoto da un chilo sono riservate ai professionisti della ristorazione, per la perfetta conservazione e la praticità. In questo caso la lavorazione è tradizionale, proprio come si faceva nelle prime riserie del Novecento, eseguita con sbramatura a pietra. Attraverso questo sistema si cerca di salvaguardare la gemma, usando macchinari delicati per lasciare il riso integro e  con un sapore che sappia di tempi passati.

Il risotto di Marta Grassi Tenuta La Mondina, 4 eccellenze per rilanciare il consumo di riso in cucina

Il risotto di Marta Grassi

Il riso in cucina, la proposta della chef stellata Marta Grassi

Tra i prodotti troviamo le farine di riso, una bianca e una nera, prive di glutine e ideali per i celiaci o gli intolleranti. Nate dalla rottura dei chicchi (1%), sono adatte alla panificazione per la pasta frolla e i biscotti o gli impasti speciali. Da queste qualità speciali e “buone” la stellata Marta Grassi del Tantris di Novara ha dato prova di sé in un pranzo dove il riso la faceva da padrone. Niente va sprecato: anche l’acqua del “Riso Buono” l’ha usata per creare un delicato cocktail, a cui ha aggiunto zafferano e gin, è seguito un ottimo risotto con formaggio Bettelmatt dai sapori autunnali con zucca e castagne e per stupire un dessert  a base di riso, pistacchio e cioccolato.

La Mondina

Via Gautieri, 2/4 – Casalbeltrame (No)

Tel. 03211826327

www.risobuono.it

Recommended Articles

Leave a Reply