sempreverdi-arcobaleno

sempreverdi



I sempreverdi sono le piante che non perdono le foglie neanche d’inverno e che anzi si colorano di allegre sfumature nei toni del rosso. Vi proponiamo tre specie che sopportano il freddo e non hanno bisogno di molta manutenzione. In più crescono bene sia in vaso che in piena terra

Con l’arrivo della brutta stagione i nostri spazi verdi cominciano ad assomigliare a una landa desolata. Nonostante i primi freddi però, è ancora possibile fare qualcosa per rallegrare il proprio balcone o giardino: piantare qualche sempreverde  dalle foglie colorate. Abbiamo scelto tre specie dai nomi complicati ma che sopportano il freddo e non hanno bisogno di molta manutenzione. In più crescono bene sia in vaso che in piena terra.

Sfumature rosso fuoco

Vi piacciono i colori decisi? La Nandina Fire Power ha le cime decisamente rosse su una base verde. Il contrasto è molto bello e non passa inosservato. Per di più in autunno si ricopre anche di bacche rosse che rimangono sul ramo, mentre in estate è abbellita da tanti fiorellini bianchi a forma di spiga. È una pianta nana, quindi non cresce molto, al massimo raggiunge i 50-70 centimetri e ha una forma tondeggiante naturale, perciò non ha quasi bisogno di  potature.

Posizione

Cresce anche all’ombra, ma sono i raggi del sole a tingere di rosso le foglie, quindi se volete che dia il meglio di sé, mettetela in una posizione soleggiata per almeno mezza giornata.

Innaffiatura

In inverno non ha invece necessità di molta acqua, si innaffia solo quando il terreno è davvero asciutto.

Terreno

Lo vuole fertile e ben drenato e se la piantate in vaso scegliete del terriccio universale a base di torba bruna di buona qualità. Poi miglioratelo con letame pellettato e pietra di pomice per aerarlo.

Vaso

Ha bisogno di un contenitore di circa 30 centimetri per prosperare.

Concime

Va concimata tutti gli anni in autunno e primavera, sempre con letame in pellet.

Rosa bianco e verde

Se siete in cerca di un tocco di romanticismo, il Trachelospermum jasminoides Tricolor ha le cime rosa che sembrano fiori e foglie spruzzate di verde e di bianco in maniera decisamente artistica. All’inizio dell’estate produce anche fiori bianchi poco appariscenti ma delicatamente profumati. In giardino diventa una tappezzante, sul balcone cresce anche in una fioriera appesa alla ringhiera. L’effetto è molto bello perché è ricadente. Potete anche fissare i rami a una griglia e coltivarla come rampicante. Cresce lentamente, quindi non va potata quasi mai.

Posizione

Ama il sole, ma si accontenta anche dell’ombra, però perdendo un po’ delle sue bellissime sfumature.

Terreno

Il suo terreno ideale è sciolto un po’ sabbioso, ma in vaso un buon terriccio universale andrà bene.

Innaffiature

Non ha bisogno di molta acqua, tranne che subito dopo i trapianti quando ha bisogno di radicare.

Vaso

Le basta un contenitore piccolo, per esempio da 20 centimetri, per essere felice. Se però fissate i rami potete usarla anche come rampicante in un vaso da 30.

Fertilizzanti

Si concima dalla primavera all’autunno inoltrato con un fertilizzante per piante da fiore, una volta al mese.

Foglie viola e fiori rosa

Chi, oltre al colore, è alla ricerca di una pianta importante, trova la sua risposta nel Loropetalum Fire Dance. È un arbusto abbastanza grande, perfino in vaso può superare il metro, dai bei rami ricadenti. Non ha solo belle foglie color porpora, all’inizio della primavera si riempie di profumati fiori fucsia, con i petali che sembrano nastrini. E l’accoppiamento di queste due tonalità è davvero molto bello. Tenete presente che è una pianta che ha bisogno di spazio, anche perché i rami crescono quasi in orizzontale.

Posizione

La mezz’ombra è la sua condizione preferita, specie d’estate, ma sta bene anche al sole.

Terreno

Ama i substrati sciolti dove l’acqua non ristagna. Lavorate molto bene il terreno se la piantate in giardino. In vaso optate per un terriccio arricchito da pomice.

Contenitore

Ha bisogno di un vaso spazioso con un diametro di almeno 40 centimetri.

Innaffiature

Non tollera la siccità, quindi mantenete sempre il terreno leggermente umido, soprattutto in vaso.

Concime

In autunno e all’inizio della primavera aggiungete del concime organico, ottimo l’humus di lombrico, alla base della pianta.



Recommended Articles

Leave a Reply