Semifreddo al caffè e anice

semifreddo-al-caffe-e-anice
Semifreddo al caffè e anice Semifreddo al caffè e anice

Semifreddo al caffè e anice

Il semifreddo che vi presento oggi è bello da vedere, grazie all’applicazione della vellutata spray, che gli conferisce un suggestivo colore rosso e uno spiccato effetto “morbidezza”. È gustoso, in quanto frutto di una scelta azzeccata degli ingredienti, che punta ad abbinare sentori in grado di valorizzarsi l’uno con l’altro (come anice e caffè).

Il procedimento è solo all’apparenza complicato. Se avete a disposizione una planetaria, lo sarà ancora di meno. Si tratta, infatti, di riunire e montare tutti gli ingredienti, uno dopo l’altro, secondo un ordine ben preciso. Si inizia con gli albumi e si prosegue con il caffè, con la colla di pesce (che deve essere ammollata e ben strizzata) e si finisce con l’essenza di , la panna e lo Skyr. Ovviamente, trattandosi di un semifreddo, va riposto in freezer almeno sei ore, in modo che si stabilizzi e conservi una certa consistenza anche una volta esposto a temperatura ambiente.

Uno yogurt molto particolare

L’ingrediente più particolare del semifreddo al caffè e anice è lo Skyr. Probabilmente non l’avete mai sentito nominare, infatti è un prodotto tipico dell’lslanda, che è approdato dalle nostre parti grazie all’intuizione di aziende lungimiranti, come Exquisa. Lo Skyr di Exquisa rispetta la tradizione islandese, per quanto sia frutto di un adattamento lieve ma efficace, finalizzato a rendere compatibile i sentori della ricetta originale con la sensibilità del palato italiano. Exquisa, con il suo Skyr, testimonia ancora una volta la volontà di proporre prodotti nuovi, ponendosi all’avanguardia nel settore alimentare. Il tutto, sia chiaro, in una prospettiva che unisce sapore e genuinità.

Lo Skyr è tecnicamente un formaggio, in quanto il processo di produzione prevede l’uso del caglio. Tuttavia, è sostanzialmente uno yogurt. Anzi, dal punto di vista organolettico assomiglia moltissimo allo yogurt greco. Rispetto a quest’ultimo, però, si caratterizza per sentori più

delicati e quasi neutri. Anche in virtù di ciò, può essere utilizzato sia per le preparazioni dolci che per quelle salate (oltre che per il consumo a crudo). Lo Skyr è un formaggio-yogurt salutare, infatti è ricco di proteine e calcio. Da questo punto di vista, ha poco da invidiare ai formaggi molto stagionati. In compenso, l’apporto calorico è molto basso, pari a 61 kcal per 100 grammi.

Tutto il fascino delle gocce di essenza di anice

Il semifreddo al caffè è una ricetta ardita proprio perché contiene. Il sapore di questo ingrediente, infatti, è troppo caratteristico per risultare versatile. Dunque, richiede un’operazione di abbinamento non indifferente, frutto di una conoscenza spiccata delle sue potenzialità organolettiche. In questo caso, il sentore dell’anice valorizza e si fa valorizzare dal sapore del caffè. La validità di questo abbinamento è confermato anche dalla diffusione di alcune bevande, come il caffè corretto con la sambuca. La sambuca, infatti, è un liquore realizzato con l’anice.

Ad ogni modo, questo ingrediente va maneggiato con estrema cura. Non a caso, bastano pochissime gocce della sua essenza per impreziosire il dolce e conferirgli una piena dignità dal punto di vista organolettico. Non andate oltre, anche perché un’eccessiva presenza dell’anice può letteralmente rovinare la ricetta, e rendere il sapore di questo semifreddo difficile da tollerare. Nello specifico, l’essenza di anice va inserita dopo aver amalgamato la colla di pesce, poco prima di unire la panna semimontata.

Ecco la ricetta del semifreddo al caffè e anice



Ingredienti per 6 persone:

  • 2 dl di caffè espresso,
  • 120 g di zucchero semolato,
  • 2 albumi,
  • 10 g di colla di pesce,
  • 3-4 gocce di essenza di anice,
  • 400 g di Exquisa Skyr,
  • 2 dl di panna consentita,
  • q. b. di vellutina spray rossa

Preparazione

Per la preparazione del semifreddo al caffè e anice iniziate versando il caffè in una pentola, poi unite lo zucchero e cuocete fino a quando il composto non raggiunge la temperatura di 121 gradi. Intanto, versate gli albumi in una planetaria e montateli. Poi versate il caffè, la colla di pesce (ammollata e strizzata) e le gocce di essenza di anice. Montate ancora a velocità elevata e smettete solo quando il composto si è raffreddato.

Poi montate la panna a parte con le fruste elettriche, fino a quando non sarà diventata “semimontata”. Ora unite la panna al composto e aggiungete anche lo Skyr amalgamando il tutto. Infine, versate il composto in uno stampo in silicone a forma di fiore e fatelo riposare in freezer per minimo 6 ore. Trascorso questo lasso di tempo, sformate il semifreddo, ponetelo nel piatto di portata e spruzzate la vellutina per colorare e riprodurre un effetto “morbidezza”.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli Ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti al celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’Ale ole indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo “consentita o consentito” per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette.

Recommended Articles

Leave a Reply