remise-en-forme-per-le-piante

piante



Avete lasciato le piante per andare in vacanza e ora le trovate un po’ sofferenti? Niente paura, con un po’ di cure e qualche integratore, anche fatto in casa, torneranno subito in forma

Per quanto attenti possiate essere stati prima della partenza, sicuramente le piante avranno sentito la vostra mancanza. È ora il momento di recuperare. Ecco una serie di operazioni che aiuteranno sicuramente il vostro giardino o terrazzo a riprendere lo splendore di sempre.

Cominciate con la sarchiatura, per ossigenare le radici e prepararle a ricevere l’acqua: togliete le infestanti, zappate la terra in superficie e fate dei buchi nel terreno in modo che l’acqua possa penetrare meglio.

Se avete trovato le piante un po’ asfittiche, innaffiate abbondantemente e il giorno dopo bagnate ancora aggiungendo un po’ di concime. Le più provate vanno immerse in una bacinella piena d’acqua per un’ora abbondante per reidratare a fondo le radici.

Se, invece, hanno ricevuto troppa acqua, o perché ha piovuto troppo o perché l’impianto d’irrigazione ha esagerato, svuotate subito i sottovasi e aspettate che il terreno asciughi completamente prima di bagnare ancora. Non dimenticate, inoltre, di togliere piante infestanti, fiori appassiti, foglie secche e rami spezzati.

Le piante ben nutrite sono più forti, sia che si tratti di lasciarle senza cure per un po’, sia per resistere alle diverse, normali malattie che possono sopravvenire. Per questo possono risultare utili dei trattamenti, realizzati utilizzando prodotti naturali, che siano preparati in casa o acquistati. Ecco allora sei idee da provare, anche a costo zero!

Homemade

Tisana all’ortica per stimolare la crescita

L’ortica è davvero una panacea per le piante. Le rafforza, ne stimola la crescita, le difende dai parassiti e la si trova facilmente in qualsiasi prato. In alternativa potete comprare

la piante secche  in erboristeria.

Per 500 ml d’acqua: 100 g di foglie fresche o 10 g di foglie secche

1. Fate bollire l’acqua e mettete in infusione la pianta fresca o secca per almeno 5 minuti.

2. Filtrate e diluite fino ad arrivare a 5 litri.

Energizzante alla banana per fiori e frutti

Le banane sono una buona fonte di potassio, perché non usarle anche per le piante? L’integratore si fa con le bucce, ne servono 5 per un litro d’acqua. Potete conservarle in frigorifero fino a quando le avrete a sufficienza.

1. Tagliate le bucce a pezzi, portate a bollore 1 litro d’acqua, aggiungete le scorze a pezzetti, lasciate bollire per 15 minuti, fate raffreddare e passate tutto con il frullatore.

2. Diluite poi il composto con 2 litri d’acqua e usateli per innaffiare le piante. Continuate ogni 15 giorni fino alla fine della fioritura o alla maturazione dei frutti.

Ancora più semplice è far seccare le bucce delle banane, mettendole su una grata in un locale secco e ventilato. Una volta secche frullatele e mischiatele al terreno, una manciatina per ogni vaso.

Fortificante all’equiseto contro le muffe

Ci sono piante che più di altre sono soggette a muffe e a funghi: la rosa per esempio, ma anche la begonia o la dalia. Fra le aromatiche, menta e maggiorana sono vittime predestinate. Alcuni ortaggi come i pomodori sono spesso attaccati, così come molte specie da frutto tipo il pesco, la vite, il lampone. Quello che gli ci vuole è una bella dose di silicio, che rinforza i tessuti e li rende più resistenti. Una pianta che ne contiene in grande quantità è l’equiseto: potete comprarlo già secco in erboristeria oppure coglierlo fresco nei campi e sulle rive dei corsi d’acqua.

Procuratevi 100 g di pianta secca o 300 fresca, mettetela in una pentola e copritela con 1 litro d’acqua, portate il tutto a bollore, spegnete il fuoco e fate raffreddare. Filtrate e utilizzate il decotto diluito in 5 litri d’acqua. Potete spruzzare il preparato direttamente sulle foglie la mattina presto, o bagnare il terreno. Distribuitelo ogni venti giorni per prevenire, ogni giorno se volete contenere una malattia già in corso. Si conserva per 15 giorni circa tenendolo all’ombra, così potete usarlo anche un paio di volte.

Da acquistare

Stimolante vegan

Il Biostimolante liquido Flortis Bio è a base di erba medica, alghe e https://www.cucina-naturale.it/glossario/melassa/”>melassa. Favorisce l’assorbimento degli elementi nutritivi, stimola la fotosintesi e l’accrescimento dell’apparato radicale ed aereo della pianta.

flortis.it ∙ 8,49 euro

Per aumentare le difese

Olover Greenforce Bio è un corroborante a base di olio di girasole che si propone di migliorare la resistenza nei confronti di stress di varia natura. In più genera una barriera fisica protettiva contro alcuni insetti.

agritaliasrl.it ∙ 5,50 euro

Più forza con la propoli

Propolis è il concentrato bio a base di propoli adatto a tutte le piante. Stimola il metabolismo vegetale ed è utile in caso di rami rotti o potati, perché aiuta la cicatrizzazione dei tessuti ed evita la penetrazione dei patogeni.

zapigarden.it ∙ 8,17



Recommended Articles

Leave a Reply