Ravioli di oca con salsiccia, un primo diverso dal solito

ravioli-di-oca-con-salsiccia,-un-primo-diverso-dal-solito

È un piatto abbastanza difficile da realizzare, se non altro nella fase di preparazione dei ravioli. È necessaria una certa manualità e un’attenzione maniacale ai dettagli. Tuttavia, seguite le indicazioni che vi darò alla fine dell’articolo e non sbaglierete. Per quanto riguarda i principi nutritivi, non stiamo di certo parlando di un piatto leggero. Anzi, vista la quantità di carne, che va a formare il ripieno e anche il condimento, i ravioli di oca con salsiccia sono una pietanza davvero nutriente. Il riferimento è soprattutto all’apporto proteico, che è superiore alla media.

Ravioli di oca con salsiccia, un primo diverso dal solito

Ravioli di oca con salsiccia

Un piatto molto gustoso a base di oca

La vera protagonista di questi ravioli è la carne di oca. Si tratta di una carne pregiata, in parte estranea alle abitudini degli italiani, eppure meritevole di essere assaggiata. Il sapore è particolare, potrebbe ricordare quello del tacchino, dal quale però si differenzia per un gusto più forte e deciso. È anche una carne abbastanza leggera, dal momento che contiene pochi grassi. In compenso, l’apporto di proteine non ha nulla da invidiare alla carne di manzo o di suino. La carne di oca viene impiegata per realizzare il ripieno. Richiede una cottura prolungata, che inizia con la rosolatura e prosegue per almeno un’ora. Solo in questo modo è possibile garantire la morbidezza necessaria a rendere il ripieno gradevole al palato. In quanto ad apporto calorico, infine, siamo su livelli più che accettabili: 100 grammi di carne d’oca contengono 161 kcal.

L’importanza del parmigiano e il suo sapore inconfondibile

Il parmigiano si lega davvero bene con i nostri ravioli di oca. Si fa presto a dire parmigiano, ma ne esistono di svariati tipi, e ciascuno incide in maniera differente sul piatto. La scelta è ovviamente tra i vari tipi di stagionatura: si va dai 12 agli oltre 36 mesi. Il consiglio è di pensare all’uso che si fa del parmigiano. In questo caso, esso viene grattugiato e inserito alla fine. Gioca un ruolo importante, in quanto smorza un po’ i sapori aciduli della carne, mantenendo comunque una certa corposità. Ad ogni modo, in questo caso, come in tutti quelli che prevedono la variante grattugiata, è bene optare per le stagionature prolungate, dunque certamente superiore ai 12 mesi. Il consiglio è anche di non esagerare, onde evitare di coprire gli altri sapori. Sarebbe un peccato coprire il sapore dei ravioli di oca con salsiccia, che è davvero particolare.

Ricetta dei ravioli di oca con salsiccia:

Ingredienti: 500 g di farina 00, 3 uova d’oca, 10 g di olio extravergine di oliva, q.b. di sale

Per il ripieno: 500 g di polpa di oca, 60 g di parmigiano reggiano stagionato grattugiato, 100 g di burro chiarificato, 1 bicchiere di vino bianco, 1 l di brodo vegetale, una cipolla, 1 gambo di sedano, 1 carota, un mazzetto aromatico (timo e maggiorana), q.b. di mollica, 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva, q.b. di sale e pepe

Per il condimento: q.b. di salsiccia, 1 rametto di rosmarino, q.b. di olio e parmigiano

Preparazione: per la preparazione dei ravioli di oca iniziante dal ripieno rosolando un trito di scalogni, sedano e carote, poi aggiungete il petto d’oca tagliato a pezzi, rosolate e aggiustate di sale. Aggiungete il vino, un po’ di maggiorana e timo. Cuocete a fuoco vivo per cinque minuti, poi riducete la fiamma e proseguite la cottura per un’ora. Successivamente tritate la carne d’oca nel mixer, aggiungete la noce moscata, la mollica ammorbidita nel latte e un po’ di pepe. Mescolate ed amalgamare per bene il tutto. Ora passate ai ravioli, setacciate la farina e ricreate una fontana su un grande tavola in legno per impasti.

* * *

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, per cui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’Aic o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo “consentita o consentito” per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale è stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo “consentita” o “consentito” per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette.

Per informazioni: www.ilmondodelleintolleranze.it

Segui il nostro canale Telegram con tutte le ricette dei grandi chef italiani.

HOME
 > 
RICETTE
 > 
PRIMI e ZUPPE
 > 
Ravioli di oca con salsiccia, un primo diverso dal solito – Italia a Tavola

Recommended Articles

Leave a Reply