Prodotti tipici pugliesi: viaggio alla scoperta dei meno noti (da provare almeno una volta)

prodotti-tipici-pugliesi:-viaggio-alla-scoperta-dei-meno-noti-(da-provare-almeno-una-volta)

La gastronomia pugliese è conosciuta e rinomata ben al di là dei confini regionali. Tra i prodotti maggiormente noti figurano sicuramente le orecchiette, la burrata, e poi ancora l’olio pugliese ed alcuni vini di pregio. Eppure, i prodotti tipici pugliesi sono davvero tanti, molti di più di quelli che saltano subito alla mente: un insieme di sapori capaci di dar vita ad una sinfonia unica nel suo genere, autentica, verace ed irresistibile. Fatta di note conosciute e meno conosciute. Scopriamo dunque assieme alcuni tra i prodotti tipici pugliesi forse meno noti e non sempre facilmente reperibili fuori regione (per lo meno nella loro versione più autentica), che vale la pena di provare almeno una volta.

Prodotti tipici pugliesi: viaggio alla scoperta dei meno noti

Pasta: le “sagne incannulate”

Come detto in apertura, tra i formati di pasta pugliese il primato va sicuramente alle orecchiette. Piccole, arrotondate al punto giusto e terribilmente “geniali”, presentano quella texture vagamente ruvida e quella curvatura leggermente concava capaci di raccogliere magistralmente qualunque tipo di sugo o condimento. Oltre alle orecchiette, il consiglio è quello di provare le “sagne incannulate”, un formato tipico della tradizione salentina: una pasta pugliese lunga, arrotolata su se stessa, pronta ad essere avvolta nella forchetta portando con sé, al contempo, una generosa dose di condimento.

Prodotti da forno: la puccia salentina

Tra i prodotti da forno più famosi della tradizione spiccano indubbiamente i taralli pugliesi. Declinati oggi in molteplici versioni sia dolci che salate, sono i protagonisti delle nostre tavole, ma anche fedeli compagni delle nostre pause di studio o lavoro. Oltre ai taralli, che forse già conoscete, vogliamo sottoporre alla vostra attenzione un altro prodotto da forno pugliese oggi sicuramente di tendenza: la puccia salentina. Si tratta di un irresistibile panino tipico della tradizione pugliese: simile alla pasta della pizza per impasto e fragranza, si presta ad innumerevoli e fantasiose farciture: è eccellente se farcito con prodotti tipici pugliesi quali ortaggi, sottoli, formaggi o affettati locali. Perfetto per chi ama i pasti veloci senza rinunciare a quel tocco gourmet oggi così di moda.

Prodotti tipici pugliesi: viaggio alla scoperta dei meno noti

Salumi: il Capocollo di Martina Franca

Uno dei salumi pugliesi più graditi anche fuori regione in virtù del perfetto bilanciamento tra parte magra e parte grassa è indubbiamente il Capocollo di Martina Franca. Profumatissimo ed aromatico, il Capocollo vi farà innamorare al primo assaggio. Chiudendo gli occhi, vi ritroverete nel cuore della Valle d’Itria più autentica, dove questo pregiatissimo ed esclusivo insaccato è lavorato con cura ed amore proprio come un tempo, lasciato opportunamente stagionare e “massaggiato” con un mix unico di erbe aromatiche locali e vincotto pugliese. Da provare.

 Formaggi: la caciotta pugliese

La Puglia è una terra dalla grandissima storia casearia, legata in particolar modo alla tradizione dell’allevamento delle pecore. Uno dei prodotti tipici pugliesi che non potete esimervi dal provare è sicuramente la caciotta pugliese, un formaggio da tavola semistagionato a base di latte di mucca e di pecora. Buono e versatile, si presta ad essere consumato a pasto, oppure ad essere servito nel contesto di aperitivi eleganti, magari in abbinamento con una goccia di vincotto pugliese e con un buon calice di Primitivo.

I prodotti tipici pugliesi sott’olio: i lampascioni

A dispetto di chi pensa che una regione che vanta più di ottocento km di coste (sì, avete letto bene, 800!) debba assolutamente avere una gastronomia tradizionale a base di pesce, vi sorprenderete nello scoprire che forse i più grandi protagonisti della cucina “made in Puglia” sono i sottoli. Ergo, gli ortaggi. Ebbene sì, la Puglia è una regione con una fortissima ed antichissima vocazione contadina, che ha dato vita, nel corso del tempo, ad una tradizione gastronomica “povera”, basata su quel che la terra aveva da offrire stagione dopo stagione. E non solo: quel che era reperibile in estate, era opportunamente trattato e conservato in appositi “boccacci”, al fine di goderne anche in inverno. E vice versa. Ecco perché i sottoli, quelli di grande qualità, quelli che sanno “di buono”, in Puglia non mancano mai. Impariamo dunque a gustare degli ottimi pomodori secchi pugliesi, così come le olive leccine o celline sott’olio, e poi ancora le cipolle rosse al vincotto, i carciofi col gambo ed infine gli immancabili lampascioni, deliziose cipolline amarognole da gustare un po’ con tutto. Non v’è dono della natura che non possa trovar posto in un vaso o vasetto, e viaggiare sino alla nostra tavola!

Prodotti tipici pugliesi: viaggio alla scoperta dei meno noti

Dolci: le mustaccere

La carrellata dei migliori e più esclusivi prodotti tipici pugliesi si conclude naturalmente con una menzione ai dolci tipici di questa incantevole regione posta tra cielo e mare. Cominciamo però con una piccola curiosità: la maggior parte dei dolci tipici pugliesi ritrova le sue origini nel lontano oriente, in virtù della straordinaria multiculturalità che ha caratterizzato la regione nel corso dei secoli (si pensi al periodo bizantino, così come all’invasione turca della penisola salentina del 1480, solo per fare qualche esempio). Tra gli ingredienti protagonisti della tradizione dolciaria troviamo dunque le mandorle, il miele, le spezie, gli agrumi. Sapori d’oriente! Da provare sono indubbiamente le mustaccere al cioccolato, deliziosi e fragranti biscottini a base di cioccolato, resi sfiziosi e freschi dalla presenza di spezie e da un inconfondibile aroma di agrumi pugliesi.

Prodotti tipici pugliesi: viaggio alla scoperta dei meno noti

HOME
 > 
TENDENZE e MERCATO
 > 
AGRICOLTURA e CIBO
 > 
Prodotti tipici pugliesi: viaggio alla scoperta dei meno noti (da provare almeno una volta)
– Italia a Tavola

Recommended Articles

Leave a Reply