Mostarda d’uva: la ricetta (senza zucchero) del dolce siciliano che profuma d’autunno

mostarda-d’uva:-la-ricetta-(senza-zucchero)-del-dolce-siciliano-che-profuma-d’autunno

L’antica ricetta della mostarda d’uva, il dolce siciliano autunnale per eccellenza, amato da adulti e bambini 

In Sicilia c’è una ricetta prettamente autunnale che si tramanda da generazioni. Stiamo parlando della mostarda d’uva, da non confondere con quella della tradizione toscana che porta lo stesso nome, ma è a base di frutta, zucchero e senape. L’ingrediente principale della mostarda siciliana è il mosto d’uva e ha la consistenza di un budino e può essere gustata calda o fredda, con una spolverata di cannella. 

Vediamo come preparare quest’antica ricetta contadina che non prevede l’uso dello zucchero. Siamo sicuri che il suo profumo inebriante vi conquisterà ancora prima di assaggiarla!

Leggi anche: Non buttare via le bucce dell’uva, sono fondamentali per preparare il mosto. La ricetta semplice e sprechi zero

Ingredienti

  • 2 litri di mosto d’uva rossa
  • 100 gr di amido di mais
  • 150 gr di nocciole, mandorle o noci 
  • cannella in polvere
  • un pugnetto di cenere di “sermenti” di vite, ottenuta con i tralci legnosi della vite 

Leggi anche: Vino cotto: la deliziosa conserva della nonna che non può mancare nella tua dispensa

Preparazione 

Per prima cosa fate bollire il mosto (ben pulito, senza residui di acini) a fuoco lento. Unite la cenere ricavata dai tralci della vite. La cenere servirà a smorzare l’aspro dell’uva e addolcire la mostarda, che non ha bisogno di zucchero.

Cuocete per circa mezz’ora e fate riposare per una notte in modo che la cenere si depositi sul fondo della pentola.  Adesso filtrate il composto ottenuto con un colino o con una garza a maglia stretta.

Trasferite il tutto nuovamente in una pentola e aggiungete l’amido. Mescolate lentamente mantenendo la fiamma dolce fino ad ottenere una consistenza cremosa. Adesso non resta che versare la vostra mostarda nei piatti o nelle formine. Arricchitela con nocciole tritate (in alternativa usate mandorle o noci se vi piacciono di più) e una spolverata di cannella. Potete gustarla tiepida o conservarla in frigo se la preferite fredda e più solida. 

Seguici su Telegram Instagram Facebook TikTok Youtube

Buon appetito!

Scopri anche altre ricette autunnali:

 

Recommended Articles

Leave a Reply