Morto a Lugano Henri Chenot nutrizionista dei vip e re del detox

morto-a-lugano-henri-chenot-
nutrizionista-dei-vip-e-re-del-detox

Henri Chenot, il celebre nutrizionista dei vip e mago delle diete detox, è morto a Lugano, dove si era trasferito, all’età di 77 anni, dopo una lunga malattia.

Fondatore della biontologia, i suoi metodi di cura hanno attirato a Merano – prima a Villa Eden e poi all’Hotel Palace – tantissimi nomi illustri dello sport e del jetset.

Henri Chenot - Morto a Lugano Henri Chenot nutrizionista dei vip e re del detox

Henri Chenot

Al suo cospetto vip, reali e sportivi

Ed è proprio all’Hotel Palace che Chenot aveva messo “in riga” Prima e Seconda Repubblica (da Ciriaco De Mita a Silvio Berlusconi), Carolina di Monaco, Ernst di Hannover, Francesco Totti, Zinedine Zidane, Gianna Nannini, Ilham Aliyev, presidente dell’Azerbaigian, Hamad e Tamim bin Hamad al-Thani, padre e figlio, emiri del Qatar, Luciano Pavarotti, Lucio Dalla e Giuliano Ferrara.

Tra i suoi pazienti anche Maradona

Si affidava a Chenot anche Diego Maradona, che nel 2009 proprio durante un soggiorno di cure a Merano dovette consegnare alla Guardia di finanza i suoi amati orecchini per una serie di guai con il fisco italiano.

Fondatore della biontologia

Origini catalane ma francese d’adozione, Chenot era nato nel 1943. Chenot ha studiato Biologia al Centro di ricerche di Biologia Marina annesso alla Sorbona di Banyuls-Sur Mer, dimostrando interesse in particolare per l’antropologia, la filosofia e la medicina cinese (che ha approfondito per oltre dieci anni), così come per la psicologia bioenergetica e la naturopatia (i rimedi naturali per curare le malattie).

Chenot ha conseguito un master, un dottorato in Psicologia e un dottorato “Honoris Causa” in Scienze Umane all’Università di Kensington.

Agli inizi degli anni ’70, Chenot ha creato il primo di una serie di laboratori di fitocosmesi e fitoterapia, mettendo a punto nuove tecniche di talassoterapia.

Nello stesso periodo, come fondatore e presidente dell’Associazione Internazionale di Fitocosmesi, Chenot girò l’Europa per illustrare agli altri scienziati la propria idea di medicina preventiva e per sottolineare come certe scelte riguardanti lo stile di vita causino l’accumulo di tossine che a loro volta possono innescare malattie degenerative.

Un approccio rivoluzionario alla salute e al benessere lo ha portato a sviluppare il nuovo concetto della Biontologia (la scienza del vivere) e il proprio metodo per riequilibrare la fisiologia dell’organismo, che viene praticato in tutti i centri Chenot come approccio terapeutico di base. Chenot ha pubblicato sette libri dedicati al benessere.


Recommended Articles

Leave a Reply