Modi fantasiosi di usare l’olio di CBD in cucina

modi-fantasiosi-di-usare-l’olio-
di-cbd-in-cucina

Forse non tutti sanno che l’olio di CBD è anche commestibile e che si può incorporare praticamente in qualsiasi ricetta.?La sostanza è possibile aggiungerla nella pastella di biscotti, torte o in salse. Almeno tre tipi di olio di CBD si prestano per queste elaborazioni culinarie, per cui vale la pena scoprirle e vedere poi come usarli in modo fantasioso in cucina.  

 

Modi fantasiosi di usare l'olio di CBD in cucina

I tre tipi di olio di CBD per la cucina

Un olio a spettro completo ideale da aggiungere al caffè mattutino, al frullato pomeridiano o al dessert dopo cena è quello denominato Fab. Si tratta infatti di una sostanza incredibilmente versatile poiché è disponibile in cinque diversi gusti (vaniglia, frutti di bosco, menta, agrumi e naturale) e ognuno può servire a uno scopo diverso per una varietà di ricette. 

Un altro olio a base di CBD molto noto è quello denominato Medterra realizzato con puro isolato di CBD e che è a dir poco perfetto per chi cerca un prodotto privo di THC.??Infine vale la pena citare l’olio di CBD di Zamnesia.net noto come Naternal che tra i tre è quello con il sapore più naturale e che si abbina bene a piatti della cena e insalate.?

Il Naternal tra l’altro è il più pregiato tra gli oli di CBD per uso culinario e offre clienti una vasta gamma di opzioni d’uso in cucina.

 

Suggerimenti per cucinare con l’olio di CBD

Quando si incorpora l’olio di CBD in qualsiasi piatto di cibo, bisogna evitare di interrompere la consistenza del prodotto alimentare finale.?Per fare ciò, è necessario usarlo con parsimonia.?Nello specifico conviene evitare di metterlo a fuoco diretto durante la cottura, poiché ciò può rimuovere i cannabinoidi e terpeni che provocano l’effetto sinergico del CBD.?

Se tuttavia si è preoccupati di perdere la potenza del CBD durante il processo di cottura, conviene optare per alcune ricette che non richiedono calore ma che consentono comunque di raccogliere i benefici dell’ingestione della sostanza estratta dalla canapa.

 

Condimento per insalata al limone, aglio e CBD

L’olio di CBD come condimento per l’insalata è davvero eccellente e per ottimizzare il gusto basta aggiungere altri semplici ingredienti che alla fine ne regalano uno per insalata rinfrescante (Uno dei migliori oli di CBD per questa ricetta è il Naternal?poiché ha un gusto leggero e?ricco di?noci che?si?abbina?bene con i suddetti altri ingredienti ossia limone e aglio.

 

Guacamole al CBD fresco

Chi ama immergere le proprie tortillas chips nelle guacamole può miscelare l’olio di avocado con quello di CBD che si rivela un’ottima combinazione.?

Questa è la ricetta perfetta per essere creativi senza contare che c’è sempre la possibilità di personalizzare il piatto di guacamole con altri ingredienti, come spezie tipo la curcuma. L’olio di CBD del tipo Medterra?è tra l’altro una buona opzione poiché non è aromatizzato e non interromperà quindi il delicato profilo aromatico di base della guacamole.

 

Frullato di banana e fragola infuso con CBD

Per i sostenitori dei frullati, indipendentemente se amano farne uso per colazione o per uno spuntino pomeridiano, queste gustose prelibatezze con l’aggiunta di CBD sono un ottimo modo per ottenere una vasta gamma di sostanze nutritive in una bevanda.?Inoltre, aggiungere un contagocce pieno di olio di CBD alla miscela di frullati preferita è un modo semplice e veloce per raccogliere i benefici del CBD stesso.?

Quando si prepara un frullato con fragole e banane, l’olio Fab è quello maggiormente indicato in quanto il suo gusto a vaniglia, frutti di bosco, menta, agrumi e naturale si sposa benissimo con quello tipico delle suddette banane e fragole


Recommended Articles

Leave a Reply