Mercatini di Natale in lockdown: le alternative online

mercatini-di-natale-in-lockdown:-le-alternative-online

Già archiviata per quest’anno causa SARS-CoV-2 l’annuale tradizione dei mercatini di Natale, impossibili da gestire come tutte le altre fiere in cui si passeggia distratti tra i banchi acquistando qui e là, ci si organizza per portare online almeno un po’ di quella magia che il periodo delle feste porta con sé. Sicuramente con meno entusiasmo, ma con la stessa idea di rimboccarsi le maniche, cercando di offrire il meglio che si può in questo momento. Anche per quanto riguarda il mondo del food. Produzioni di eccellenze gastronomiche, pasticcieri, realtà enogastronomiche, in tanti si stanno organizzando per replicare l’offerta sui propri siti – basta cercarli uno a uno – o appoggiandosi a piattaforme più grandi.

  1. Milano e Lombardia. L’Artigiano in Fiera di Milano, la grande fiera internazionale dell’artigianato che da 25 anni si tiene nella città meneghina nel periodo pre-natalizio quest’anno ha traslocato online, in una versione live che resterà aperta fino al 20 dicembre. E non si vendono soltanto i prodotti, ma si aprono anche virtualmente le botteghe per mostrare al pubblico il proprio lavoro. Per favorire quelle più piccole, inoltre, l’ente organizzatore ha deciso di coprirne le spese di spedizione. 
  2. Torino e Piemonte. Un altro caso è la realtà tutta piemontese di To-Gether, nuovo e-commerce che propone prodotti soltanto locali. Sono 12 eccellenze tra migliori maestri artigiani e dei più rinomati chef del territorio, per 8 stelle Michelin totali, che insieme hanno deciso di fare squadra in un progetto collettivo. Tra i nomi ci sono quelli dello stellato Matteo Baronetto della Farmacia del Cambio, quindi Antonino Cannavacciuolo, i fratelli Costardi, ma anche i vini di Barolo, Langhe, Roero e Monferrato, così come il gin agricolo di Franco Cavallero e il riso vercellese de gliAironi, le miscele di caffè di Mara dei Boschi. 
  3. Roma e Centro Italia. Per il centro, su Roma città molto attiva è la piattaforma Cosaporto.it, con una sezione natalizia dedicata. Dai panettoni – tra gli altri – di Roscioli alle formine in barattolo di Said, alle tavolette di cioccolato di Rinaldini, ci sono anche le box gourmet già confezionate di Enoteca Peluso, quelle di Armatore Cetara o del frantoio Muraglia. Cesti natalizi per tutte le tasche li ha preparati anche Eataly, con nomi piuttosto accattivanti: da Natale con i tuoi a buoni propositi, si passa per Ce n’è per tutti e La dispensa di Eataly
  4. Vini, birre e distillati sono prodotti che hanno visto un grosso exploit dall’inizio del lockdown a oggi: pur avendo il settore perso moltissimo, gli acquisti sono cresciuti in maniera esponenziale, soprattutto online. E per perseverare, in vista del Natale, c’è solo l’imbarazzo della scelta. La piattaforma forse più conosciuta è Tannico, con oltre 16mila etichette da 2500 cantine differenti e una sezione dedicata ai vini rari. Meno nomi, ma selezione più accurata sono quelle di Callmewine ed Enowinery. Più d’elite le versioni online delle enoteche fisiche. Un esempio? Enotop. Anche per il brassicolo l’offerta è estesa: primo, Homebeer la porta a domicilio in tutta Italia. Secondo, esistono offerte dei singoli birrifici (collegandosi al sito) e poi piattaforme utili. Tra cui  1001 birre, Abeervinum, Birraland. Le stesse indicazioni valgono per i distillati e i nomi sono innumeravoli. Ne diciamo due, tanto per dare l’esempio: The GinWay, che promuove la box mensile per il Natale, Icona Spirits prosegue con le proposte mixology già pronte. 
  5. Infine, perfino se siete rimasti bloccati all’estero un Natale all’italiana non vi sarà negato. Mammapack, la startup che organizza il pacco da giù ha già previsto alcune box pandori, panettoni e spumanti per i fuorisede. Se dovete ordinare fatelo ora: i tempi di lavorazione sono di 14 giorni. 

Se vuoi aggiornamenti su Mercatini di Natale in lockdown: le alternative online inserisci la tua email nel box qui sotto:

Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni
relative ai servizi di cui alla presente pagina ai sensi
dell’informativa sulla privacy.

La tua iscrizione è andata a buon fine. Se vuoi ricevere informazioni personalizzate compila anche i
seguenti campi opzionali:

Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni
relative ai servizi di cui alla presente pagina ai sensi
dell’informativa sulla privacy.

I Video di Agrodolce: Tortel di patate ripieno

Recommended Articles

Leave a Reply