La transizione verde? Passa dall’agroalimentare. Centinaio: Fondi adeguati per il settore

la-transizione-verde?-passa-dall’agroalimentare.-centinaio:-fondi-adeguati-per-il-settore

Il dibattito è più che mai accesso e verte attorno alla transizione verde che deve avvenire anche e soprattutto, con il settore agroalimentare. «La transizione verde e la svolta green dell’Italia dipendono dall’agricoltura e dall’agroalimentare. Senza di loro non sarà possibile il rilancio sostenibile del Paese, né il raggiungimento degli obiettivi fissati in sede europea», lo dice a chiare lettere il sottosegretario alle Politiche agricole Gian Marco Centinaio.

La transizione verde e la svolta green dell’Italia dipendono dall'agricoltura e dall'agroalimentare Transizione verde e agroalimentare Centinaio: Servono fondi adeguati

La transizione verde e la svolta green dell’Italia dipendono dall’agricoltura e dall’agroalimentare

Sostegni adeguati al settore Primario

«Per questo è necessario mettere il settore Primario in condizioni economiche adeguate per poter dare il proprio contributo indispensabile al Pnrr (Piano nazionale di ripresa e resilienza) di cui è parte integrante. È importante che non ci siano tagli – continua il sottosegretario – e che siano stanziati i fondi che il settore merita. È infatti garante degli approvvigionamenti alimentari, come bene è emerso nel corso dei difficili mesi segnati dalla pandemia, ma anche custode del territorio e del paesaggio e di tutto ciò che il Pnrr vuole tutelare: suolo, acqua e aria. Il nostro impegno è sciogliere prima del 30 aprile il nodo delle risorse evitando che siano i fondi Feasr (Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale), che hanno già subito riduzioni, a finanziare la transizione green».

HOME  >  TENDENZE e MERCATO  >  AGRICOLTURA e CIBO  >  La transizione verde? Passa dall’agroalimentare. Centinaio: Fondi adeguati per il settore – Italia a Tavola

Recommended Articles

Leave a Reply