La ricetta della strazzata di Fulvio Marino

la-ricetta-della-strazzata-di-fulvio-marino

La ricetta della strazzata di Fulvio Marino, la ricetta di oggi 24 maggio 2021 per E’ sempre mezzogiorno. Un’altra golosa ricetta di Fulvio Marino da aggiungere agli impasti che già conosciamo. Questa volta facciamo una ciambella di pane, una strazzata che possiamo farcire come vogliamo. Fulvio propone come sempre una cosa molto golosa, il salame, la provola e le melanzane sott’olio. Più lievitazioni per questa strazzata e in questo modo abbiamo un pane eccellente. Certo che tra le mani di Fulvio marino tutto sembra semplice ma solo provando più volte possiamo ottenere ottimi risultati e fare del pane come il suo. Ecco dalle ricette di oggi di E’ sempre mezzogiorno la ricetta per la fare la strazzata che Antonella Clerici spezza con le mani, un gesto bellissimo per condividere il pane che non deve mai mancare. 

RICETTE E’ SEMPRE MEZZOGIORNO FULVIO MARINO – STRAZZATA 

Ingredienti: 600 g di semola di grano duro, 400 g di farina grano tenero tipo buratto, 200 g di lievito madre, 680 g di acqua, 40 g di strutto, 5 g di pepe

Per il ripieno: 200 g di salame piccante, 200 g di provola a fette, 200 g di melanzane sott’olio

Preparazione: impastiamo la semola di grano duro con 300 g di acqua e facciamo riposare a temperatura ambiente per 1 ora poi uniamo il resto della farina e anche la farina di grano tenero. Aggiungiamo 350 g di acqua e il lievito madre, impastiamo circa 10 minuti. Aggiungiamo il sale e il resto dell’acqua, il pepe e impastiamo e solo alla fine uniamo lo strutto e completiamo l’impasto.

Facciamo lievitare 12 ore in frigo. Poi dividiamo l’impasto in due pezzature e formiamo due palle, facciamo riposare per 1 ora a temperatura ambiente. 

Dopo la lievitazione creiamo i due impasti due filoni che ovviamente cuociamo separati e che inseriamo nello stampo per ciambellone. Facciamo lievitare altre 2 ore, facciamo dei tagli sul pane e mettiamo in forno 10 minuti a 250° C e poi abbassiamo a 220° C per altri 15 minuti.

Recommended Articles

Leave a Reply