Il Bonus Ristorazione deve servire a promuovere non a sussistere i ristoranti

il-bonus-ristorazione-deve-servire-a-promuovere-non-a-sussistere-i-ristoranti

Lo avevamo scritto ancor prima che diventasse operativo che il Bonus Ristorazione dell’ex-ministro Bellanova non era la soluzione. Infatti dei 600 milioni a disposizione solamente circa la metà sono quelli richiesti: 345 milioni. E, come denuncia la FIPE, nemmeno erogati nei tempi prestabiliti.

“Ci era stato garantito – sottolinea Fipe-Confcommercio, la Federazione italiana dei Pubblici esercizi – che entro la fine di gennaio sarebbe stato effettuato il pagamento dell’anticipo del 90% sugli acquisti dei prodotti agroalimentari. Siamo a metà febbraio e ancora i ristoratori non hanno visto un euro. Chiediamo un intervento immediato da parte del neo ministro dell’Agricoltura, Stefano Patuanelli: in ballo ci sono oltre 345 milioni di euro, fondamentali per un settore messo in ginocchio dalle misure di contenimento del Covid-19. Non dimentichiamoci, inoltre, che il plafond complessivo raggiungeva i 600 milioni di euro. Queste risorse non possono essere perse, ma vanno immediatamente riallocate a sostegno della filiera agroalimentare”.

Ora, oltre al fatto che quei soldi devono essere comunque destinati e rimborsati a quelli che hanno fatto domanda, è evidente che l’intera operazione è stata un flop.

Per i ristoranti, per l’intera categoria gli interventi devono smettere di essere di pura sussistenza. È un dato certo che la ristorazione italiana, pur con le dovute differenziazioni, è un traino importantissimo del cosiddetto made in Italy, quello che fa amare l’Italia oltre ai suoi confini geografici; perché non destinare risorse, almeno quelle che si sono risparmiate dal Bonus Ristorazione, ad un grande progetto di promozione dove vengono coinvolti i ristoratori che, più di altri, rappresentano questa immagine straordinaria?

È una proposta, semplice, che servirà a breve, quando si dovrà riprendere la vita, quando le persone torneranno a viaggiare scegliendo le destinazioni. Non possiamo continuare a fare di tutte le erbe un fascio: la ristorazione è un settore dove esistono eccellenze che possono fare e dare molto al nostro Paese. Utilizziamo queste specificità in modo intelligente!

Luigi Franchi

Print Friendly, PDF & Email

Recommended Articles

Leave a Reply