Hamburger vegani di lenticchie decorticate: come prepararli

hamburger-vegani-di-lenticchie-decorticate:-come-prepararli

Stampa

Descrizione

Siete in cerca di nuove ricette per cucinare i legumi, così da renderli gustosi e stuzzicanti anche per i più piccoli? Oggi vi proponiamo i burger di lenticchie rosse vegan, arricchiti con erbe aromatiche e cotti al forno, ottimi da portare in tavola a pranzo o a cena con un leggero contorno di stagione o delle classiche patate al forno. Ideali da consumare come alternativa alla carne, per diversificare le fonti proteiche e seguire un’alimentazione, sana ed equilibrata.


Ingredienti

  • 200 g di lenticchie rosse decorticate;
  • 1 spicchio d’aglio;
  • 1 porro;
  • 1 foglia di alloro;
  • 1 rametto di rosmarino;
  • 1 ciuffo di prezzemolo fresco;
  • 1 fetta di pane raffermo;
  • q.b. pangrattato;
  • q.b. olio extravergine d’oliva;
  • q.b. sale e pepe.

Istruzioni

  1. Versate le lenticchie rosse all’interno di una casseruola e copritele con acqua, aggiungete un pizzico di sale e una foglia di alloro per aromatizzarle. Coprite e lasciatele cuocere per 20 minuti circa.
  2. Nel frattempo, mettete in ammollo il pane raffermo in poca acqua e preparate un trito sottile e omogeneo di prezzemolo, rosmarino, aglio e porro.
  3. Scolate le lenticchie rosse e strizzatele per eliminare i residui di acqua, riponetele all’interno di una ciotola e conditele con un filo d’olio extravergine d’oliva, pepe nero e il battuto aromatico.
  4. Unite alle lenticchie il pane strizzato e sminuzzato, mescolate e aggiungete le pangrattato per rendere l’impasto più consistente e facilmente lavorabile.
  5. Create con l’aiuto di un coppapasta i burger di lenticchie, oppure preparate prima delle polpette e schiacciatele con il palmo delle mani. Per dargli una maggiore croccantezza, cospargeteli con del pangrattato.
  6. Adagiate i burger sopra una leccarda foderata con carta da forno, irrorateli con olio extravergine d’oliva e fateli dorare in forno per circa 25 minuti a 200°. Sfornateli e gustateli caldi.

Recommended Articles

Leave a Reply