Gelato fatto in casa: gli errori da non fare per realizzare un gelato a regola d’arte

gelato-fatto-in-casa:-gli-errori-da-non-fare-per-realizzare-un-gelato-a-regola-d’arte

Con l’inizio dell’estate e dei giorni caldi, sempre più persone si cimentano nell’antica arte del gelato, dessert versatile e sempre pronto all’uso, perfetto per ogni occasione. C’è chi ama farlo a mano e chi, per evitare di sbagliare, si affida alla gelatiera, sempre più facile da trovare nelle nostre cucine. Ma è proprio vero che con l’aiuto della gelatiera possiamo preparare un gelato degno della nostra pasticceria preferita, che sia alla frutta, al cioccolato o semplicemente alla vaniglia? La risposta è sì, ma a patto di non commettere alcuni errori grossolani che possono rovinare il nostro gelato. Vediamo quali e come evitarli.

1. Non raffreddare abbastanza la gelatiera

In commercio troviamo due tipologie di gelatiere: quella auto refrigerante e quella così detta “ad accumulo”. Nel primo caso, vi basterà semplicemente accendere la macchina che inizierà a raffreddarsi automaticamente; ma, se in casa avete la seconda (quella ad accumulo) dovrete premurarvi di riporre i cestelli in freezer almeno 24 ore prima di inziare la preparazione del vostro gelato fatto in casa. La temperatura del cestello è fondamentale, altrimenti il gelato non riuscirà a montare.

2. Sottovalutare la parte grassa

Il gelato, per essere degno di questo nome, deve contenere una parte grassa a base di uova, latte e/o panna: se sbagliate la base potete dire addio al gelato. Quindi niente latte scremato o panna da cucina (scegliete quella fresca): abbiamo detto parte grassa, inutile provare a fare i furbi per un fantomatico gelato più light. Meglio optare per una crema inglese: cuocete gli ingredienti a fiamma bassissima facendo attenzione a toglierla dal fuoco prima che inizino a formarsi dei grumi, travasatela in una ciotola e lasciatela quindi raffreddare, a bagnomaria o in frigo, prima di versarla nel cestello della gelatiera.

3. Fare attenzione agli ingredienti

Considerando che sono pochi, è importante scegliere ingredienti di ottima qualità per il vostro gelato fatto in casa. Se il gelato è un semplice gusto crema, cercate uova freschissime, latte e panna di qualità; stessa regola per gelati al cioccolato o alla frutta, sempre meglio se di stagione.

4. Unire gli ingredienti solidi nel momento giusto

Avete preparato la crema, l’avete fatta raffreddare e lasciato che la gelatiera facesse il suo lavoro montandola alla perfezione. Ora arriva il momento degli ingredienti solidi che arricchiranno la vostra creazione: che sia frutta fresca tagliata a pezzettini, cioccolato in scaglie o frutta secca, l’importante è aggiungerli solo dopo aver tirato fuori il cestello mescolando delicatamente mentre travasate il gelato nel suo contenitore. Non aggiungeteli mai direttamente nel cestello con la gelatiera in funzione, rischiate di perdere tutto il lavoro fatto nel sapore e nella consistenza.

5. Le dosi: né troppo né troppo poco

gelato pesca e mascarpone

In cucina la fantasia è importante, ma se volete preparare un gelato perfetto, dovrete seguire le istruzioni della gelatiera come fosse una piccola bibbia. Ogni gelatiera infatti ha le sue dosi e la sua capienza: mai riempirla di più o di meno, rischiate che il gelato non monti, che si geli sul fondo o sulle pareti o che trabocchi dal cestello. In ogni caso non avrete ottenuto il gelato dei vostri sogni.

6. Mangiarlo subito

La pazienza è la virtù dei veri pasticceri e se parliamo di gelato fatto in casa, tuffarci subito il cucchiaino è un vero e proprio errore da non commettere. Una volta pronto, il gelato dovrà riposare in freezer per almeno tre ore: in questo modo si compatterà restando comunque morbido e cremoso al punto giusto.

Recommended Articles

Leave a Reply