Galatime, ovvero il manuale su come comportarsi a tavola

galatime,-ovvero-il-manuale-su-come-comportarsi-a-tavola

Petra Carsetti e Carlo Cambi hanno redatto un volume nel quale, tra segreti e cenni storici, si può apprendere l’arte dell’invitare a casa gli ospiti (e dell’essere ospitati) tra regali e mise en place

Petra Carsetti e Carlo Cambi hanno redatto un volume nel quale, tra segreti e cenni storici, si può apprendere l’arte dell’invitare a casa gli ospiti (e dell’essere ospitati) tra regali e mise en place

Il nuovo libro di Petra Carsetti e Carlo Cambi si intitola Galatime. Come scrive nella sua introduzione Bruno Vespa, “il modo di vestirsi, di ricevere, di apparecchiare una tavola e di sedervisi decentemente è stato travolto dall’ineducazione di massa che dal linguaggio è dilagata in ogni campo, creando, in qualunque livello sociale, un analfabetismo dei comportamenti che sta, via via, trasformandosi in analfabetismo generale di ritorno”. Lo stesso nota che quelli che stiamo vivendo ora “sono tempi in cui l’Italia guarda, finalmente con maggiore ottimismo al suo futuro. E se fosse un futuro anche un po’ più educato?”

La copertina del libro con gli autori Galatime, ovvero il manuale su come comportarsi a tavola

La copertina del libro con gli autori

Chi è Petra Carsetti

Petra Carsetti, marchigiana, anzi maceratese Dop, dopo gli studi scientifici si è specializzata accanto a chef di notevole caratura, nel settore eno-gastronomico come giornalista, insegnante e scrittrice. Il suo sodalizio amoroso e professionale con il giornalista, autore televisivo e scrittore, Carlo Cambi, ha dato origine a molte opere letterarie e Galatime, è sempre tempo di buone maniere, è l’ultima e, a nostro parere, la più completa. La Carsetti esplora un mondo a lei molto caro da bambina. Ha sempre avuto il gusto delle cose belle, ben presentate anche quando giocava con le bambole e le amiche all’ora del .

Rinasce il Saigon, elegante angolo di Vietnam a Milano

Un libro su come stare a tavola

Il terremoto del 2016 prima e l’isolamento forzato poi a causa della pandemia, sono stati le mani che hanno aperto il cassetto e tirato fuori questo progetto. Petra ha studiato e si è spedializzata in due scuole, l’Accademia del Galateo Italiana e l’Ancep, che le hanno dato le nozioni necessarie perché la sua ricerca fosse completa. Con l’umorismo e l’ironia che contraddistinguo la coppia e ne fanno un marchio di garanzia, sul web, sulla carta stampata e in Tv, il volume è una guida a come comportarsi per fare a stare a proprio agio ospiti e persone appena conosciute in qualsiasi occasione della nostra vita. Il libro è diviso in capitoli tipo, pic nic, stare a tavola, Dress Code ecc…

Cenni storici su tradizioni millenarie

Carlo Cambi si è occupato della parte storica, di spiegare il significato di certe tradizioni e gesti, Petra entra nella parte pratica giornaliera e quotidiana con consigli utili come vestirsi ad un cocktail, sia per uomo che per donna, che abbigliamento evitare per non sbagliare e sentirsi a proprio agio. Nel capitolo dedicato al caffè, al rituale della tazzina fino ad arrivare alla fragranza dell’amicizia, scoprirete quanto sarà innovativo offrire accanto al mitico caffè dei confetti alle mandorle con copertura bianca. Sono di buon auspicio, rappresentano la fecondità e la nascita, non appesantiscono come i biscottini e piacciono a tutti. Apparecchiare la tavola è un’arte che si tramanda di madre in figlia. Carlo Cambi ci porta a casa di Tanaquilla nei presi di Tarquinia, moglie di Tarquinio Prisco, che accoglie le amiche con vasellami di Volterra, vini di Cosa, pesci di Ansedonia, posate di Populonia e tessuti d’Arezzo.

Apparecchiare la tavola è una vera e propria arte Galatime, ovvero il manuale su come comportarsi a tavola

Apparecchiare la tavola è una vera e propria arte

Qualche segreto…

Petra consiglia, oltre alle regole ferree che vanno assolutamente rispettate, anche qualche guizzo di fantasia e piccoli segreti come accendere le candele, inodore si raccomanda, quando gli ospiti si siedono e spegnerle quando se ne vanno. Ma come si fa? Provate a tenere le candele qualche ora nel freezer, dureranno molto di più. E siccome, è sempre tempo di buone maniere, ai giorni nostri ancor di più, la coppia ci consiglia come si fanno gli inviti, come si accoglie in casa, le parole da non dire, come evitare i luoghi comuni, come fare l’ospite educato e non portare mai bottiglie di vino, a meno che non ci sia stato un precedente accordo, fiori o piante che mettano in imbarazzo la padrona di casa. Un regalo va inviato prima o il giorno dopo.

Ma quello che è importante non è il valore del regalo ma il biglietto che l’accompagna. Che avrà parole affettuose e di gratitudine. E non usate mai il mille, il tante, il di cuore dopo grazie. Grazie già da sola basta e avanza. Galatime vi farà riflettere sull’oggi e su voi stessi. Cogliendo sfumature della vostra vita che potrete colorare o rendere bianche con la grazia e il piacere di circondarvi di cose belle, non è detto che debbano essere costose, ma preziose per voi. Tirare fuori la caffettiera della nonna o della mamma avrà allora un senso. Farla tornare a nuova vita e risentire il borbottio mattutino. All’interno del testo c’è una racconta di belle foto che illustrano posate e utensili, che spesso abbiamo appunto nella credenza buona della mamma, e non sappiamo a cosa servono. Come il coltello per il melone, il cucchiao forato per sottolio o sottaceti, la forchettina per alici e sardine.

Una cosa è certa. Leggendo Galatime, Maretti Editore, acquisirete nozioni e motivazioni in una sicurezza tutta nuova che vi farà sentire adeguati e bene con voi stessi e gli altri.

© Riproduzione riservata

Recommended Articles

Leave a Reply