“Feeling berry well”– Tutto sui frutti rossi: piccoli concentrati di energia per la stagione estiva

“feeling-berry-well”–-tutto-sui-frutti-rossi:-piccoli-concentrati-di-energia-per-la-stagione-estiva

Quando le temperature aumentano e il calore si fa sentire, il nostro appetito può diminuire. In questo caso, la scelta giusta sono piatti e snack i leggeri come i frutti rossi. I buongustai non li mangiano solo in estate, ma anche come spuntino, topping sul gelato o ingrediente della granola bowl e di molte gustose ricette. Un motivo sufficiente per scoprire meglio questi concentrati di energia piccoli e deliziosi.

Cosa sono i frutti rossi?

Oggi si parla così tanto di superfood, che a volte ci dimentichiamo dei grandi classici. I frutti rossi, ad esempio, possono tenere testa a molti cibi di tendenza: sono piccoli, ma grandi a sufficienza per racchiudere tutti i nutrienti importanti che in estate ci regalano freschezza. Inoltre contengono pochi carboidrati e sono quasi privi grassi: una delizia da gustare a cuor leggero! E poi diciamoci la verità, sono anche belli da vedere. Le loro tonalità rosse e viola sono davvero affascinanti e si sa che anche l’occhio vuole la sua parte.

Ma come si categorizzano i frutti rossi dal punto di vista botanico? Per essere precisi, queste piccole delizie sono dei frutti indeiscenti che presentano delle caratteristiche ben precise. Il pericarpo, ovvero la parete del frutto, è succoso e polposo e racchiude per lo più molti semi dal guscio duro. Spesso i frutti rossi hanno una forma rotonda e un colore acceso.

Una curiosità: dal punto di vista botanico, perfino i cetrioli, i pomodori, le melanzane, le banane e gli agrumi appartengono alla famiglia delle bacche, di cui fanno parte anche i frutti rossi. Tuttavia nel settore alimentare vengono fatti rientrare in altre categorie, per esempio i pomodori sono considerati delle verdure.

frutti rossi e bacche
©Westend61

I lamponi e le fragole non sono frutti rossi?

Normalmente consideriamo le bacche, come i mirtilli neri e rossi, i lamponi o le fragole, come frutti rossi anche se in senso stretto non appartengono a questa categoria. Infatti in botanica i lamponi e le more sono drupacee, le fragole sono un falso frutto o frutto aggregato. Tuttavia normalmente non si fa una distinzione così rigida e vengono comunque considerati frutti rossi al pari di bacche vere come l’açai e simili.

Nutrienti contenuti nei frutti rossi

In riferimento all’alimentazione ti sarà sicuramente capitato di incontrare il termine flavonoidi, anche nel nostro magazine. Si tratta di un gruppo ben preciso di fitocomposti che conferiscono a molti tipi di frutta e verdura il loro colore. Hanno proprietà antiossidanti, antinfiammatorie, antibiotiche e favoriscono l’abbassamento della pressione, inoltre si suddividono in sottocategorie come le proantocianidine presenti nei frutti rossi.

Questa è un’ottima notizia! Infatti si suppone che le proantocianidine oligomeriche, chiamate anche OPC, abbiano un forte effetto antiossidante che aiuta a proteggere le cellule corporee dai radicali liberi. Dovrebbero avere anche molti altri effetti positivi in generale sul corpo e soprattutto sulla salute vascolare. Tuttavia per poter dare informazioni certe, devono essere condotti più studi.

Gli agrumi hanno la fama di essere delle bombe di vitamina C, ma sapevi che è presente in grandi quantità anche nei frutti rossi? Il ribes nero ha un contenuto di vitamina C addirittura tre volte superiore a un limone. Chi lo avrebbe mai detto!

Il nostro consiglio: i frutti rossi sono irresistibili soprattutto se uniti alla frutta a guscio. Questa combinazione garantisce un’alta densità di nutrienti e un sapore unico. Prova il nostro Mix di noci e bacche da gustare ovunque!

Mix di Noci e bacche
©foodspring

Prova il nostro snack!

Frutti rossi: i nostri preferiti

Bacche di açai

È possibile che tu non conosca il vero sapore aspro e amaro delle bacche di açai, che nel nostro paese vengono consumate per lo più come prodotto industriale. Ad esempio, sotto forma di succo, bevanda energizzante, polvere o ingrediente di yogurt e cioccolata. La sua colorazione scura è dovuta agli antociani, ovvero sostanze vegetali antiossidanti. Oltre a vitamine e sali minerali, questi frutti esotici sono ricchi di calcio che favorisce il metabolismo.

Fragole

Le fragole possono essere tranquillamente consumate in abbondanza. Sono povere di calorie e bastano circa 150 grammi per soddisfare il fabbisogno giornaliero di vitamina C. Inoltre contengono un’elevata quantità di acido folico, vitamina B1, zinco, rame e fitocomposti: sono un frutto davvero completo! Alcuni scienziati statunitensi hanno fatto una scoperta interessante: rispetto alle fragole comuni, quelle di coltivazione biologica contengono una quantità più elevata di fenoli antiossidanti e vitamina C, per essere precisi circa il 20% in più. 

Bacche di goji

Già da diverso tempo le bacche di goji dal sapore agrodolce sono considerate un superfood e vengono consumate soprattutto essiccate. Molto spesso uniamo ai muesli e alle bowl questi piccoli concentrati di energia, che sono ricchi di fibre, antiossidanti, proteine, vitamine, ferro, calcio e magnesio. Sono frutti rossi molto apprezzati a cui vengono attribuiti alcuni effetti benefici, ad esempio il rafforzamento del sistema immunitario.

Il nostro consiglio: vuoi dare un tocco di gusto in più alla tua breakfast bowl oppure ad altri piatti dolci o salati? Allora prova le nostre bacche di goji 100% bio!

Bacche di Goji
©foodspring

Scopri le bacche di goji

Mirtilli

Questi piccoli frutti blu non solo catturano l’occhio, ma sono anche un perfetto spuntino salutare: contengono una buona quantità di vitamina C e antociani antiossidanti. Inoltre nei mirtilli sono presenti anche dei concianti speciali, che sembra possano combattere la diarrea e perfino curare il catarro.

Ribes

I ribes sono uno dei topping per eccellenza. Naturalmente sono buoni da gustare anche da soli, ma vengono utilizzati soprattutto come ingrediente nelle ricette per la colazione, nelle torte, nel gelato o in altri dessert. Il loro sentore amaro crea un contrasto semplicemente perfetto con i cibi dolci. I ribes sono un altro frutto rosso ricco di nutrienti, come le fibre, la vitamina C, il potassio e il ferro.

Gustose ricette estive con i frutti rossi

Insalata con fragole

(2 porzioni)

Insalata di fragole e avocado
©Westend61

Ingredienti: 100 g di insalata in foglia, 1 avocado, 4 ravanelli, ¼ di cetriolo, 2 cucchiai di pinoli, ½ confezione di feta, 1 manciata di fragole

  • Stacca, taglia e lava bene le foglie
  • Apri l’avocado, rimuovi il nocciolo e taglia la polpa prima a fette e poi in piccoli pezzi
  • Lava e taglia a dadini anche il cetriolo, i ravanelli e le fragole
  • Unisci tutti gli ingredienti in una ciotola e cospargi la feta sbriciolata
  • Infine completa il piatto aggiungendo i pinoli (anche arrostiti)

Per intensificare il sapore di frutti di bosco, ti suggeriamo di preparare in casa il condimento all’aceto balsamico e lamponi. Qui trovi la ricetta! Puoi accompagnare l’insalata con un profumato pane alle olive e completare così questo gustoso piatto estivo.

Crumble ai frutti rossi

Crumble ai frutti rossi
©istetiana

(2 porzioni)

Ingredienti: 300 g di frutti rossi a scelta, 1 cucchiaio di amido di mais, 1 cucchiaio di succo di limone, 1 cucchiaio e 1,5 cucchiai di sciroppo d’acero, 2 cucchiai di olio di cocco, 40 g di mandorle tritate, 35 grammi di fiocchi d’avena, 1 pizzico di cannella, 1 pizzico di sale

  • Riscalda il forno a 170 gradi
  • Metti i frutti rossi e l’amido di mais in una ciotola e mescola bene
  • Aggiungi 1 cucchiaio di sciroppo d’acero e 1 cucchiaio di succo di limone e mescola nuovamente
  • Versa il composto in una teglia da forno
  • Per il crumble: scalda l’olio di cocco in una padella e unisci sia le mandorle tritate, che i fiocchi d’avena
  • Aggiungi 1,5 cucchiai di sciroppo d’acero, il sale, la cannella e mescola bene tutto fino a quando non si viene a formare un composto di crumble appiccicoso
  • Distribuisci il composto di crumble sui frutti rossi nella teglia
  • Fai cuocere in forno per circa 30 minuti
  • Lascia raffreddare il crumble: tiepido è particolarmente buono

Dalle mini cheesecake al gelato ipocalorico e alla smoothie bowl, qui trovi altre ricette con i frutti rossi: perfette per l’estate, incredibilmente buone e semplici da preparare!

In breve

  • Dal punto di vista botanico, i lamponi, le fragole e le more non sono frutti rossi, anche se spesso vengono indicati come tali. Nonostante ciò, comunemente sono considerati come appartenenti a questa categoria.
  • I frutti rossi sono ritenuti salutari perché contengono molti nutrienti importanti, come le vitamine, i sali minerali, le fibre e i fitocomposti. Questi naturalmente variano in base al frutto.
  • I frutti rossi sono buoni sia da soli, che come topping o cibi confezionati. Sono molto versatili in cucina, infatti possono essere utilizzati per preparare insalate gustose ma anche ottimi dessert.

Fonti dell’articolo

Il team editoriale di foodspring è composto da specialisti della nutrizione e dello sport. Ci affidiamo a studi scientifici per redigere ogni nostro articolo. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra politica editoriale.

Recommended Articles

Leave a Reply