“É sempre mezzogiorno”: uova alla monachina e spaghetti del poverello di Mauro e Mattia Improta

“e-sempre-mezzogiorno”:-uova-alla-monachina-e-spaghetti-del-poverello-di-mauro-e-mattia-improta

uova alla monachina e spaghetti del poverello di Mauro e Mattia ImprotaOgni venerdì, e questo non fa eccezione, nelle cucine del mezzogiorno di Rai1 si consuma la lotta tra il vecchio ed il nuovo, tra ‘attempati’ e giovani, tra padri e figli. A rappresentare questo epico duello Mauro e Mattia Improta, padre e figlio, cuoco e cuoco. I due si misurano sulla preparazione di un piatto a base di uova, squisitamente pasquali. Ecco “meglio un uovo oggi… anzi due“.

Ingredienti

  • Spaghetti del poverello: 500 g spaghetti, 4 uova, 100 g olio, 100 g pecorino grattugiato
  • Uova alla monachina: 4 uova, 50 g burro, 50 g farina, mezzo l latte, 100 g formaggio grattugiato
  • Panatura: 2 uova, 100 g farina, 200 g pangrattato, 1 l olio per friggere
  • 2 mazzetti di barba di frate, 2 patate, 20 g farina, olio evo, sale e pepe

Procedimento

Spaghetti del poverello: lessiamo gli spaghetti in abbondante acqua salata. In una padella antiaderente scaldiamo un goccio d’olio d’oliva, poi uniamo, una alla volta, le uova crude, saliamo e pepiamo e cuociamo qualche minuto. Scoliamo gli spaghetti al dente e li mantechiamo con il pecorino e un goccio di acqua di cottura. Impiattiamo  gli spaghetti a nido, uniamo il restante pecorino, mettiamo sopra le uova.



Uova alla monachina
: facciamo le uova sode facendole cuocere  in un pentolino d’acqua fredda per 8 minuti da quando l’acqua inizia a bollire, poi le sgusciamo da fredde e le tagliamo  a metà separando i tuorli dagli albumi.

Facciamo la besciamella sciogliendo in un pentolino il burro, uniamo la farina, facciamo il router e poi uniamo il latte freddo, saliamo e facciamo raddensare mescolando bene. Schiacciamo i tuorli, li uniamo alla besciamella, versiamo il formaggio grattugiato e mescoliamo bene.

Farciamo la metà degli albumi rassodati con la besciamella fatta e uniamo le altre metà così da ricomporre le uova. Le passiamo prima nella farina, poi nelle uova sbattute con sale e pepe ed infine nel pangrattato e le friggiamo  in una padella con abbondante olio di semi.  Serviamo le uova su un letto di agretti (che prima puliamo, sbollentiamo 5 minuti e poi condiamo con sale e olio) e con dei resti di patate fatte arrostendo delle patate tagliate a julienne in un tegame.

Ancora un’altra ricetta…

Iscriviti al canale Youtube

Ricetta

recipe image

Titolo

É sempre mezzogiorno | Ricetta uova alla monachina e spaghetti del poverello di Mauro e Mattia Improta

Pubblicata il

Voto

11stargraygraygraygray Based on 5 Review(s)

Recommended Articles

Leave a Reply