Come uno chef: le box dei ristoranti per cucinare a casa

come-uno-chef:-le-box-dei-ristoranti-per-cucinare-a-casa

Ora che il delivery è stato ampiamente sdoganato anche per l’alta ristorazione, sono molti gli chef a cimentarsi con l’ardua impresa di ricreare un’esperienza gourmet a domicilio. molti chef e ristoranti hanno creato box da consegnare a domicilio con piatti da ultimare a casa Ma se i ristoranti gastronomici delle grandi città possono limitarsi a recapitare le proprie portate nel raggio di pochi chilometri, quelli situati in piccoli centri, o addirittura in zone non urbane, hanno trovato soluzioni diverse rispetto alle app che propongono piatti pronti. D’altronde, come ebbe a dire Gianfranco Vissanil’Italia non è Milano”, o Roma aggiungiamo noi; ma la sua ipotesi di una clientela del delivery composta esclusivamente da cinghiali, è stata smentita dai colleghi che, nel perdurare della situazione pandemica, provano a non spegnere completamente i fornelli. È chiaro, niente potrà sostituire una visita di persona a uno stellato, ma è bello sapere che con un clic diventano aggirabili divieti di spostamento e limitazioni di orario. Scopriamo dunque alcune delle box più interessanti e firmate da grandi chef.

  1. Ristorante Larossa di Alba (CN). Nome semplice ed esplicativo per il servizio pensato da Andrea Larossa, chef del ristorante stellato di Alba che porta il suo nome. Offerta variegata, tra rivisitazioni di grandi classici e proposte più creative, con piatti da realizzare interamente a casa e altri semi pronti, solamente da ultimare in poche mosse. Per il Risotto Vecchia Latteria, cavallo di battaglia dello chef, ci sono ad esempio tutti gli ingredienti e bisogna accendere i fornelli. È solo da assemblare il vitello tonnato con chips di Enkir, mentre le Ribs di maiale glassate vanno condite e rigenerate in forno. Il tutto è reso ancora più semplice dai video tutorial presenti sul sito. Disponibili anche box degustazione o per occasioni speciali. 
  2. 8pus  – Chef Giuseppe Iannotti. Il payoff recita: tutto viene dal mare e tutto ruota attorno al mare. Ovviamente, il protagonista dell’offerta a domicilio dello chef Giuseppe Iannotti del ristorante Kresios di Telese (BN) è il pesce. Menu in continua evoluzione nel rispetto della stagionalità, pescato fresco proveniente dalla vicina costa tirrenica ma anche prodotti di eccellenza francesi e spagnoli. Portate dal sapore internazionale che ripercorrono le esperienze dello chef, piatti ultimati disponibili solo nel raggio di 15-20 km, mentre in tutta Italia arriveranno in versione Ready to cook.  Qualche esempio? Polpo alla Galiziana, Lobster Roll o Ramen di polpo. 
  3. ROC (Rosticceria Origine Contraste). La rosticceria fantasma di Matias Perdomo effettua consegne a domicilio solo nelle province di Milano, Monza Brianza e Varese. Si ordina con almeno un giorno di anticipo, poche le proposte ma invitanti, dall’Agnello, Ketchup di peperoni e capperi fritti al Merluzzo con zucca e liquirizia. 
  4. Franceschetta 58 at Home. Il menu At Home della sorella minore dell’Osteria Francescana di Massimo Bottura, nella sezione Fatto da noi presenta una limitata proposta di piatti, tra cui gli immancabili Tortellini alla crema di Parmigiano. Vi sono poi delle specialità di altri ristoranti gemellati (sotto la voce I nostri amici) e prodotti d’eccellenza ne La Selezione, come il salame di Mora Romagnola. Spedizione refrigerata in partenza ogni martedì quasi in tutta Italia
  5. Stellato – Chef Stefano Ciotti. Stefano Ciotti firma un menu di piatti quasi pronti, da completare facilmente a casa. Dal Nostrano di Pesaro sono spediti in tutta Italia, con corriere espresso refrigerato, kit contenenti ingredienti sottovuoto. La realizzazione delle ricette è resa agevole e divertente dai video esplicativi presenti sul sito di Stellato. Tre i percorsi degustazione disponibili: di mare, di terra (a base di carne) e dell’orto (vegetariano). Abbiamo assaggiato il percorso di terra: la realizzazione è stata semplice, la soddisfazione massima.
  6. Antonia a Casa – Antonia Klugmann. Antonia Klugmann, chef de L’Argine a Vencò e volto noto televisivo, propone le sue interpretazioni del patrimonio gastronomico familiare del Friuli Venezia Giulia, ricette in linea con il suo approccio che da sempre predilige ingredienti locali e stagionali, con una componente vegetale in accompagnamento a quella proteica. Ordinando con almeno un giorno di anticipo, i piatti vengono consegnati a domicilio nelle province di Trieste, Udine e Gorizia, oppure possono essere ritirati nello shop di via Madonna del Mare 6C, nel capoluogo giuliano. Le portate arrivano fredde e da scaldare seguendo le istruzioni allegate. Il delivery della Klugmann non è disponibile tutti i giorni e non è detto che, con la riapertura del ristorante possa continuare, sul sito però sono chiaramente indicate le date in cui il servizio è attivo.
  7. Delivery Experience  Marc Lanteri al Castello di Grinzane. Ricreare la magica atmosfera del Castello di Grinzane è impossibile, ma lo chef Marc Lanteri riesce quantomeno a trasferire gli aromi e i sapori della sua cucina grazie alla Delivery Experience. Le portate sono confezionate in modo da preservare le caratteristiche organolettiche e consegnate con le istruzione per la rigenerazione. Ordini telefonici o via mail con almeno 24 ore di anticipo, consegna a domicilio gratuita ad Alba e dintorni, ma ci si può accordare per spedizioni in località più lontane. 
  8. L’Imbuto Box – Cristiano Tomei. L’eccentrico chef Tomei de L’Imbuto di Lucca ha studiato una proposta divertente disponibile in tutta Italia, con piatti ovviamente da rigenerare. Perché, se le persone non possono andare al ristorante, è il ristorante che va dalle persone (cit.). Sul sito de L’imbuto Box Il Menu Cinque portate può essere declinato in vari modi a scelta (Mangio tutto, carne, pesce, vegano e vegetariano) ma il contenuto sarà a sorpresa. Non mancano edizioni speciali della box come quella realizzata con Pantano Carni. 
  9. Eatmebox Enoteca La Torre. Forte dell’esperienza in ambito catering, il gruppo del ristorante stellato Enoteca La Torre a Villa Laetitia (in cucina lo chef Domenico Stile), propone una scelta sterminata di box, ognuna disponibile in tre formati di grandezza e con packaging ecosostenibili. A parte qualche eccezione, il contenuto è composto da specialità pronte che non vanno scaldate o ultimate a casa: dai sandwich, ai bao passando per gli aperitivi. Ordini sul sito di Eatme Box, consegna diretta a Roma, Viterbo e Milano, spedizioni da concordare per il resto d’Italia.
  10. Particolare Milano. Nella sezione Shop del sito del ristorante Particolare di Milano, è possibile fare la spesa on line acquistando carni, pescato e vini. Spuntando invece la voce Box Ricette appariranno una serie ristretta di piatti da assemblare a casa seguendo le istruzioni. Minimo d’ordine 30 € con consegna in tutta Italia e spedizioni refrigerate. Tra le proposte abbiamo assaggiato lo squisito Polpo in 3 cotture, accompagnato da patate viola, olive taggiasche e sedano croccante: un piatto bello, buono e a prova di dilettante.
  11. Il Moro Monza. Un’enclave siciliana nel capoluogo della Brianza, Il Moro a Monza propone per il delivery box con portate da completare a casa. Ad esempio i Bottoni ripieni di ricci di mare e serviti in brodo di gallina erano facili da completare a casa e squisiti. L’ultima trovata della famiglia Butticé sono gli streaming on line: ogni venerdì vi è una diretta con gli chef, in esclusiva per i clienti che acquistano la box della settimana. Sul sito è possibile consultare il calendario e scoprire le ricette proposte. 
  12. Da Vittorio at Home. Il leggendario ristorante tristellato di Brusaporto, offre il proprio servizio di consegne a domicilio entro i confini della Lombardia. La proposta Da Vittorio at home si compone di tre menu degustazione (carne, pesce e vegetariano) che cambiano settimanalmente. In più ci sono i must come l’Orecchia di elefante o la Bouillabaisse. Sul sito è poi presente la sezione Gastro“mia”:  una selezione di piatti, salse e altre specialità (anche dessert) che si prestano a essere conservate e cucinate nel momento che si preferisce. 
  13. San Domenico Delivery. Sul sito del ristorante due stelle Michelin di Imola, è possibile consultare il menu San Domenico Delivery, che lo chef Massimiliano Mascia cambia ogni settimana circa. Si può ordinare alla carta oppure optare per il menu degustazione. I primi piatti sono da cuocere, mentre i secondi solo da scaldare. Ordini telefonici o via mail, consegna diretta a Imola, Bologna e volendo anche nelle province limitrofe
  14. Miramonti L’Altro. Il ristorante di Philippe Léveillé è aperto per l’asporto ed effettua consegne a domicilio (nel raggio di una trentina di chilometri da Concesio, nel bresciano) nei giorni di venerdì, sabato e domenica. Sul sito è presente una sezione dedicata al delivery dove è possibile consultare il menu, con proposte fredde (come la Box Aperitivo) o piatti da rigenerare. Non mancano offerte, limitate nel tempo, di percorsi degustazione a tema. 
  15. La Carbonara di Pipero. Piperhome è il servizio di consegna diretta (a volte in prima persona) pensato da Alessandro Pipero, celebre maître capitolino del ristorante che porta il suo cognome. I piatti dello chef Ciro Scamardella possono essere recapitati nelle case dei romani, chi risiede al di fuori del Grande Raccordo Anulare, dovrà accontentarsi (si fa per dire) del kit con gli ingredienti per preparare un piatto che è ormai un vero feticcio la Carbonara di Pipero. 

Se vuoi aggiornamenti su Come uno chef: le box dei ristoranti per cucinare a casa inserisci la tua email nel box qui sotto:

Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni
relative ai servizi di cui alla presente pagina ai sensi
dell’informativa sulla privacy.

Abbiamo ricevuto la tua richiesta di iscrizione. Se è la prima volta che ti registri ai nostri servizi, conferma la tua iscrizione facendo clic sul link ricevuto via posta elettronica.

Se vuoi ricevere informazioni personalizzate compila anche i seguenti campi opzionali.

Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni
relative ai servizi di cui alla presente pagina ai sensi
dell’informativa sulla privacy.

I Video di Agrodolce: Cappone di Montoro

Recommended Articles

Leave a Reply