Come apparecchiare la tavola di San Valentino

come-apparecchiare-la-tavola-di-san-valentino
Come apparecchiare la tavola di San Valentino
Come apparecchiare la tavola di San Valentino
Come apparecchiare la tavola di San Valentino
Come apparecchiare la tavola di San Valentino
Come apparecchiare la tavola di San Valentino
Come apparecchiare la tavola di San Valentino
Come apparecchiare la tavola di San Valentino
Come apparecchiare la tavola di San Valentino
Come apparecchiare la tavola di San Valentino
Come apparecchiare la tavola di San Valentino

Questo San Valentino in casa è l’occasione perfetta per ritrovare l’intimità di coppia: un momento da dedicare esclusivamente a chi si ama, per riavvicinarsi dimenticando la routine se si è stati (e si è) costretti a lavorare e vivere 24 ore su 24 fianco a fianco, per dare ancora più significato all’incontro se invece si vive a distanza. Per questo bisogna festeggiare, senza essere avari in fatto di romanticismo né particolari. Per esempio, oltre al menù, avete già pensato a come apparecchiare la tavola? È il dettaglio che fa la differenza.

«La tavola è uno dei luoghi più intimi dopo il letto, e preparare e  apparecchiare per qualcuno resta un grande gesto d’amore», dice Giorgia Fantin Borghi, esperta di storia della tavola, galateo, scrittrice e organizzatrice di eventi.

«L’amore – prosegue Giorgia Fantin Borghi – si misura con l’attenzione e non c’è giorno migliore di San Valentino per esagerare con le carinerie. Anzi, dato che siamo sempre noi donne a badare a certi dettagli, per questa festa dovremmo lasciare organizzare tutto agli uomini», prosegue l’esperta.

LA COLAZIONE (O IL BRUNCH)
Il 14 febbraio, poi, cade di domenica, perciò possono farlo per tutta la giornata cominciando di prima mattina: «La colazione a letto – dice Giorgia Fantin Borghi – resta il massimo del romanticismo, e anche un brunch può essere un’ottima idea. Prendete un bel vassoio e metteteci su stoviglie ricercate ed elegantissime: rispolverate l’argenteria, le vecchie teiere, le tazze dove servire il caffè appena uscito dalla moka, e non dimenticate un dettaglio romantico, magari un piccolo fiore in un vaso, o un cadeau personalizzato. Un esempio? Un cucchiaino con delle frasi d’amore punzonate. Sicuramente non deve mancare un bigliettino scritto rigorosamente a mano».

LA CENA
A cena, invece, ci si può sbizzarrire con la fantasia, e la prima cosa da fare è pensare ad angoli insoliti della casa dove apparecchiare: «Evitate il solito tavolo da pranzo: sfruttate il tavolino del salotto mettendo intorno dei cuscini, o un tavolino da cocktail più alto da posizionare in un angolino o magari davanti alla finestra per poi decorare il davanzale con le candele. Non importa che non ci sia spazio: quel che conta è creare un angolo diverso, perché anche così – prosegue Giorgia Fantin Borghi – si trasmette l’idea di una serata speciale».

Anche in questo caso le stoviglie fanno la differenza: lo stile predominante resta quello antico, principesco: «La vecchia Inghilterra – spiega l’esperta – è di grande tendenza: sulla scia di grandi successi come The Crown e Bridgerton stiamo assistendo a un grande ritorno del vintage anche per quanto riguarda lo stile della tavola. Perciò riaprite le vecchie madie o ripensate le stoviglie di design in modo creativo per esempio usando un fermacarte antico per un biglietto nel piatto, o usate le brocche della nonna per mettere i fiori».

La tradizione delle rose rosse non è passata, ma ci sono alternative ancora più romantiche e cariche di significato: «Per esempio  – consiglia Giorgia Fantin Borghi – i bulbi di giacinto sono bellissimi e hanno anche un valore emotivo: devono essere curati, dopo un po’ sbocciano e esplodono con colori e profumi che riempiono la casa protraendo la piacevole sensazione legata alla serata. Oppure gli iris e i tulipani, che sono di tanti romantici colori diversi e in tinta con quelli di San Valentino».

QUESTIONE DI CLIMAX
«Più che il rosso, che è il colore della passione, quest’anno va tantissimo il fucsia associato a tutte le tonalità di rosa, che sono perfette per l’occasione perché la cena è un incontro romantico, il resto dovrebbe arrivare dopo. D’altronde – conclude l’esperta – le donne hanno un climax che va dalla lacrimuccia di «oh che meraviglia» e che arriva alla passione folle: gli uomini non dovrebbero dimenticare mai quanto è importante stupirci». Nella gallery sopra alcune foto di tavole romantiche allestite da Giorgia Fantin Borghi

LEGGI ANCHE

I cioccolatini per San Valentino (e altri regali da mangiare)

LEGGI ANCHE

San Valentino in un hotel a 5 stelle (restando in città)

Recommended Articles

Leave a Reply