Cassata di pasta frolla con ricotta e cioccolato: come prepararla

cassata-di-pasta-frolla-con-ricotta-e-cioccolato:-come-prepararla

Stampa

Descrizione

La cassata siciliana al forno è una variante meno nota, ma ugualmente deliziosa, della classica cassata siciliana. La ricetta è meno elaborata e scenografica, ma decisamente golosa e invitante anche merito del fresco ripieno di ricotta, arricchito con gocce di cioccolato, scorza di arancia e vaniglia. Ciò che differenzia maggiormente la cassata al forno è la base: due strati di friabile pasta frolla, decorata con una semplice spolverata di zucchero a velo, senza pasta reale e canditi.


Ingredienti

  • 1 dose di pasta frolla;
  • 500 g di ricotta di pecora;
  • 150 g di zucchero a velo;
  • 1 cucchiaino di essenza di vaniglia;
  • la scorza grattugiata di un’arancia;
  • q.b. gocce di cioccolato.

Istruzioni

  1. Lasciate sgocciolare la ricotta all’interno di un colino per alcune ore, dopodiché setacciatela e lavoratela con lo zucchero a velo, la vaniglia e la scorza grattugiata di un’arancia.
  2. Ottenuta una crema omogenea, copritela con un velo di pellicola e lasciatela riposare in frigorifero per un’intera notta. Il giorno successivo, preparate la pasta frolla e lasciatela riposare per 30 minuti.
  3. Preparate con i 2/3 della pasta frolla una sfoglia rotonda dello spessore di 5 mm e foderate con essa uno stampo per crostate da 20 cm.
  4. Bucherellate il fondo della crostata con i rebbi di una forchetta e farcitela con la ricotta: vi consigliamo di lavorare con le fruste elettriche prima di aggiungere le gocce di cioccolato fondente, così da renderla più cremosa e vellutata.
  5. Stendete la restante frolla e utilizzate la sfoglia ottenuta per coprire la crema di ricotta. Bucherellate la con i rebbi di una forchetta, affinché non si deformi durante la cottura.
  6. Cuocete la cassata siciliana per circa 1 ora nel forno preriscaldato a 180°. Una volta sfornata, lasciatela raffreddare, rimuovetela delicatamente dallo stampo e decoratela con zucchero a velo.

Recommended Articles

Leave a Reply