Bucce di ananas, hai mai pensato di mangiarle? Due “trucchi” benefici per inserirle nella dieta

bucce-di-ananas,-hai-mai-pensato-di-mangiarle?-due-“trucchi”-benefici-per-inserirle-nella-dieta

Oltre ad essere delizioso, l’ananas è anche estremamente benefico per la salute. Praticamente tutti ne mangiamo la polpa, dolce e rinfrescante, mentre quasi nessuno conosce la possibilità di gustarne in qualche modo anche la buccia, anch’essa dalle mille virtù. Ecco un paio di trucchi per inserire anche le bucce di ananas nella nostra dieta.

La buccia contiene bromelina, che è un potente enzima di natura antinfiammatoria. Può essere utilizzata per ridurre il gonfiore dopo un intervento chirurgico o un infortunio e per prevenire coaguli di sangue, ma è anche un ottimo aiuto per chi soffre di digestione lenta.

Leggi anche: Non buttare le bucce d’ananas, come riutilizzarle senza sprecarle mai

Inoltre, le bucce di ananas sono in grado di combattere i parassiti intestinali e aiutare contro la stitichezza, sono ricche di vitamina C e di manganese.

Ricapitolando, le bucce di ananas:

  • contengono bromelina, potente antinfiammatorio naturale
  • combattono i parassiti intestinali
  • sono un valido aiuto per chi soffre di stitichezza
  • sono ricche di vitamina C e di manganese

Ma come introdurre le bucce di ananas nella nostra dieta?

1. Tè 

Rimuovete la pelle dall’ananas e mettetela in una casseruola. Potete anche aggiungere chiodi di garofano, zenzero e bastoncini di cannella. Aggiungete un po’ d’acqua e lasciate fermentare per circa 15 minuti a fuoco lento. Spegnete e lascia in infusione per altri 15 minuti. Potete berlo caldo o freddo e anche aggiungere un dolcificante se preferite.

2. Succo

Togliete la pelle e aggiungete un po’ d’acqua. Non c’è bisogno di aggiungere altro. Fate bollire e poi raffreddare. Quindi, mettete tutto nel frullatore, fate un composto e setacciatelo. Versatelo in un bicchiere e raffreddate prima di bere.

Qualunque cosa decidiate di fare, assicuratevi di lavare accuratamente la buccia prima. In ogni caso, ricordatevi che vale sempre la pena comprare biologico e da commercio equo solidale.

Leggi anche:

Recommended Articles

Leave a Reply