Bisognerebbe conoscere questa differenza fondamentale per dolci freschi e incredibilmente decorati

bisognerebbe-conoscere-questa-differenza-fondamentale-per-dolci-freschi-e-incredibilmente-decorati

Nella pasticceria è tutta questione di precisione e di conoscenza di materie prime e procedimenti. Uno dei gusti più rinfrescanti dell’estate è indubbiamente il cocco. Non solo quest’ingrediente è utilissimo nella realizzazione di dolci, ma è anche gustoso in molte preparazioni salate.

Molti, però, confondono la sua farina con il “cocco rapè”, mentre bisognerebbe conoscere questa differenza fondamentale per dolci freschi e incredibilmente decorati. Il cocco rapè infatti trova principalmente impiego nella decorazione di preparazioni dolci.

Aloe

La differenza

Entrambi rappresentano due derivati della polpa di noce di cocco grattugiata. A distinguere le due cose è la consistenza perché la farina è più raffinata rispetto al cocco rapè. La polpa di cocco subisce dapprima una disidratazione e poi una sorta di polverizzazione grossolana. È possibile trovare entrambi gli ingredienti sui banconi del supermercato e il loro costo non è diversissimo.

Mentre la farina è abbastanza raffinata e mostra una grana leggera, il rapè è invece un insieme di scaglie non raffinate. Oggi il cocco rapè trova principalmente utilizzo nella decorazione dei dolci, ma sono tanti i pasticceri che lo usano anche come ingrediente principale della ricetta. La consistenza poco raffinata rende poi il cocco rapè più indicato per preparazioni salate rispetto alla farina.

Perché bisognerebbe conoscere questa differenza fondamentale per dolci freschi e incredibilmente decorati

Entrambi sono ingredienti privi di glutine e con un basso indice glicemico. La farina di cocco è più calorica rispetto al rapè.

Il cocco rapè è ottimo per la preparazione di torte, plumcakes o biscotti. Il miglior modo per utilizzarlo, però, è indubbiamente per la preparazione di tortini al cocco. Il cocco rapè è quindi più indicato per decorare i dolci. Molti lo utilizzano per decorare il porridge o le famose buddha bowls.

Per il salato consigliamo invece l’abbinamento con il sapore delicato delle carni bianche, come il pollo.

Approfondimento

Il cocco è anche una bellissima pianta ornamentale da interni e per coltivarla basta semplicemente seguire questi preziosi consigli.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Recommended Articles

Leave a Reply