Attenzione a questi 3 trucchi semplici e geniali che cambieranno la vita di chi usa l’aglio in cucina

attenzione-a-questi-3-trucchi-semplici-e-geniali-che-cambieranno-la-vita-di-chi-usa-l’aglio-in-cucina

Lo usiamo tutti i giorni in cucina ma nessuno parla mai di questi 3 trucchi geniali e semplicissimi per l’aglio.

Amato e odiato, l’aglio è alla base di tantissime preparazioni. Celeberrimo nemico dell’alito, questo alimento è ricco di proprietà e fa bene alla salute.

Tecnicamente, l’aglio è una pianta appartenente alla famiglia delle liliaceae ma che la recente “classificazione APG III” attribuisce alle amaryllidaceae, ovvero alla sottofamiglia allioideae.

Scientificamente chiamato allium sativum, l’aglio è da sempre oggetto di profonde discussioni per la sua difficile digeribilità.

Spirulina

Pur utilizzandolo quasi ogni giorno nelle nostre cucine, sono diversi gli errori che commettiamo con questo alimento. Per scoprire le abitudini errate più comuni e in che modo poter eliminarle dal nostro quotidiano, consultare il testo cliccando QUI.

Attenzione a questi 3 trucchi semplici e geniali che cambieranno la vita di chi usa l’aglio in cucina

In questo spazio, invece, la Redazione vuole mostrare ai suoi Lettori 3 tecniche veloci ma geniali adatte a chi utilizza l’aglio in cucina.

3 consigli rubati agli chef per rendere più digeribile l’aglio. Cotto o crudo non fa differenza, eliminare il pericolo di bruciori di stomaco, allontanando anche l’incubo dell’alito cattivo è un sogno di molte persone.

Ed ecco che bisogna fare attenzione a questi 3 trucchi semplici e geniali che cambieranno la vita di chi usa l’aglio in cucina.

Il primo metodo è quello di immergere gli spicchi d’aglio in una tazza di latte caldo. Gli chef assicurano che con questo metodo l’aglio sarà immediatamente più digeribile e se ne limita anche l’odore forte.

Basteranno 15 minuti di posa ed il gioco è fatto.

Il secondo metodo consiste nell’immergere gli spicchi d’aglio in una tazza d’acqua fredda. Poi, accendere il fuoco e portare ad ebollizione. A questo punto, l’aglio si “svestirà” delle sostanze che lo rendono indigesto. Per gli esperti, però, questa tecnica va ripetuta almeno 3 volte prima di utilizzare l’aglio.

Infine, consigliatissimo l’aglio sott’olio. In questo modo l’aglio risulta più digeribile e più saporito. In pochissimo tempo, si potrà risolvere un problema molto diffuso come quello dell’aglio indigesto. Provare per credere!

Recommended Articles

Leave a Reply