Analisi shock su questi famosi panini al tonno: non c’è alcun DNA di tonno al loro interno

analisi-shock-su-questi-famosi-panini-al-tonno:-non-c’e-alcun-dna-di-tonno-al-loro-interno

Un test di laboratorio condotto su sandwich al tonno acquistati da Subway, la più grande catena di fast food degli Stati Uniti, ha portato a risultati sconcertanti. Non si è riusciti ad identificare alcun DNA di tonno. Il pesce proprio non c’era o era talmente modificato da diventare irriconoscibile?

Il New York Times ha commissionato un test di laboratorio per identificare, all’interno di sandwich al tonno da 6 pollici acquistati in tre punti vendita Subway a Los Angeles, la specie ittica utilizzata. Questo poteva essere fatto semplicemente identificando il DNA della carne.

I panini acquistati erano tutti senza l’aggiunta di verdure, formaggio o condimenti extra, in modo da favorire l’analisi di laboratorio. La carne è stata poi rimossa e congelata, prima di essere spedita ai tecnici per fare le verifiche.

Secondo la Seafood List, compilata dalla Food and Drug Administration degli Stati Uniti, ci sono 15 specie di pesci d’acqua salata che possono essere etichettate come “tonno”. Secondo le dichiarazione di Subway sull’approvvigionamento di tonno e frutti di mare, la catena afferma di vendere solo tonnetto striato e tonno pinna gialla, specie che un laboratorio riconoscerebbe come Katsuwonus pelamis e T. albacares.

Ma i risultati del test in questione, che hanno stupito e non poco, a sorpresa non hanno trovato alcuna traccia di DNA e i ricercatori non sono quindi stati in grado di individuare alcuna specie. Cosa può significare questo? Come ha dichiarato un portavoce del laboratorio al quotidiano statunitense:

Ci sono due conclusioni. La prima è che è così pesantemente elaborato che qualunque cosa potessimo tirare fuori, non permetteva di fare un’identificazione. Oppure non c’è proprio niente che sia tonno“.

La situazione in realtà non è nuova e l’analisi del New York Times non è causale.  Subway attualmente sta affrontando una class action nello stato della California proprio a causa dei suoi panini al tonno che sarebbero, secondo l’accusa, “completamente privi di tonno come ingrediente“.

Subway, dal canto suo, ha negato categoricamente le accuse e una portavoce in una mail al New York Times ha scritto:

Subway offre ai suoi ristoranti tonno cotto al 100%, che viene mescolato con maionese e utilizzato in panini, involtini e insalate appena fatti che vengono serviti e gustati dai nostri ospiti.

C’è da dire però che anche Inside Edition aveva fatto un test simile,  inviando campioni da tre sedi Subway nel Queens all’inizio di quest’anno. Il laboratorio in quel caso aveva scoperto che la carne era, in effetti, di vero tonno.

Naturalmente quest’ultima indagine lascia sconcertati e preoccupati i consumatori e rafforza quanto portato avanti dalla class action. Perché va bene che andando a mangiare ad un fast food non ci si aspetta la massima qualità degli alimenti ma che almeno siano utilizzati quelli pubblicizzati è davvero il minimo.

Fonte: The New York Times

Leggi anche:

Recommended Articles

Leave a Reply